TELECOM ITALIA (TIT:IM)

Equita guarda a un giudizio Buy con target price di 0,85 euro, stesso tp di Bernstein che però punta ad un rating Outperform. Per Bernstein all'origine dell'ottimismo c'è la consapevolezza che, nonostante le sfide che Tim dovrà affrontare (Open Fiber, rete fissa, concorrenza di Iliad instabilità politica), il controllo dei costi potrebbe dare una mano sui ricavi. Intanto l'ex monopolista alle 13.06 sfrutta un vantaggio dello 0,85% su un trading range che nelle 52 settimane ha visto un minimo di 0,517 euro (05/09/2018) e un massimo di 0,885 (10/04/2018).

 

ENI (ENI:IM)

Buone notizie anche per Eni. Il cane a sei zampe ha chiuso una settimana ricca di eventi, primo fra tutti il raggiungimento della piena produzione con un anno di anticipo nel maxi giacimento di Zohr, in Egitto, mentre l'ad Claudio Descalzi ha avuto una serie di incontri con le autorità irachene per l'aumento della produzione di Zubair, uno dei più grandi giacimenti della zona meridionale di Bassora. Al Buy di Equita con target price di 18,5 euro si affianca il rating Hold di Berenberg (t.p 18 euro) e l'Underperform di Barclays (t.p 19 euro). Il titolo, però, alle 13.16 era in calo dello 0,45% con un trading range a 52 settimane che va da un minimo 13,22 euro (05/03/2018) ad un massimo di 16,89 (15/05/2018)

 

AZIMUT (AZM:IM)

il gruppo ha registrato ad agosto una raccolta positiva per 215 milioni di euro, risultato che porta il saldo da inizio anno a 3,4 miliardi. Intanto il titolo incassa da Kepler Cheuvreux un Hold a 14,5 euro di target. Il titolo alle 13,17 perdeva lo 0,51% su un trading range a 52 settimane che va da un minimo di 12,91 euro (17/07/2018) a un massimo di 19,46 euro (16/01/2018).