L'Assegno unico diventerà davvero universale, cioè per tutti. Ma questo dal 2022, quando l'assegno ponte, attivo da luglio 2021, diventerà a tutti gli effetti un sussidio per tutte le famiglie che hanno a carico dei figli aventi età massima 21 anni.

Al momento l'assegno è solo per le famiglie che hanno a carico dei soggetti aventi meno di 18 anni d'età.

Oltre a ciò, si segnala la possibilità di avere un accumulo col Reddito di cittadinanza, ma solo nel caso in cui l'ISEE per l'RDC sia inferiore a 9.360 euro, o al suo equivalente calcolato con la scala di equivalenza.

Semmai l'unico problema sorto di recente è in merito agli arretrati, cioè alle difficoltà sopraggiunte di recente nel versare i pagamenti spettanti per i mesi precedenti.

Anche i percettori del reddito di emergenza stanno vivendo una situazione simile, anche se dalla loro c'è il problema della proroga.

Però è un problema da meno per l'assegno unico, dato che dal 2022 INPS allarga la platea, e al tempo stesso riunisce i vari bonus bebé, bonus mamma e gli assegni familiari sotto lo stesso assegno.

Se volete saperne di più sulla questione dell'assegno unico 2022, vi suggerisco questo video a cura della Redazione The Wam.

In questo articolo voglio precisare a quale platea l'INPS farà riferimento per l'assegno unico del 2022, e a quanto ammonterà l'assegno a chi gli spetterà.

Assegno Unico 2022: ecco come funzionerà

L'INPS già da luglio 2021 controlla l'andamento dell'erogazione dell'assegno unico, in particolare per chi ha fatto richiesta in merito all'aggravarsi delle proprie condizioni economiche.

Di certo non è il massimo ritrovarsi, grazie ad una pandemia, senza soldi e senza lavoro. E con le spese da pagare, specie quelle che non si possono affrontare.

Inoltre, a fronte di un aumento dei poveri, quasi a 5,6 milioni di persone, e ad una difficoltà ad assorbire l'emorragia di disoccupati per causa Covid (quasi un milione nel 2020), una misura come questa è essenziale, tanto quanto il reddito di cittadinanza.

Col Family Act, il Governo Draghi ha voluto destinare alcuni fondi alle famiglie in difficoltà, in particolare garantendo degli importi a seconda della numerosità dei figli minorenni presenti nel nucleo familiare.

Però non a caso si chiama di "assegno ponte". La misura è sperimentale, attiva da qualche mese e solo per alcune categorie. 

Solo dal 2022 la misura avrà una vera e propria ufficialità, con tanto di allargamento della platea.

Assegno unico 2022: INPS allarga la platea! Ecco a chi spetta 

Dal 2022, con l'assegno unico universale, potranno accedere alla misura anche i dipendenti, i liberi professionisti e gli incapienti.

Perché al momento, oltre ad autonomi, coloni, mezzadri e disoccupati, non era previsto per esempio a chi deteneva figli universitari o tirocinanti o volontari del servizio civile regionale/universale o iscritti ad un corso professionalizzante.

O figli che non hanno un lavoro stabile o con un reddito sufficiente, tipo quelli che, come trattato in un articolo, ora rischiano di perdere il reddito di cittadinanza se rifiutano un'opportunità di lavoro

Nel complessivo, comunque, si tratta di categorie che non potevano rientrare per via della maggior necessità da parte del Governo Draghi a finanziare, non a caso, tutti coloro che dal Covid hanno avuto il "meglio", in particolare i disoccupati.

Gli stessi che il governo non riesce a riassorbire, dato che si parla di un aumento della disoccupazione giovanile, in particolare tra gli NEET (Neither in Employment or in Education or Training), categoria di giovani che in Italia corrispondono a oltre 2 milioni, primato europeo in assoluto.

Semmai bisogna stare attenti con la questione degli Assegni per il Nucleo Familiare, perché ad oggi chi li percepisce ha diritto all'assegno unico, ma dal 2022 li perderà in favore della versione universale.

Così come tutti quelli che ancora percepiscono il bonus bebè, bonus mamma domani e altri supporti complementari.

Assegno unico 2022: ecco come funziona per lavoratori dipendenti

Nel caso del lavoratore dipendente, l'assegno unico dal 2022 diventa praticamente quello che erano prima gli ANF, cioè gli assegni al Nucleo Familiare. 

Requisito fondamentale per questa categoria è l'avere un reddito complessivo del nucleo familiare composto del 70% da reddito derivante da lavoro dipendente e assimilato. 

Quindi, facendo un esempio, nel caso di una coppia con reddito da 35.000 euro complessivi, se uno dei due ha un reddito da lavoratore dipendente che corrisponde a meno del 70% del reddito complessivo, non sarà possibile avere l'assegno unico per i figli. In questo caso, se uno dei due ha un reddito da dipendente inferiore a 24.500 euro circa, non può averlo.

Si ricorda che nella categoria in questione rientrano anche:

  • lavoratori dipendenti del settore privato;
  • lavoratori dipendenti agricoli;
  • lavoratori domestici e somministrati;
  • lavoratori dipendenti di ditte cessate e fallite.

Poi, da non dimenticare che, secondo la tabella INPS, più aumenta il reddito, meno è l'importo dell'assegno.

Diversa è la situazione per i disoccupati.

