Il reddito di cittadinanza oggi è di fatto uno dei benefici maggiormente richiesti da parte della popolazione italiana, in particolare indirizzata nei confronti di quei cittadini che presentano delle condizioni economiche di grave difficoltà. 

In tal senso, nonostante le prime iniziali incertezze in merito al futuro del reddito di cittadinanza, causate in seguito alla formazione del nuovo esecutivo di Governo italiano e dunque dalla nomina come Presidente del Consiglio, Mario Draghi, oggi pare che la squadra governativa sia decisa ad investire anche sul beneficio del reddito di cittadinanza.

A questo proposito, in seguito all’entrata in vigore di un altro importantissimo sostegno, rappresentato dall’assegno unico universale approvato in maniera temporanea nei confronti di alcune categorie di famiglie, che hanno almeno un figlio di età inferiore a quella dei diciotto anni, anche quei nuclei che beneficiano del reddito di cittadinanza sono stati interessati da importanti novità.

In tal senso, l’assegno unico temporaneo potrà essere effettivamente beneficiato anche da parte di chi attualmente risulta essere titolare delle mensilità riferite al reddito di cittadinanza, soltanto però nei casi in cui vengano rispettati tutti i requisiti specifici.

Dunque, all’interno dell’articolo, saranno offerti tutti i maggiori dettagli nm mirto al funzionamento di un doppio pagamento che interesserà in egual modo i cittadini che potranno beneficiare congiuntamente da un lato del reddito di cittadinanza e dall’altro dell’assegno unico temporaneo da parte dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale. 

Il funzionamento del pagamento doppio per RdC e assegno unico

In seguito all’entrata in vigore definita avvenuta a partire dal nuovo anno dell’assegno unico universale, e di conseguenza del recente assegno temporaneo, per cui è stata prevista una fase di sperimentazione entro la data del 31 dicembre di questo anno, sono tantissime le novità che hanno investito le persone che attualmente potranno continuare a beneficiare del reddito di cittadinanza, e che allo stesso tempo risultano essere idonee anche alla ricezione dell’assegno unico. 

In questo senso, infatti, dopo un periodo di incertezza che ha portato dubbi in mentito alle modalità di erogazione di tali benefici, recentemente l’Istituto INPS ha fatto sapere alla popolazione italiane che i versamenti previsti per chi usufruirà di reddito di cittadinanza e di assegno unico temporaneo in maniera congiunta, saranno doppi.

Questo si traduce con la possibilità di accedere in un primo momento al reddito di cittadinanza, il quale viene solitamente erogato entro il 27 di ogni mese, e, in un secondo momento, anche dell’erogazione dell’assegno temporaneo per le famiglie con uno o anche più di un figlio a carico minorenne.

Inoltre, è stato chiarito anche che tale pagamento doppio previsto nei confronti di quei cittadini beneficiari del reddito di cittadinanza e che presentano tutti i requisiti per ottenere l’assegno unico, sarà erogato direttamente mediante l’accredito sulla carta reddito di cittadinanza, ovvero la carta elettronica predisposta per il RdC, in ottemperanza delle disposizioni presentate nel testo del decreto-legge numero 4 pubblicato in data 28 gennaio dell’anno 2019.

Quando arriveranno i pagamenti doppi per RdC e assegno unico

Secondo quanto precisato anche da parte dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale, inoltre, avendo ricevuto un numero davvero molto elevato di domande presentate da parte dei cittadini che ritenevano di essere in possesso di tutte le condizioni necessarie per ottenere il riconoscimento dell’assegno unico temporaneo, i pagamenti e l’effettiva erogazione degli accrediti nei confronti dei beneficiari da parte dell’istituto iNPS hanno subito inevitabilmente dei ritardi. 

A questo proposito, pur essendo entrato in vigore già durante il mese di luglio, ancora tutti i cittadini che percepiscono il RdC stanno ancora aspettando di ottenere gli accrediti legati alla quota spettante dell’assegno temporaneo, a causa degli enormi tempi di attesa causati non soltanto alla stessa ricezione delle istanze ma anche dai controlli attenti e precisi predisposti da parte dell’INPS.

In questo senso, occorre precisare che già negli ultimi giorni sono sempre di più i cittadini che percepiscono regolarmente il reddito di cittadinanza e che possono visualizzare lo stato dei pagamenti già relativi alla mensilità di settembre.

Questo lascia quindi ben sperare  che i pagamenti almeno relativi al reddito di cittadinanza, potrebbero già avvenire nelle prossime giornate, a partire dalla data di lunedì 20 settembre.

In questo senso, i cittadini potrebbero dunque ottenere il beneficio sicuramente in molto anticipo rispetto alle tradizionali date degli accrediti che prevedono la ricezione del reddito di cittadinanza intorno agli ultimi giorni del mese, verso il 27. 

Al contrario, per quanto riguarda gli accrediti relativi all’assegno unico, sarà necessario aspettare ancora un po di tempo, ma sicuramente entro il giorno 30 di settembre.