Negli ultimi mesi, sono state introdotte importanti novità in tema di agevolazioni fiscali per l’accesso ai mutui per i giovani under 36. Le ultime novità sono state integrate dal Decreto “Sostegni-Bis” n. 73/2021, entrato ufficialmente in vigore dal 26 maggio 2021.

La nuova normativa estende l’accessibilità al Fondo di garanzia per i mutui sulla prima casa a tutti coloro che non abbiano compiuto i 36 anni e introduce un credito d’imposta per l’IVA sostenuta dai giovani per l’acquisto dell’immobile.

In questo articolo vedremo nel dettaglio quali sono le agevolazioni mutui 2021 per i giovani e come funzionano, quali sono le opzioni offerte dalle banche e le tipologie di mutui disponibili adatti ai giovani under 36.

Agevolazioni per mutui 2021: ecco quali sono

L’articolo 64 del Decreto Sostegni-bis estende a tutti coloro che non abbiano compiuto 36 anni di età l’accesso al Fondo di garanzia per i mutui destinati all’acquisto o alla ristrutturazione della prima casa.  In precedenza, l’accesso al fondo era riservato esclusivamente ai giovani di età inferiore ai 35 anni, con un rapporto di lavoro atipico di cui all’art.1 della legge n. 92 del 29 giugno 2012.

La modifica ad opera del Decreto Sostegni-bis, in vigore dal 26 maggio, ha applicato l’estensione dei mutui agli under 36. Il Fondo di garanzia offre agli individui la garanzia dello Stato per l’accensione di mutui ipotecari per l’acquisto o la ristrutturazione di una casa.

Il principale vantaggio di questa modifica consiste nell’aumento della percentuale massima della garanzia concessa al Fondo, che passa dal 50% all’80% della quota capitale.

Un’altra novità riguarda l’aumento della dotazione finanziaria del Fondo, incrementata fino a 290 milioni di euro per l’anno corrente e fino a 250 milioni di euro per il 2022. 

Agevolazioni mutui per giovani: esenzione imposta di registro e credito d’imposta

Il nuovo decreto ha introdotto anche l’esenzione dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale per gli atti di trasferimento oneroso della prima casa ad uso abitativo e per gli atti costitutivi di usufrutto, nuda proprietà, uso e abitazione stipulati in favore dei giovani con un’età inferiore ai 36 anni nell’anno in cui è stato stipulato l’atto.  

Tali atti generano anche un credito d’imposta pari all’IVA corrisposta per l’acquisto dell’immobile, come stabilito dall’articolo 63, comma 7.

A chi sono rivolte le agevolazioni e come richiederle

La garanzia statale prevista per i mutui è accessibile dai giovani under 36 che possiedono un valore ISEE non superiore a 40mila euro annui. La copertura all’80% è riservata esclusivamente ai mutui che presentano un limite di finanziabilità superiore all’80% e che faccia riferimento al rapporto tra l’importo del finanziamento e il costo dell’immobile.

Per accedere al Fondo con le condizioni agevolate previste dal Decreto Sostegni-bis è possibile inviare una domanda a partire dal 24 giugno 2021 fino al 30 giugno 2022.

Agevolazioni mutui 2021: le tipologie di mutui offerti dalle banche

Online, è possibile visualizzare la grande offerta di mutui concessi dalle banche e dedicati principalmente ai giovani che intendono ristrutturare o acquistare un immobile per uso abitativo.

La maggior parte dei mutui disponibili sono quelli a tasso variabile con rata costante ed i mutui green destinati all’acquisto di un immobile caratterizzato da una classe energetica A e B.

Tra le varie banche che offrono finanziamenti a breve, medio e lungo termine, troviamo anche la vasta e vantaggiosa offerta di mutui di Banco di Sardegna. Tali mutui rappresentano delle soluzioni che si adattano perfettamente alle condizioni economiche dei soggetti e coprono l’80% del valore dell’immobile.

Banco di Sardegna è una solida realtà finanziaria, appartenente al gruppo BPER Banca, che offre tante tipologie di finanziamento a lungo termine che si adattano a qualsiasi esigenza, a partire dal mutuo blindato con un tasso iniziale del 0,57%, fino ai mutui a tasso fisso, variabile e stabile.