Agevolazioni in arrivo per chi ha un ISEE 2022 basso!

Con la conferma nel decreto Milleproroghe di diversi bonus, tra qui quello psicologo, molti che hanno già provveduto a fare l'attestazione potranno richiedere una serie di supporti per sé e per la propria famiglia, in particolare in piena pandemia da Covid e col caro bollette che ha già colpito buona parte dei contribuenti.

Per saperne di più ti suggerisco l'ultimo video di Radio UCI, disponibile su Youtube e sul suo canale.

Però occhio al reddito, perché, come per il caso degli scaglioni di reddito IPREF, molti bonus hanno dei limiti d'accesso, o delle riduzioni di importo in caso di superamento.

In questo articolo faremo il punto della situazione, e vedremo quali sono i principali supporti, e soprattutto come fare in primis l'attestazione del tuo indicatore.

ISEE 2022: ecco cosa serve per le agevolazioni!

Per fare l'ISEE 2022, cioè l'attestazione della tua situazione economica equivalente, bisogna presentare al CAF (acronimo per Centro di Assistenza Fiscale) o al patronato locale, i seguenti documenti su:

  • dati anagrafici del dichiarante e del proprio nucleo familiare;
  • redditi percepiti;
  • patrimonio mobiliare e immobiliare.

Nel caso tu lo chieda all'INPS, ti verrà rilasciata come prima istanza la Dichiarazione Sostitutiva Unica, che prevede appunto il riassunto della tua situazione anagrafica, reddituale e im/mobiliare.

Nell'eventualità tu sia percettore di supporti relativi ad una condizione di disabilità, sarà richiesta anche la documentazione aggiuntiva da presentare appunto in caso di disabilità.

Questa sarà decisiva nel caso tu voglia richiedere in particolare l'ISEE sociosanitario, una delle tre varianti disposte nel caso in cui si abbia bisogno di alcune prestazioni particolari.

Per inciso, sono disponibili, oltre all'ISEE sociosanitario, anche quello minorenni e quello universitario, o ISEEU.

Sono tutte varianti che possono garantire prestazioni e servizi ad hoc, specie se per minorenni, studenti universitari o soggetti affetti da patologie disabilitanti.

ISEE 2022: ecco quando si fa per le agevolazioni!

L'ISEE 2022 è disponibile fin dall'inizio dell'anno corrente, cioè dal 1 gennaio 2022. Ovviamente, per richiedere presso i provider di servizi bancari e/o postali (se si ha i propri conti presso Poste Italiane), bisognerà aspettare qualche giorno, per avere i moduli di richiesta.

Se però hai delle agevolazioni attive, bisognerà fare in fretta, visto che per la maggior parte la scadenza a fini di rinnovo è prevista per il 31 gennaio 2022.

La durata del valore dell'indicatore è di un anno, a seconda della propria situazione economica denunciata. In casi avversi, quali la perdita, sospensione, riduzione stessa del lavoro, così come la perdita di trattamenti pensionistici o assistenziali, si potrà richiedere in maniera emergenziale l'ISEE corrente, cioè quello previsto in casi urgenti, come ad esempio la perdita del 30% del reddito negli ultimi due mesi.

Una volta ottenuta l'attestazione, potrai richiedere tali prestazioni tramite accesso online ai vari siti richiedenti, in primis l'INPS.

Anche perché non mancano supporti e bonus vari.

Agevolazioni ISEE 2022 sotto i 20.000 euro: bonus TV e università

Le agevolazioni disponibili per l'ISEE 2022 sotto i 20.000 euro riguardano in particolare bonus governativi per l'acquisto di prodotti, come il bonus TV e Decoder, così come prestazioni per l'università.

Il bonus TV e Decoder prevede l'accesso ad uno sconto da 30 euro fissi per l'acquisto di un nuovo televisore o decoder in linea con i nuovi requisiti per vedere i canali satellitari del Nuovo Digitale Terrestre.

