Banca Akros giudica buy: Gamenet con target price di 13 euro (Tcp Lux Eurinvest ha completato la cessione di 4.500.000 azioni ordinarie del gruppo corrispondenti al 15% del capitaleattraverso una procedura di accelerated book building riservata a investitori istituzionali), Iren con prezzo obiettivo di 2,60 euro in scia alla partenza del programma di buyback, Leonardo con fair value di 13,50 euro dopo che il Governo tedesco ha annunciato un incremento della spesa militare del 10% per quest’anno e Telecom Italia con target di 0,77 euro (la possibilità che il gruppo mantenga il controllo della propria rete fissa dopo un’integrazione con Open Fiber in linea di principio sarebbe la soluzione migliore per il gruppo tlc ma esistono diversi modi per farlo, ha dichiarato l’ad Luigi Gubitosi).

Valutazione inoltre accumulate per: Fca con obiettivo di 14,70 euro (possibile costruzione di un nuovo stabilimento a Detroit), Generali con fair value di 18,50 euro in scia ai rumors sull’acquisizione degli asset centro europei di MetLife e Ima con fair value di 85,20 euro, alzato dai precedenti 84 euro dopo l’acquisizione del 63% di Atop.

Banca Imi assegna un buy a: Enel con prezzo obiettivo di 6,70 euro (interesse per gli asset di Sempra in Cile e Perù), Fincantieri con target price di 1,38 euro nonostante le voci dell’abbandono di un’asta nel Regno Unito, Lucisano Media Group con fair value di 3,30 euro dopo l’acquisizione dei diritti di distribuzione del film Moonfall, Saipem con obiettivo di 5,90 euro (nuovo contratto offshore da 100 mln di dollari) e Valsoia con target di 16,50 euro in scia ai risultati del primo trimestre.