Fidentiis assegna un buy a: Piaggio & C. con fair value di 2,90-3,10 euro (in India si sta discutendo l’introduzione di incentivi alla rottamazione di moto e scooter), Prysmian con target price di 21,50-22,50 euro (il CFO Pier Francesco Facchini ha ribadito una prospettiva di medio termine positiva per il gruppo) e Telecom Italia con prezzo obiettivo di 0,70-0,80 euro (altri investitori sono destinati a entrare nella nuova società della rete e non ci sono preclusioni verso nessuno, ma bisognerà valutare “motivazioni e condizioni” per mantenere la coerenza del progetto, ha detto l’ad Gubitosi a Cernobbio, sottolineando come non sia chiara la valenza industriale di un ingresso nel capitale di una società di contenuti come Mediaset).

Intesa SanPaolo giudica buy: Centrale del Latte d’Italia con fair value di 3,50 euro in vista della trimestrale in calendario oggi, Erg con obiettivo di 26,40 euro (emesso un green bond da 500 mln di euro), Guala Closures con target di 9 euro (oggi la trimestrale), Newlat Food con fair value di 8,20 euro (oggi la trimestrale) e Telecom Italia con obiettivo di 0,54 euro.

Giudizio add inoltre per Prysmian con target di 25,50 euro.

Mediobanca assegna un outperform a: Enel con obiettivo di 8,60 euro (entro il 17 settembre il CdA potrebbe analizzare l’offerta di Macquarie di 3,85 mld di euro per la sua partecipazione del 50% in Open Fiber), Erg con target di 23 euro, Nexi con fair value di 17 euro (i fondi di private equity azionisti Advent, Bain e Clessidra e Cdp hanno riprese le trattative per una fusione tra Nexi e Sia), Prysmian con obiettivo di 25,20 euro, Snam con target di 5 euro (presentato con The European House Ambrosetti uno studio congiunto per lo sviluppo dell’industria dell’idrogeno in Italia e la decarbonizzazione del Paese) e Telecom Italia con obiettivo di 0,68 euro.

Jefferies valuta buy: Amplifon con prezzo obiettivo di 34 euro, migliorando la precedente raccomandazione hold.

Banca Akros giudica buy: Leonardo con target price di 8,50 euro (nuovo contratto per sviluppare un innovativa sistema di radar da 317 mln di sterline nel regno Unito).