Confermato anche per il 2021 il bonus cultura per tutti i 18enni nati nel 2002 (che hanno compiuto la maggiore età nel corso del 2020): per richiederlo è necessario attivare le credenziali SPID e registrarsi sul portale 18app. Il bonus dà diritto a 500 euro da spendere in negozi fisici per l’acquisto di libri scolastici o materiale didattico, ma anche per effettuare acquisti online tramite Amazon. La novità di quest’anno è l’estensione all’acquisto di abbonamenti ai quotidiani cartacei o online, oltre alla possibilità di acquistare libri, musica, eventi culturali, corsi di musica, teatro o lingua straniera, prodotti dell’editoria audiovisiva.

Dalle ore 12 del 1° aprile sono state aperte le richieste del bonus cultura tramite la piattaforma di 18app (disponibile su questo sito o direttamente sull’applicazione ufficiale), ma molti ragazzi si stanno ancora chiedendo quali sono i requisiti e i limiti per ottenere i 500 euro. Dove si possono spendere e fino a quando sono validi? 

Se anche voi vi state ponendo le stesse domande, proseguite nella lettura di questo articolo e scoprirete tutto quello che c’è da sapere sul bonus cultura e sulla piattaforma 18app: come funziona, come registrarsi e come ottenere i 500 euro. Il bonus si può spendere anche su Amazon: vediamo quale procedura è necessario seguire e cosa si può acquistare.

18app, al via il bonus cultura: richieste dal 1° aprile

Il bonus cultura è stato introdotto per la prima volta dal Governo presieduto da Matteo Renzi in favore di tutti i giovani cittadini italiani che hanno compiuto 18 anni nel corso dell’anno di riferimento. Nel 2021, quindi, il bonus cultura da 500 euro può essere richiesto tramite registrazione sul portale 18app (o sull’applicazione ufficiale scaricabile direttamente sul proprio smartphone) da tutti i neo 18enni (che hanno compiuto la maggiore età nel corso del 2020), ovvero i ragazzi nati nel 2002.

Dalle ore 12 del 1° aprile il portale 18app ha accolto le registrazioni di questi giovanissimi ragazzi che hanno potuto richiedere il bonus cultura da 500 euro tramite l’inserimento delle proprie credenziali SPID. A fissare la data di apertura delle registrazioni è stato il decreto MIBACT del 22 dicembre 2020, entrato in vigore appunto il 1° aprile 2021.

Ci sono voluti mesi prima di sbloccare questo contributo, che pareva potesse scendere a 300 euro, ma invece è stato confermato per 500 euro. Il Ministro per la Cultura Dario Franceschini ha accolto con favore questa iniziativa di sostegno per i più giovani: i fondi spesi, ha rivelato il Ministro, ammontano a 730 milioni di euro, per un totale di almeno 1,6 milioni di iscritti.

Vediamo quali sono i requisiti e le modalità per richiedere il bonus cultura con 18app e dove si possono spendere i 500 euro ottenuti virtualmente.

18app, bonus cultura: quali sono i requisiti per ottenere i 500 euro?

Non sono cambiate le regole per richiedere il bonus cultura riservato ai neo 18enni: occorrerà, come per gli scorsi anni, attivare le credenziali SPID (qui la procedura per richiederlo gratuitamente) e registrarsi sul portale 18app per ottenere il proprio credito digitale dal valore di 500 euro. Sarà necessario, inoltre, essere residenti sul territorio italiano o possedere un permesso di soggiorno in corso di validità. 

Il bonus ottenuto non è cartaceo o erogato su un conto corrente, ma solo virtuale e permette di generare ulteriori buoni del valore del bene o servizio che si intende comprare a mano a mano che vengono effettuati gli acquisti.

Sul portale 18app sono disponibili tutte le informazioni relative all’utilizzo del buono, ai punti vendita e a ciò che è possibile acquistare con il denaro, oltre alle scadenze fissate per la richiesta (da effettuare entro il 31 agosto 2021) e per consumare l’intero credito (entro il 28 febbraio 2022).

Se alla scadenza fissata dal decreto l’utente 18enne abbia ancora a disposizione del denaro sul proprio portafoglio elettronico 18app, i soldi andranno perduti e non vi sarà modo di utilizzarli oltre i termini stabiliti. Per tale motivo è importante capire come, dove e quando si possono spendere i 500 euro.

Bonus cultura 500 euro: quando scade?

Le richieste per il bonus cultura da 500 euro sono state raccolte a partire dalle ore 12 del 1° aprile 2021, ma a causa di alcuni problemi tecnici il sito – in un primo momento – era andato in tilt. Fortunatamente tutto si è risolto in breve tempo e i neo diciottenni hanno potuto richiedere il contributo: i termini per effettuare la richiesta si estendono fino al 31 agosto 2021. 

Gli acquisti possono essere effettuati sia presso i negozi fisici  sia sugli e-commerce online (come Amazon): qualsiasi acquisto, però, potrà essere effettuato entro e non oltre il 28 febbraio 2022, ma non su tutti i prodotti a disposizione.

Ecco alcune idee di acquisto da realizzare sfruttando il nuovo bonus cultura 2021 tramite la piattaforma 18app.

