A breve le nostre televisioni cambieranno per sempre

È proprio questo il motivo per il quale scende in campo il Bonus TV e decoder!

Eppure, il Governo Draghi ha deciso di non estendere tale bonus a tutti i cittadini italiani

Infatti, parliamo di un bonus che originariamente era destinato a tutti coloro che hanno un ISEE inferiore ai 20 mila euro

Non sempre tutti sono a conoscenza di cosa si intenda per ISEE, dunque riportiamo la definizione del Ministero del Lavoro

Si tratta dell’indicatore che serve per valutare e confrontare la situazione economica dei nuclei familiari che intendono richiedere una prestazione sociale agevolata.

Ma a cosa servirà tale bonus?

È molto semplice. Per mezzo di esso potremo continuare a seguire i nostri programmi preferiti in TV!

È proprio vero, avere una televisione funzionante che riesca a trasmettere programmi di informazione ed intrattenimento non sarà più scontato come lo è adesso.

Dunque, il Bonus TV e decoder servirà proprio a tale scopo!

Ma perché la necessità di istituire un vero e proprio bonus?

Non tutti lo sanno, ma da questa settimana si passerà gradualmente al passaggio dei canali TV al digitale terrestre. Di conseguenza, tutti coloro che non riusciranno ad adattarsi per tempo saranno “tagliati fuori” dalla televisione.

Ovviamente, questo passaggio non riguarderà tutti i canali lo stesso giorno, ma ci sarà una sorta di escalation giorno dopo giorno. 

Ma quindi come “sfuggire” a questa problematica?

L’unico modo è comprare un nuovo televisore o un nuovo decoder!

Ciò che sembra assurdo, ossia essere tagliati fuori dal mondo della televisione, sta per diventare realtà. 

Infatti, se si possiede una televisione acquistata prima del 2018 sarà impossibile vedere i nuovi canali, a meno che non si possieda un decoder di ultima generazione

Ma quindi come comportarsi?

In questo articolo vogliamo fornirvi un quadro chiaro della situazione in modo che possiate scegliere autonomamente come muovervi e capire se potete beneficiare del Bonus TV e decoder.

Bonus TV e decoder: cos’è?

Ricordiamo che, come abbiamo detto inizialmente, il Governo Draghi ha stanziato dei fondi per finanziare l’acquisto di una nuova TV o di un nuovo decoder. 

Dunque, visto il passaggio dei canali televisivi al digitale terrestre, circa 9 milioni di apparecchi televisivi dovranno finire nelle nostre discariche

Ma perché accade tutto ciò?

Te lo spiego subito. 

L’operazione di “cambiamento” della quale stiamo parlando è stata fortemente voluta da Matteo Renzi allo scopo di liberare la banda 700 Mhz di televisori in modo da trasferirla alle compagnie telefoniche per sviluppare il 5G. 

Dunque, è stato istituito il Bonus TV e decoder per aiutare gli italiani ad adattarsi a questo cambiamento particolare

Il bonus del quale stiamo parlando è stato reso disponibile già da agosto 2021, tuttavia qualcosa è cambiato. 

Infatti, inizialmente spettava un unico bonus per famiglia, indipendentemente dal numero di televisori in loro possesso. 

Successivamente, la proposta è stata quella di concedere 50 euro a tutte le famiglie con un ISEE inferiore ai 20 mila euro. 

Infine, la decisione presa è stata quella di concedere il Bonus TV e decoder a tutti, senza alcun limite ISEE in modo da garantire l’accesso all’intrattenimento ed all’informazione a tutti gli italiani. Inoltre, l’importo erogato non è più di 50 euro come si pensava all’origine, ma di 100. 

Tale bonus è quindi accessibile a tutti, quindi perché tanta fretta?

È bene sapere che, come tutti i bonus, non è disponibile un fondo illimitato per finanziare l’acquisto di nuove televisioni o nuovi decoder. Di conseguenza, il Bonus TV e decoder sarà disponibile fino ad esaurimento scorte. 

Eppure, i fondi non riuscirebbero mai a coprire gli acquisti di tutti gli italiani che possiedono un televisore acquistato prima del 2018.

Proprio per questo motivo bisogna muoversi in fretta

Infatti, nonostante la domanda debba essere presentata entro e non oltre il 31 dicembre 2021, è molto probabile che i fondi si esauriscano prima. 

Finché non sta ancora cambiando nulla le persone stanno temporeggiando. Ma per quanto accadrà ancora?

Ricordiamo che il passaggio inizierà a breve, il 20 ottobre. Infatti, inizieremo con un graduale passaggio al digitale terrestre di tutti i canali Rai, per arrivare poi a Mediaset. 

Bonus TV e decoder: come dobbiamo muoverci?

Quindi, come abbiamo capito, tra pochissimo milioni di italiani non potranno più guardare la televisione. 

La TV è stata una “fedele compagna” anche nei periodi di quarantena che abbiamo passato da non molto e pensare di poter perdere l’accesso alle informazioni ed all’intrattenimento un po’ preoccupa. 

Ma quindi cosa bisogna fare ora?

Innanzitutto è bene controllare se la nostra televisione visualizzerà i nuovi canali. Niente paura, è un test semplicissimo.

Il test si effettua sui canali 100 e 200 di Mediaset. 

Per capire se il nostro televisore può continuare a visualizzare i programmi televisivi basterà andare sui canali 100 e 200 di Mediaset e controllare se si vedono i programmi o se compare la scritta "Test Hevc main 10”. 

Se tutto funziona come appena detto, non sarà necessario cambiare il proprio televisore in quanto risulta essere abilitato alla ricezione dei nuovi canali. 

