Per chi organizzerà la propria cerimonia di nozze nel 2022, c’è un’opportunità da non perdere: un bonus sposi da ben 2.000 euro massimi. Scopriamolo insieme.

Con l’avvento del Covid-19, il settore dell’organizzazione degli eventi ha dovuto affrontare una paralisi senza precedenti. Il numero di cerimonie annullate ha portato in crisi il settore, costringendo il Governo a prendere dei provvedimenti.

In effetti, la maggior parte degli aiuti statali ha cercato di favorire tutti quei settori che hanno risentito particolarmente della pandemia e delle restrizioni.

Il settore wedding è uno di questi: proprio di recente è stato confermato un nuovo set di aiuti attualmente in scadenza per le imprese operanti nel settore.

Ma per fortuna anche gli sposi non dovranno restare a bocca asciutta. C’è infatti un bonus sposi che concederà fino a 2.000 euro per la cerimonia di nozze.

Tuttavia, si tratta di un contributo regionale: non sarà, dunque, per tutti.

Analizziamolo insieme nei dettagli.

Prima di iniziare, ricordiamo ai giovani che stanno per sposarsi che esistono tante altre agevolazioni pensate per le giovani coppie che vogliono andare a convidere. Consigliamo quindi la lettura dei seguenti approfondimenti:

C'è un modo per avere subito 2.000€ per la tua cerimonia di nozze con questo bonus sposi

Dunque, se hai intenzione di sposarti entro l’anno corrente o se la cerimonia è già avvenuta, potrai accedere a questo particolare bonus sposi.

Si tratta di un contributo, le cui domande sono già aperte, concesso dalla Regione Lazio a tutti coloro che si sposeranno all’interno dei confini regionali.

L’iniziativa è nota con un nome ufficiale abbastanza eloquente, Nel Lazio con Amore.

L’amministrazione regionale, con questo particolare bonus sposi, vuol essere d’aiuto non solo ai futuri sposi, ma anche al settore operante nell’organizzazione eventi.

Il contributo regionale sarà finanziato grazie ad una dotazione economica pari a 10 milioni di euro e verrà concesso fino ad esaurimento dei fondi.

Ovviamente, dobbiamo chiarirlo, si potrà accedere al bonus sposi Lazio solamente se la cerimonia avverrà entro i confini regionali.

Non dobbiamo infatti confondere la misura con quella proposta a livello statale, che purtroppo non è mai stata attivata.

Era infatti stato previsto un contributo statale, pari a 6.250 euro, da richiedere come rimborso per le spese sostenute dagli sposi.

Il contributo, purtroppo, non ha mai visto la luce. E dato che al momento, la crisi da Covid sembra ormai quasi del tutto scongiurata, probabilmente non la vedrà mai.

Per tale ragione, l’unico modo possibile per ottenere un contributo per le nozze è richiedere il bonus sposi organizzando la cerimonia nella Regione Lazio.

Bonus sposi e requisiti di accesso

Tuttavia, c’è una buona notizia in merito, che riguarda i requisiti di accesso al bonus sposi.

Non sarà infatti necessario che la coppia sia regolarmente residente nel Lazio: per poter richiedere i 2.000 euro concessi, basta organizzare la cerimonia in regione.

La misura è stata infatti pensata, in primis, per dare una spinta positiva alle aziende che operano nel settore wedding e localizzate nel Lazio.

Ma, trattandosi di un bonus pensato anche per le giovani coppie, è stato disposto che non vengano richiesti particolari requisiti di reddito.

Insomma, tutti potranno accedere, purché la cerimonia si svolga nel Lazio.

Tra le altre cose, l’amministrazione non farà differenza tra una cerimonia di tipo religioso ed un rito civile. Si può cioè accedere al contributo indipendentemente dal tipo di rito scelto dagli sposi.

Sono varie anche le spese che potranno essere saldate attraverso il contributo regionale, che ammettono:

  • accessori, trucco e parrucco sia dello sposo che della sposa;
  • accessori per la cerimonia (fiori, bomboniere, partecipazioni e simili);
  • spese legate al catering e ai locali dove si svolgerà la cerimonia;
  • compensi vari a professionisti (fotografi, band e animazione musicale).

Come si accede al contributo

Tutte le spese fino ad ora elencate vanno inserite in un elenco, al quale si allegheranno anche le fatture di pagamento.

Si potrà accedere al contributo previsto dal bonus sposi solamente se le nozze sono già avvenute e se le relative spese sono state saldate.

Infatti, l’agevolazione si configura come un rimborso spese, con tetto massimo pari a 2.000 euro. Questo è un punto fondamentale da chiarire perché, se l’elenco spese presentato è inferiore a tale cifra, non si riceveranno 2.000 euro.

Per importi inferiori al tetto massimo previsto, gli sposi riceveranno esattamente quanto speso per la cerimonia e le relative spese ammesse.

Il contributo potrà essere richiesto dalle coppie entro le ore 10 del 31 gennaio 2023

Attenzione ad un dettaglio: saranno valide le richieste solo per eventi che hanno avuto (o avranno) luogo dallo scorso 14 dicembre fino al prossimo 31 dicembre 2022.

La domanda non deve assolutamente essere inoltrata prima della conclusione della cerimonia. Infatti, è concesso l’accesso al contributo solo per eventi già avvenuti e saldati.

Gli interessati potranno far pervenire la propria domanda tramite il sito ufficiale Nel Lazio con Amore, messo a disposizione dalla Regione Lazio. Tramite il sito in questione si accederà ad un form di domanda. Form che va compilato in ogni sua parte ed al quale dovrai allegare fatture e documenti di identità della coppia.