BMW

In una giornata complessivamente positiva per il Dax (+0,79%) e le altre Borse europee dopo i cali delle ultime sedute (Ftse Mib +1,48%, Cac 40 +1,57%, Ftse 100 +2,28%), non riesce ad agganciare il rimbalzo quest'oggi la casa automobilistica tedesca BMW, zavorrata da una bocciatura di Commerzbank che declassa l'azione da Hold a Reduce, con target price tagliato da 87 a 70 euro.



Renault

A Parigi, non pregiudica viceversa la seduta di Renault (+0,98% a 57,95 euro) una nota di Oddo BHF, che aggiusta il suo target price sull'azione da 105 a 100 euro in considerazione della crisi innescata dall'arresto del CEO in Giappone, ma conferma il rating Buy assegnando ancora al titolo un solido potenziale rialzista.

Nella nota, il broker suggerisce, nonostante le vicende dell'ultimo periodo e i dubbi sul futuro dell'Alleanza con i giapponesi di Nissan, che il mantenimento dello status quo sia lo scenario più plausibile, dati i vantaggi in termini di sinergie che la partnership continua a produrre; separatamente, gli analisti evidenziano inoltre che Renault è forse il costruttore meno sensibile ai dazi e alla Brexit.