Banca Akros assegna un buy a: Fca con target di 17,50 euro nonostante GM abbia fatto causa al gruppo per presunte tangenti per milioni di dollari che sarebbero state pagate al sindacato Usa dei lavoratori dell’automotive all’epoca della gestione Marchionne e Shedir Pharma con fair value di 10 euro dopo che la controllata Dymalife ha acquisito tre prodotti farmaceutici per 1,3 milioni di euro.

Fidentiis giudica buy: Fca con target price di 20/22 euro nonostante GM abbia fatto causa al gruppo per presunte tangenti per milioni di dollari che sarebbero state pagate al sindacato Usa dei lavoratori dell’automotive, Intesa Sanpaolo con prezzo obiettivo di 2,50/2,.70 euro dopo la conferma della trattativa con Nexi per l’allargamento della partnership commerciale nel settore acquiring, Snam con target price di 4,30/4,50 euro sulla scia del piano 2019-2023 che rivede al rialzo i precedenti obiettivi e Saras con fair value di 1,80/1,90 euro dopo che il margine di raffinazione medio dell’area mediterranea (Emc benchmark) è sceso a -0,3 dollari al barile da 1 dollaro al barile della scorsa settimana.

Banca Imi valuta buy: Fca con prezzo obiettivo di 16 euro (benchè, secondo indiscrrezioni stampa, lo Stato della California non acquisterà più flotte governative da quelle case automobilistiche, tra cui Fca, GM e Toyota, che stanno supportando Trump per alleggerire i requisiti sulle emissioni delle auto fissati da Obama), Telecom Italia con target price di 0,62 euro (in merito a Open Fiber Tim avrebbe secondo rumors invitato una decina di infrastrutture e sovrane fondi a partecipare al possibile investimento) e Tinexta con fair value di 14 euro (l’obiettivo dell’azienda è l’evoluzione dell’internalizzazione della business unit Digital Trust e della business unit Servizi di innovazione e marketing nel mercato europeo).