1000 lire Montessori, quanto vale? Questi numeri seriali fruttano molti soldi

Banconota 1000 lire Montessori, quanto vale? Ci sono dei numeri seriali che possono fruttarti centinaia di euro, scopri qui quali sono.

1000 lire montessori quanto vale

Le 1000 lire Montessori sono tra le banconote del vecchio conio più conosciute. Ma quanto vale una banconota del genere, adesso che è caduta in disuso? Scopriamo quanti euro può fruttarci.

Gli italiani che hanno deciso di conservare monete e banconote delle vecchie lire saranno davvero tanti. Un po’ per nostalgia, ma anche perché, magari, qualche esemplare è rimasto dimenticato in qualche cassetto o ripiano di casa.

In effetti, era possibile scambiare le lire in euro entro il termine del 6 dicembre 2011. Purtroppo, però, si è trattato di un termine che è stato anticipato, dato che inizialmente la data fissata era quella del 28 febbraio 2012.

In ogni caso, chi non ha fatto in tempo a scambiare le proprie lire e, al momento, si trova in casa qualche esemplare superstite, potrebbe essere molto fortunato. Ci sono infatti monete e banconote che valgono anche migliaia di euro.

Oggi ci occuperemo di una banconota in particolare, la 1000 lire Montessori: quanto vale il biglietto del vecchio conio dedicato alla celebre pedagogista italiana?

1000 lire Montessori: come si presenta e come riconoscere la banconota

Prima di capire quanto vale la 1000 lire Montessori, cerchiamo innanzitutto di definirne le caratteristiche. Soprattutto i più giovani, infatti, potrebbero avere difficoltà a riconoscere la banconota.

Si tratta di un pezzo abbastanza comune, che venne stampato ed utilizzato nel nostro Paese dal 1990 al 1998. Si decise di dedicare la banconota a Maria Montessori, celebre in ogni parte del globo per il suo metodo educativo. Il primo segno di riconoscimento è dunque il volto della Montessori, presente sulla faccia della banconota.

Sul retro della 1000 lire Montessori troviamo invece il quadro di Armando Spadini, “Bambini allo studio”.

Essendo un biglietto molto comune, ne vennero diffuse ben otto emissioni: in totale, i pezzi in circolazione furono almeno due miliardi.

Come per tutte le banconote, i pezzi originali sono caratterizzati dal filo metallico di sicurezza e dalla filigrana. Inoltre, se osservata in controluce, si riconoscono sia il volto della pedagogista, sia la sigla della Banca d’Italia, ossia B I.

Per quanto riguarda le varie firme presenti sulla banconota, queste dipendono dall’anno di emissione. In ogni caso, in generale, in ogni biglietto si ritrovano due firme, quella del Governatore della B I e quella del Cassiere.

1000 lire Montessori: quanto vale la banconota

Passiamo adesso alla domanda che si staranno sicuramente facendo i lettori che hanno trovato in casa un biglietto 1000 lire Montessori, quanto vale?

Come per tutte le banconote antiche, non è detto che queste siano rare. Tutto dipende da vari fattori. Innanzitutto, se la banconota è Fior di Stampa, sicuramente varrà di più.

Con il termine Fior di Stampa intendiamo l’equivalente del cosiddetto Fior di Conio delle monete. La banconota, cioè, non deve presentare alcun segno di usura. In questo caso, i collezionisti di monete e banconote antiche, rare o ormai in disuso saranno sicuramente disposti a pagare di più il pezzo.

In generale, una 1000 lire Montessori, comunque, non vale moltissimo. Anche le banconote Fior di stampa non possono essere rivendute per cifre maggiori di più di qualche euro.

Tuttavia, esistono delle eccezioni che possono far valere la 1000 lire Montessori anche centinaia di euro: tutto dipende dal numero seriale.

1000 lire Montessori: questo numero di serie frutta fino a 200 euro

Ci sono infatti dei collezionisti di banconote rare ed in disuso che sono disposti a pagare centinaia di euro per dei biglietti con numeri di serie particolari.

Partiamo dalle più antiche 1000 lire Montessori: quanto vale la prima serie? Innanzitutto, per individuare le banconote appartenenti alla prima serie, bisogna rintracciare quelle il cui numero di serie inizia con le lettere AA. Inoltre, il codice deve terminare con A. In questo caso, i collezionisti potrebbero pagarle anche 35 euro.

Chiaramente, il discorso che stiamo affrontando non vale per le banconote usurate, ma solo per quelle in ottimo stato di conservazione.

Altre serie ricercate sono quelle con numeri particolari: le 1000 lire Montessori con un numero seriale che riporta sei numeri uguali o una sequenza sono molto ricercate. I collezionisti possono valutarle fino ad un centinaio di euro.

Ci sono, infine, dei biglietti che valgono fino a 200 euro. Si tratta delle cosiddette 1000 lire Montessori sostitutive, che la Zecca produsse in sostituzione di pezzi difettosi.

Anche in questo caso, per individuarle bisogna analizzare il numero seriale della banconota stessa. Se presenta come iniziale la lettera X, allora si tratta di una banconota sostitutiva. In questo caso, la 1000 lire Montessori vale fino a 200 euro.

Si tratta del valore massimo che tale banconota, se rivenduta agli appassionati, può raggiungere.

 

Leggi anche: Monete rare, le più ricercate dai collezionisti: queste valgono da 200 a 2.000 euro