La situazione complessiva dell’Eurozona negli ultimi mesi è nettamente migliorata, merito soprattutto di Italia e Spagna che, con dati decisamente di ripresa, trainano questo clima positivo.

La Commissione Europea ha diramato i dati relativi al sentiment economico dell’ultimo periodo, stando a quanto si apprende in generale è salito a 101.5 rispetto a 101.2 del mese di novembre.

Una stima importante che decreta un avanzamento ottimale rispetto al precedente e deludente periodo.

Questa situazione non segue un andamento lineare, come dimostrano i dati, ma tiene conto di quanto accade nei singoli paesi all'interno della loro economia.

Minimi ad agosto: situazione tragica dopo il 2014

Il Sentix Index nei mesi ha misurato le aspettative in termini di investimenti. La situazione è apparsa da subito molto complessa a causa della forte flessione generale e di attese molto negative.

Nei mesi estivi c’è stato un calo disastroso che ha portato ripercussioni in tutta Europa con un Economic Sentiment che è sceso ai minimi storici dopo la crisi dl 2014.

L’andamento dell’economia ha mostrato flessione e a luglio si è registrato il -5.8 mentre ad agosto un disastroso -13.7 con un totale calo di 7.7 punti.

Una questione che affanna e continua a preoccupare la zona euro, nonostante i recenti margini di crescita.

Si tratta di un problema che ciclicamente si ripresenta, soprattutto in termini di ribasso economico e ha conseguenze terrificanti per l'economia italiana.

Previsioni di crescita nei prossimi mesi: decisiva l'Italia

Le aspettative di crescita negli ultimi due mesi sono state ampiamente positive, l’indice ZEW ha attestato una risalita di +11.2 punti, come dimostrato anche dall’Istituto di Ricerca Tedesco che conferma una potenziale e continua crescita anche nei prossimi mesi.

Quello a cui si è assistito è un miglioramento importante che potrebbe fare la differenza per le condizioni economiche attuali, soprattutto per quei paesi che vacillano maggiormente come l’Italia.

In realtà, è proprio dalle situazioni più complesse che si possono avere aspettative più importanti.

In questo flusso di miglioramento sono l'Italia e la Spagna a fare da apripista con uno status economico più florido, migliori aspettative e margini di ripresa importanti anche per l'economia interna.

I prossimi mesi saranno determinanti non solo per le sorti del Paese ma anche a livello internazionale per i mercati e in modo specifico per quegli europei.

Importante il lavoro sinergico di tutti, soprattutto in un sistema dove la Gran Bretagna è ormai prossima all'uscita dall'Euro e ad un conseguente sconvolgimento delle carte in tavola.