Assegno Unico: il calendario di settembre. Chi riceve i pagamenti in ritardo dall’INPS

Quando arrivano i pagamenti per l’Assegno Unico? Ecco tutto quello che c’è da sapere in merito agli accrediti dell’AU di settembre.

assegno-unico-calendario-settembre

Tra i diversi sostegni e benefici riconosciuti in favore delle famiglie italiane, uno dei più attesi ogni mese è proprio quello dell’Assegno Unico.

Si tratta, infatti, di un beneficio spettante nei confronti dei nuclei familiari con figli a carico minorenni, con un importo mensile che varia da un valore minimo di 54 euro fino ad un importo massimo di 190 euro.

Ma quali sono le date precise da cui si compone il calendario ufficiale dei pagamenti per l’Assegno Unico di settembre 2023?

Ecco tutto quello che c’è da sapere sul calendario di settembre degli accrediti INPS per l’Assegno Unico, e quali sono le famiglie che invece rischiano di ricevere i soldi in ritardo.

Novità sui pagamenti dell’Assegno Unico di settembre

Fino a qualche mese fa, i pagamenti dell’Assegno unico per ciascun figlio a carico erano contraddistinti da una maggiore flessibilità da parte dell’INPS. Infatti, nella maggior parte dei casi, i richiedenti l’Assegno unico non sapevano a tutti gli effetti la data in cui l’INPS avrebbe avviato il pagamento dell’AU.

Ad oggi la situazione è decisamente cambiata: a partire dalla mensilità di luglio, infatti, l’INPS e la Banca d’Italia hanno deciso di definire al meglio il calendario e le modalità di erogazione dell’Assegno Unico.

A questo proposito, sono state rese note le modalità di pagamento e le date di accredito dell’Assegno Unico che saranno rispettate a partire dal mese di luglio fino a dicembre 2023.

Le date dei pagamenti dell’Assegno Unico di settembre

Sono in molte le famiglie che sono in attesa di conoscere la data precisa in cui potranno a tutti gli effetti vedere il pagamento dell’Assegno Unico di settembre 2023.

A questo proposito, pare che l’INPS procederà all’erogazione dell’Assegno Unico durante le giornate di venerdì 15 settembre, lunedì 18 settembre e martedì 19 settembre.

Tuttavia, occorre anche chiarire che non tutti i genitori con figli a carico minorenni potranno ricevere l’Assegno Unico in una di queste tre date.

Questo perché coloro che hanno presentato domanda ad agosto, potranno effettivamente percepire il primo versamento dell’Assegno Unico soltanto alla fine del mese successivo rispetto alla data in cui è stata trasmessa la richiesta.

Dunque, in questi casi, ovvero per quei genitori che hanno inviato la domanda per l’Assegno Unico a fine agosto, la prima mensilità dell’AU sarà erogata soltanto alla fine di settembre.

Pagamenti Assegno Unico: i ritardi a settembre

Inoltre, un’ulteriore situazione in cui potrebbe non essere rispettato il calendario dei pagamenti relativi all’accredito per l’Assegno Unico, riguarda quella in cui si verificano delle difformità oppure delle omissioni nell’ISEE oppure nella Dichiarazione Sostitutiva Unica.

A questo proposito, l’INPS è tenuto ad inviare un avviso tramite email, SMS oppure PEC, in merito agli errori eventualmente riscontrati.

Dunque, qualora si verificasse una mancata regolarizzazione della propria posizione, gli importi dell’Assegno Unico saranno erogati in date diverse rispetto a quello al momento riportate dal calendario dei pagamenti AU dell’INPS.

In tal senso, per coloro che desiderano approfondire la data dei pagamenti dell’Assegno Unico, sarà necessario rispettare un’apposita procedura telematica che prevede i seguenti passaggi: 

  • autenticazione al sito INPS con le credenziali personali;

  • accesso alla sezione dedicata al fascicolo previdenziale;

  • selezione della voce Prestazioni e successivamente dei Pagamenti.

In questo modo, i genitori con figli a carico minorenni potranno controllare al meglio lo storico di tutti i pagamenti legati all’Assegno Unico e tutte le indicazioni per quanto riguarda i prossimi accrediti a loro spettanti.

Leggi anche: Assegno unico, nuovi importi in arrivo per le famiglie: tabella, conguaglio e istruzioni.