Si potrà avere un'integrazione di ben 100 euro, senza vincolo di indicatore, se si procede a rottamare presso un centro di raccolta RAEE (acronimo per Rifuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) il televisore risultato obsoleto secondo:

Per questo bonus bisognerà fare in fretta, perché ha una scadenza "mobile", cioè in riferimento alle zone in cui attualmente sono già passati al Nuovo Digitale Terrestre o dovranno passare entro tempi brevi. La scadenza ufficiale per tutti è comunque il 31 dicembre 2022, ma conta che quasi tutte saranno ormai passate entro il 30 giugno 2022.

Diversamente, per avere prestazioni a livello universitario, tipo esenzione dalle tasse e alloggio gratuito alla residenza universitaria e accesso gratuito alla mensa, servirà avere l'ISEEU, cioè quello specifico per l'università. Differisce per alcuni calcoli aggiuntivi, come ad esempio il ricalcolo al 50% in caso di intestazione di redditi a fratelli e sorelle, ma generalmente sono tutti a favore dell'abbassamento del reddito.

Agevolazioni ISEE 2022 sotto i 10.000 euro: bonus occhiali e luce e casa

Altre agevolazioni per chi ha l'ISEE 2022 sotto i 10.000 euro sono disponibili, anche se più mirate a supportare delle spese necessarie ma incompatibili con una situazione economica problematica.

Per esempio, per chi soffre di disturbi alla vista e non può permettersi l'acquisto di un nuovo paio di occhiali o di lenti a contatto, è possibile richiedere un voucher digitale da 50 euro, a patto di avere un ISEE inferiore a 10.000 euro.

Anche se va detto che questo bonus occhiali da vista tutt'ora non risulta disponibile per via della mancanza del decreto attuativo per l'erogazione dei fondi, basterà solo fare domanda presso il sito adibito, una volta confermato tutto.

Altri benefici disponibili è quello relativo al rincari di luce e gas, cioè un supporto per ridurre il costo delle bollette per le famiglie che hanno un reddito inferiore a 8.265 euro.

Questi bonus sociali sono però accessibili nel caso di reddito inferiore a 20.000 euro, ma solo se la famiglia è composta da almeno 4 figli a carico. Praticamente una situazione da assegno unico familiare.

si potrà richiedere anche in concomitanza con Il Reddito/Pensione di Cittadinanza, anche perché ce ne sarà bisogno, visti i rincari previsti per i prossimi mesi.

Agevolazioni senza ISEE 2022: ecco quali sono

Ci sono agevolazioni che non richiedono l'ISEE 2022, cioè senza dover presentare un'attestazione o senza ulteriori limiti reddituali.

Nel primo caso c'è il citato Bonus Rottamazione TV, che prevede solo la presentazione dell'attestato di avuto smaltimento del televisore obsoleto, se fatto presso un centro di raccolta RAEE o un rivenditore.

Oltre a quello, è richiesta l'autocertificazione in cui si attesti di aver provveduto al pagamento del canone RAI, o l'eventuale esenzione nel caso in cui si abbia più di 75 anni e un reddito inferiore a 8.000 euro.

Un altro bonus senza ISEE è anche quello per le Terme, un voucher digitale da 200 euro per l'accesso ai servizi termali, che però sarà disponibile fino al 31 marzo 2022 per tutti coloro che l'hanno già richiesto e ancora non l'hanno utilizzato entro la prima scadenza dell'8 gennaio 2022.

Altrimenti ci sono delle prestazioni che, pur richiedendo l'indicatore, permettono l'accesso anche in caso di redditi alti. E' il caso dell'Assegno unico universale, disponibile dal 1 gennaio 2022 per tutte le famiglie che hanno a carico figli minori o maggiorenni, o sofferenti di patologie disabilitanti.

Anche in caso di reddito alto, si potrà beneficiare fino a 50 euro per ogni figlio, anche se sarà possibile avere ulteriori benefit in caso di figli con disabilità media, grave o in condizioni di non autosufficienza.

Teoricamente rientrerebbe in quelli con ISEE tra 20.000 e 10.000, visto che il massimo importo è previsto per chi lo ha entro 15.000 euro, ma anche in condizioni di reddito alto è garantita l'erogazione.