Negli ultimi tempi si sente tanto parlare di transizione ecologica e auto elettriche.

Molti sono i bonus che il governo mette a disposizione, per chi acquista un’auto a bassa o zero emissione di CO2.

Ma, se i vantaggi per l’ambiente sono notevoli e noti, quanto è vantaggiosa un'auto elettrica per i nostri portafogli?

Le spese per un'auto possono risolversi in quattro categorie:

  • spesa di acquisto iniziale;
  • costo dell’energia o del carburante;
  • polizza Rc, ovvero l'assicurazione;
  • bollo auto e altre tasse.

Cerchiamo di analizzare tutte queste spese nel dettaglio, per comprendere quanto costa davvero mantenere delle auto elettriche, nel 2021, e se è davvero più vantaggioso che avere un veicolo a benzina o a diesel.

Quanto costa acquistare le auto elettriche

Per quanto riguarda l’acquisto di delle auto elettriche, il primo parametro da tener presente, accanto al prezzo, sono i Km che si possono fare con una ricarica completa.

In parole povere, quanto fa un’auto elettrica con un pieno?

Questo fattore infatti determina molto spesso le fasce di prezzo. Nel range delle più economiche possiamo trovare auto il cui valore varia tra i 25.000 e i 35.000 euro. Questa categoria di veicoli permette di fare in genere mediamente dai 150 ai 250 km con una ricarica completa.

Da segnalare la Fiat 500e che, al prezzo base di listino 2021 di 26.150,00 euro, permette di fare fino a 400 km senza ricaricare il veicolo.

Più si sale di prezzo più le prestazioni e le rifiniture della macchina aumentano. Basti pensare che anche la Porsche ha presentato il suo modello elettrico Taycan Turbo S, che ha un prezzo base di 191.879,00 euro.

Tra le auto elettriche di lusso vale la pena di segnalare anche la Tesla Model X, acquistabile ad un importo di listino di 100.970,00 euro, che offre grandi prestazioni di motore per una ricarica totale da quasi 600 km.

Riepilogando, per l’acquisto un’auto elettrica il prezzo minimo da considerare si aggira intorno ai 25.000 euro, per chi si accontenta dei modelli economici.

Ad ogni modo, per l’acquisto di auto elettriche o anche a bassa emissione di CO2 si possono utilizzare bonus governativi (come gli ecobonus), che offrono uno sconto sul prezzo iniziale del veicolo.

Come si ricaricano le auto elettriche

Quando si acquistano auto elettriche l’ideale è effettuare una ricarica presso le colonnine o utilizzando una wallbox, tuttavia al momento dell’acquisto viene fornito anche un caricatore, che permette il collegamento alle normali prese elettriche di casa.

Tutti i produttori però avvertono che questa modalità è sconsigliata, poiché gli impianti elettrici domestici non sono progettati per un carico così elevato.

La wallbox è un dispositivo che può essere installato nel garage o in casa è che permette la ricarica in sicurezza dell’auto. Il costo per acquisto e installazione di una wallbox varia tra i 1.000 e i 3.000 euro.

Infine ci sono le colonnine elettriche, queste sono paragonabili in tutto e per tutto alle pompe di benzina private. I prezzi oscillano e variano a seconda della compagnia di rifornimento che si sceglie. 

Tra le più note la Enel X e la Duferco Energia, queste applicano tariffe diverse, basate anche sul tipo di energia erogata, cioè a corrente alternata o continua. Ad ogni modo, il prezzo medio per kWh alle colonnine si aggira sui 0,40 euro.

Quanto costa un pieno di energia elettrica 

Tirando le somme, quanto costa un pieno con l’auto elettrica?

Tenendo conto che i costi variano in base alle prestazioni dell’auto e alla capacità della batteria, i dati del sito Electric Vehicle Database riportano un consumo medio delle auto elettriche pari a 15-20 kWh per 100 km

Sono stati messi a paragone i consumi di una Volkswagen Golf a benzina e di un’auto elettrica dalla batteria di 30 kWh, con un’autonomia di 200 km. Secondo la stima per percorre 100km, l’auto benzina consuma 12,5 euro, mentre l’equivalente auto elettrica all’incirca 5 euro, con i consumi calcolati sull’energia domestica.

Per la ricarica alle colonnine il costo è quasi doppio, se si considera che la più diffusa tariffa domestica per le utenze di casa si aggira intorno a 0,18 euro per kWh, mentre le colonnine erogano energia intorno a 0,40 euro per kWh.

Il consumo in termini di costo è certamente più basso per le auto elettriche, tuttavia si deve considerare che i modelli più economici hanno un'autonomia media di 200 km per pieno.

Quindi a parità di prezzo d’acquisto del veicolo, per le auto in fascia economica, i veicoli a benzina permettono di percorrere molti più km con un pieno

Diverso il caso se si parla di auto elettriche di lusso.

Bollo auto e assicurazione

Confermato che i consumi energetici di un’auto elettrica sono inferiori a quelli di una macchina a benzina, vediamo quanto costa l’assicurazione.

Per quanto riguarda i costi assicurativi, è stato stimato che nel vasto panorama delle polizze, possedere un auto elettrica fa risparmiare dal 10% al 30%, rispetto ad un’auto a benzina. Per le auto ibride invece la soglia di risparmio si abbassa al 5% o 10%.

Le polizze assicurative delle auto elettriche sono pressoché identiche a quelle delle auto a benzina. Sono soggette alle medesime normative, il prezzo quindi varia in base alla città, alla classe del conducente e altri parametri.

Riguardo al bollo auto, le auto elettriche e ibride possono godere dell’esenzione dal pagamento di questa tassa. Tuttavia, la misura è regolata a livello regionale e come esercitarla è a discrezione delle autorità locali. 

Fino adesso, l’esenzione dal bollo auto per le auto elettriche è valida 5 anni in tutte le regioni, mentre per le auto ibride è applicata una forte discrezionalità. Soltanto Piemonte e Lombardia hanno escluso a vita le auto elettriche dal pagamento del bollo.

Passati i 5 anni di esenzione, il costo del bollo auto varia a seconda della potenza dell’auto, per un importo che va dai 40 ai 110 euro l’anno.

Le auto elettriche convengono di più?

In conclusione, possiamo dire che l’auto elettrica presenta costi più bassi di gestione, soprattutto se si considera il lungo periodo

Ma, per valutare l’acquisto si deve tenere conto prima di tutto delle esigenze dell’acquirente.

Le auto elettriche economiche permettono un numero di Km ridotto, rispetto ai veicoli tradizionali a benzina con un prezzo equivalente. Quindi, se siete amanti dei lunghi viaggi - a meno che non vogliate spendere 100.000 euro per un Tesla Model X - l'auto benzina rimane più indicata.

I modelli elettrici più economici sono però particolarmente comodi per la città e per chi usa la macchina per brevi spostamenti.

Inoltre, se la ricarica alle colonnine autostradali è in genere molto costosa. All’interno dei centri abitati, alcuni comuni mettono a disposizione stazioni di ricarica per le auto elettriche gratuite o a basso costo. 

Ad ogni modo, il futuro corre nella direzione delle auto elettriche. Dobbiamo quindi immaginare che negli anni a venire sempre più sconti e agevolazioni saranno rivolti a chi sceglie di abbandonare i carburanti inquinanti.