Assegno unico 2022: ecco come funziona per disoccupati

Per i disoccupati la situazione rimane stabile anche con l'assegno unico 2022, cioè con l'arrivo della versione Universale. Già da luglio 2021 possono beneficiare non solo dell'assegno, ma anche di altri ammortizzatori sociali e sussidi, quali la NASPI (Nuova Assicurazione Sociale per l'Impiego) e il Reddito di Cittadinanza.

Questi due supporti sono compatibili tra di loro, e possono essere accorpati anche con l'assegno, qualora le condizioni reddituali lo permettano. Perché coll'RDC, in caso di superamento della soglia dei 9.360 euro (o della soglia calcolata con la scala di equivalenza) scatta il ritiro della Carta RDC

A sua volta, nel caso della NASPI, in caso di superamento della soglia massima reddituale consentita, o di avvio di un'attività lavorativa stabile, il sussidio viene sospeso. 

O, in entrambi i casi, qualora tu faccia qualche sconsideratezza da furbetto, perdi il diritto al sussidio in generale.

Si segnala sempre per i disoccupati anche la possibilità di accedere ad un altro supporto economico, ma in questo caso non è assistenziale, ma emergenziale. Parlo del reddito di emergenza, ma in questo caso i requisiti sono diversi.

Così come il fatto che di recente anche il reddito di cittadinanza ha subito delle modifiche in fatto di requisiti, specie all'indomani della Manovra di Bilancio 2022

Se non altro tutto ciò non ha intaccato il rapporto di compatibilità tra RDC e assegno unico. A questo si aggiunge anche un rinforzo nell'importo mensile per i richiedenti, anche in relazione al reddito di cittadinanza.

Assegno unico 2022: ecco a quanto ammonteranno gli importi

Attualmente l'assegno unico transitorio presenta due cifre: 167,5 euro e 217,8 euro. Se vogliamo essere precisi:

  • si attesta sui 167,5 euro nel caso di nuclei familiari con uno o due figli, con almeno un reddito ISEE fino a 7.000 euro;
  • si attesta sui 217,8 euro nel caso di nuclei familiari con tre o più figli, con almeno un reddito ISEE fino a 7.000 euro.

Ricordati che oltre 50.000 euro l'assegno scompare. E così anche per l'assegno unico dal 2022. Semmai con la versione Universale potrai avere non più 167,5 euro, ma almeno 180 euro per ogni figlio minorenne.

Inoltre, il secondo importo da 217,8 euro non sarà più fisso

Sei hai più di un figlio dopo il terzo, ricevi un extra di 80-90 euro. Praticamente 30-40 euro in più rispetto a quello previsto attualmente in caso di figli diversamente abili.

A questo si aggiunge anche l'allargamento dell'età in cui si considerano i figli minorenni.

Assegno unico 2022: spetta anche per i figli maggiorenni!

In Italia si è minorenni fino al compimento del diciottesimo anno d'età. Se si vuole parlare di età d'emancipazione, si passa al sedicesimo anno d'età. Ecco, nessuna di queste età viene presa in considerazione.

L'assegno unico 2022 sarà per i figli dal 7 mese di gravidanza fino a 21 anni compiuti.

Si ricorda che in questo caso valgono solo quelli che, dopo il diciottesimo, stanno studiando all'università o presso un corso professionalizzante, o sono in fase di avviamento al lavoro o presso le liste di collocamento.

Si stava valutando anche di estenderlo a 25 anni, nel caso di figli universitari, un po' nella falsa riga della pensione di reversibilità.

Ma è ancora troppo presto per questo aspetto, anche perché ancora c'è da regolamentare la questione dei pagamenti in concomitanza col reddito di cittadinanza.

Assegno unico 2022 con Reddito di Cittadinanza! Ecco a quanto ammonta

Il Reddito di cittadinanza è compatibile con l'assegno unico 2022. E non poteva non esserlo, visto che come misure entrambe cercano di supportare un abbassamento del reddito familiare, in particolare in concomitanza con la pandemia da Covid.

Nel caso dell'RDC, si può avere un pagamento extra, ma solo se non superi la soglia massima del reddito. Ma già lo saprai se sei percettore di entrambi, perché l'ISEE che hai usato per uno dei due supporti economici sarà già stato analizzato e utilizzato dall'INPS per farti accedere al pagamento dell'altro indennizzo.

E vedendo la difficoltà che ci sta mettendo nell'erogare al tempo stesso i benefici, può essere segno che di percettori ce ne sono a iosa. Se sono gli stessi 2.800.000 di persone del Reddito, non deve essere una passeggiata di salute cercare di erogare l'assegno entro certe scadenze.

Constata che per l'RDC è sempre o il 14 o il 27 del mese, a seconda se hai preso la Carta RDC da un mese o da più d'un mese. Per l'assegno invece la data si sposta ogni mese.

Già nei mesi precedenti ci sono stati anche tripli pagamenti, e si teme anche per questo mese un caso simile. Probabilmente dal 1 gennaio 2022 faranno tabula rasa degli assegni ponte per garantire in maniera stabile la versione Universale.

Semmai bisogna sperare anche nella disponibilità dei fondi che il Governo Draghi ha promesso: oltre 20 miliardi tra detrazioni e supporti economici diretti. Una cifra impressionante, nettamente superiore ai finanziamenti per RDC e Quota 102

Però siamo ancora a novembre, forse è il caso di non cantare vittoria troppo facilmente.