Bonus cultura 18enni: dove (e come) spendere i 500 euro

A fissare i paletti e i limiti sull’utilizzo dei fondi relativi al bonus cultura è il decreto attuativo MIBACT del 22 dicembre 2020, pubblicato il 17 marzo 2021, entrato in vigore dal 1° aprile 2021. 

I buoni generati sul portale 18app per spendere i 500 euro in acquisti di vario genere possono essere sfruttati soltanto dai giovani registrati sul portale. In altre parole, si tratta di buoni nominativi e individuali.

Per quanto riguarda gli acquisti nelle sedi fisiche dei negozi, sarà sufficiente esibire il codice del buono stampato in cartaceo oppure mostrare il pdf scaricato sul proprio smartphone. Per quanto riguarda gli acquisti online con il bonus cultura, invece, basterà inserire il codice identificativo alfanumerico di 8 cifre nella sezione corrispondente.

Si possono utilizzare i 500 euro del bonus per i seguenti acquisti:

  • biglietti per la partecipazione a rappresentazioni teatrali e cinematografiche o spettacoli dal vivo;
  • libri, scolastici o non scolastici (inclusi audiolibri e libri elettronici);
  • biglietti che consentono l’accesso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali;
  • musica registrata (cd, dvd musicali) e musica online;
  • corsi di musica;
  • corsi di teatro;
  • corsi di lingua straniera;
  • prodotti dell’editoria audiovisiva;
  • abbonamenti a quotidiani cartacei o online, grazie a un emendamento introdotto dalla Legge di Bilancio 2021.

Qualche anno prima era stata lanciata anche la proposta di estendere il bonus cultura per i 18enni anche all’acquisto di materiale tecnologico, come pc, tablet o dispositivi utili per svolgere la didattica a distanza. L’idea, però, non è andata in porto. Tuttavia, grazie ai decreti economici approvati nel corso della pandemia di coronavirus, è stato introdotto il bonus pc e tablet, che consente di ottenere un voucher per l’acquisto di pc o tablet e per la stabilizzazione di una connessione Internet efficiente.

Bonus cultura: posso usarlo per acquistare su Amazon?

Il bonus cultura da 500 euro si può spendere anche su Amazon: per farlo, però, è necessario registrarsi e creare un account sul sito del colosso dell’e-commerce.

Una volta creato un account si potranno selezionare i prodotti che si intendono acquistare sfruttando il bonus per i 18enni. Attenzione, però: non tutti gli oggetti si possono acquistare con questa modalità. Per verificare se è possibile inserire nel carrello un prodotto da pagare con il bonus cultura è necessario controllare se accanto all’immagine è presente il simbolo 18app. In quel caso, è possibile acquistare l’oggetto con i 500 euro di bonus.

Quel è la procedura da seguire per sfruttare i 500 euro per acquistare libri, musica, film o altri oggetti contrassegnati dal simbolo 18app? Ecco la procedura.

Bonus cultura su Amazon: come utilizzare i 500 euro per gli acquisti

Una volta inseriti i dati richiesti sulla piattaforma 18app ed effettuato il login tramite le proprie credenziali SPID, è possibile generare un buono per acquistare i prodotti desiderati su Amazon.

Per generare il buono sarà sufficiente cliccare sulla sezione dedicata, inserire l’importo necessario per l’acquisto (la cifra deve essere sempre intera) e confermare l’operazione. Il tetto massimo di importo inseribile nel buono è di 250 euro.

Per fare un esempio: se la cifra da pagare per acquistare il bene su Amazon è pari a 50,90 euro, occorrerà generare un buono da 50 euro. Il credito derivante dalla differenza tra l’importo da pagare e il buono generato su 18app verrà scalato dal metodo di pagamento indicato per effettuare l’acquisto.

Per convertire il buono generato su 18app in un buono da spendere su Amazon è necessario collegarsi a questa pagina, e cliccare sulla sezione “Aggiungi un buono regalo o un codice promozionale”: di qui andrà inserito il codice del buono e la propria e-mail. In questo modo verrà spedito un messaggio di posta elettronica direttamente all’indirizzo indicato con il codice del buono Amazon. Si possono utilizzare più buoni Amazon per effettuare un singolo acquisto.

Se l’e-mail non dovesse arrivare o se venissero riscontrati altri problemi è possibile compilare il modulo apposito per richiedere un nuovo invio. 

Bonus cultura su Amazon: i limiti sull’acquisto

Come precisato, il bonus cultura non si può utilizzare per effettuare qualsiasi acquisto su Amazon, ma si deve limitare ai beni contrassegnati dal simbolo 18app. È utile sapere anche che il bonus è sottoposto ad alcuni limiti e condizioni di acquisto legati alla sfera culturale.

I 500 euro ottenuti grazie a 18app si potranno utilizzare anche per acquistare libri o e-Book su Kindle o audiolibri, DVD e Blu-ray. Non è possibile, però, acquistare più di un’unità o servizio: ovvero è possibile richiedere una solo copia di un libro, di un CD o di un biglietto per un concerto.

Non ci sono limiti minimi o massimi di spesa e si possono utilizzare più buoni per effettuare un solo acquisto. Un limite importante da tenere in considerazione, infine, riguarda i rivenditori: è possibile acquistare soltanto i beni che vengono venduti da Amazon e non i prodotti che sono invece a rivenditori esterni al colosso dell’e-commerce.