Invece, cosa bisogna fare se tali canali non funzionano?

Purtroppo, in questo caso, il televisore o il decoder sono da cambiare. 

Ma niente panico, ricordiamo che il Bonus TV e decoder esiste proprio per questo motivo!

Infatti, fino a poco tempo fa solo le famiglie con un ISEE inferiore a 20 mila euro potevano sfruttare tale occasione, ma oggi possono farlo tutti.

Ok, abbiamo capito che dobbiamo cambiare il nostro televisore per continuare a guardare i nostri programmi preferiti. Come dobbiamo muoverci?

Dopo aver realizzato che il televisore è da cambiare, bisognerà recarsi in un negozio convenzionato o in un’isola ecologica per lo smaltimento del vecchio televisore. 

In questo modo si può ottenere un buono del valore massimo di 100 euro che può essere speso per l’acquisto di una TV nuova. 

Tuttavia, non tutti possono permettersi l’acquisto di una nuova TV anche se vi è lo sconto di 100 euro. 

Dunque, per aiutare queste persone è stata pensata un’altra soluzione: ricevere 30 euro di bonus decoder.

In questo caso però non ci sono deroghe: l’ISEE è indispensabile

Infatti, tale opportunità è riservata solo alle famiglie che presentano un ISEE inferiore a 20 mila euro. 

Come abbiamo detto lo sconto massimo per l’acquisto di un nuovo decoder si attesta alla somma di 30 euro. 

Ciò significa un enorme sconto visti i prezzi dei decoder in circolazione. Infatti, tali prezzi non sono poi così alti come si potrebbe pensare. Diciamo che in media un decoder nuovo ha un costo di 70/80 euro. 

Bonus TV e decoder: possono essere cumulati?

Le famiglie che hanno un ISEE inferiore a 20 mila euro possono decidere di cumulare i due bonus

Infatti si possono sommare i 100 euro di bonus TV ed i 30 euro di bonus decoder al fine di ottenere un Bonus TV e decoder del valore di 130 euro!

Come abbiamo visto un decoder modesto ha un prezzo di 70/80 euro.

Ovviamente questo non vale per i televisori che hanno prezzi molto più alti.

Dunque, la possibilità di cumulare i due bonus può essere sfruttata dagli italiani che possiedono un ISEE inferiore ai 20 mila euro

Tale bonus può essere utilizzato sia presso i negozi fisici, sia online

Per i secondi però vi è un’importante limitazione: si possono acquistare apparecchi solo nei negozi online con sede in Italia. 

Quindi, se avevate in mente di acquistare su Amazon dimenticatevelo!

Bonus TV e decoder: come utilizzarlo online?

Ora che abbiamo capito che il Bonus TV e decoder può essere utilizzato anche per gli acquisti online, cerchiamo di fare chiarezza e di capire soprattutto come. 

Infatti, sempre più persone comprano su Internet

Questo trend è in aumento anche a seguito della pandemia che ha reso la Rete l’unico mezzo per acquistare qualcosa. 

Inoltre, ormai i consumatori sanno che spesso online sono presenti offerte molto più vantaggiose rispetto ai negozi fisici.

Quindi, vediamo di capire come utilizzare il Bonus TV e decoder online. 

Prima di tutto è necessario capire se il rivenditore dal quale vogliamo acquistare il nostro nuovo televisore aderisce o meno all’offerta

In caso di risposta affermativa, il fornitore ci indirizzerà alla sezione del suo sito che parla degli step necessari per ottenere il Bonus TV e decoder. 

Bisognerà dunque richiedere al Ministero dello Sviluppo Economico il nostro buono. 

Attenzione: per avere accesso al Bonus TV e decoder devi dimostrare che hai rottamato il tuo vecchio dispositivo!

Come abbiamo visto in precedenza, lo smaltimento può essere effettuato presso un’isola ecologica o per mezzo di un rivenditore se esso è autorizzato ad occuparsene. 

Quando il privato ha optato per una rottamazione “fai da te” può compilare un’autodichiarazione. 

Attenzione: ciò non vuol dire che possiamo dichiarare il falso! Infatti, i controlli verranno effettuati anche nel caso di autodichiarazioni. 

Tuttavia, sorge un problema per tutti coloro che hanno deciso di comprare la loro TV nel 2016 o nel 2017 (dunque, prima del 2018, ma non così tanto prima). 

In questo caso non è necessario addossarsi un’enorme spesa ora, ma basterà sostituire il nostro decoder. 

Quindi, come si conclude la procedura online?

Bisognerà ritirare il nostro prodotto nel punto vendita più vicino portando tutti i documenti richiesti al fine di ottenere il Bonus TV e decoder.

Bonus TV e decoder: si rivolge a tutti? Ci sono dei requisiti? 

Ovviamente sì. 

I requisiti ci sono ormai in tutti i bonus. 

Abbiamo capito che il requisito ISEE è stato tolto per quanto riguarda l’acquisto di un nuovo televisore. 

Tuttavia, tale requisito permane quando si parla di decoder

Ma non abbiamo ancora finito!

Ci sono altri requisiti (semplici, ma indispensabili) per poter beneficiare del Bonus TV e decoder. 

Innanzitutto è necessario essere cittadini residenti in Italia e aver pagato regolarmente il Canone RAI.

Se si rispettano tali requisiti ecco che si può ottenere il Bonus TV e decoder!

Ovviamente, ricordiamo che tale bonus è spendibile solo dalle persone che hanno un televisore acquistato prima del 2018, in caso contrario le televisioni vanno ancora bene.