Bolletta del gas oltre qualsiasi previsione? Gli aumenti degli ultimi mesi stanno letteralmente mettendo in ginocchio gli italiani sempre più costretti a tirare la cinghia per arrivare a fine mese e far quadrare il bilancio mensile. Seguendo 7 regole si potrebbe risparmiare qualche euro in più.

Le ultime bollette del gas ti hanno lasciato il magone in gola e la paura di ricevere un nuovo colpo nella prossima fattura ti perseguita? Bene, ti trovi al posto giusto nel momento giusto. 

L’articolo è stato pensato per fornire una guida al contenimento dei consumi rispettando solo 7 regole, facendo respirare un po' il proprio portafoglio. Diversamente da come si potrebbe pensare, le chance a disposizione dei cittadini per abbassare i consumi di gas, e quindi l’importo da pagare in bolletta, sono molte.

Il contesto economico attuale non gioca però a nostro favore. La guerra Russia-Ucraina è arrivata ormai ad un punto di non ritorno e gli effetti economici strettamente legati al conflitto iniziano a diventare sempre più pesanti. I costi in bolletta, già fin troppo elevati, sono schizzati alle stelle negli ultimi mesi. 

Nonostante il Governo Draghi abbia introdotto una serie di sussidi per venire incontro alle famiglie schiacciate nella morsa dei rincari, non sempre i sostegni sono sufficienti ad ammortizzare le difficoltà economiche maggiormente avvertite dai nuclei familiari a reddito basso, Bonus sociale compreso.

In questo contesto, anche le famiglie a ISEE alto necessitano di un aiuto purtroppo mancante. Risparmiare qualche euro sulle bollette del gas è quindi impossibile? Assolutamente. 

Nel corso dei paragrafi vi sveleremo come pagare meno sulle prossime bollette. Basta semplicemente osservare alla lettera 7 regole. 

Vediamo subito quali sono.

Bolletta del gas, 7 regole per risparmiare: attenzione alle perdite

Si può risparmiare sulle bollette del gas solo seguendo dei piccoli accorgimenti, molto spesso ignorati. La prima regola da rispettare appare quasi scontata. Chi di voi ha mai prestato attenzione alle perdite? 

Per quanto banale possa sembrare, una piccola perdita genera una dispersione di calore da non sottovalutare. Più la perdita è di una certa portata, più gas si consuma se si vuole riscaldare un particolare ambiente o tutta la casa.

Ogni stagione è buona per cimentarsi in un controllo. Con l’estate ormai alle porte l’occasione potrebbe rivelarsi propizia per risparmiare qualche euro sulla bolletta del gas a stagione ultimata, quando sarà necessario accendere i riscaldamenti con l’arrivo dei primi freddi. 

Per questo motivo, consigliamo ai nostri lettori di correre subito ai ripari e iniziare una “caccia alla perdita” prima che sia troppo tardi. Prima ancora di prendere tutte le precauzioni del caso, è di fondamentale importanza isolare l’appartamento da possibili spifferi. 

Così facendo sarà necessario un minore consumo di gas per riscaldare l’appartamento, a cui seguirà un maggior risparmio in bolletta. 

Non siete ferrati in tema “spifferi”? vi forniamo alcune indicazioni su come trovarli. Nulla di così complicato, basta semplicemente controllare le correnti d’aria provenienti dall’esterno. 

Porte, finestre, infissi di diversa natura, potrebbero riservarvi una sgradita sorpresa. 

In verità, un minuzioso controllo andrebbe fatto anche sulle tubature, poiché le perdite possono nascondersi anche negli angoli di casa più sperduti, condotte comprese. Un programma di controlli ben articolato garantirebbe non solo un risparmio sulle bollette del gas, ma eviterebbe problemi di diversa entità.

Naturalmente, le tubature vanno supervisionate da un esperto del settore e questo comporta un costo. La spesa sostenuta, qualunque essa sia, sarà comunque ripagata a lungo andare.

Bolletta del gas, 7 regole per risparmiare: occhio alla caldaia

Una delle 7 regole per risparmiare sulla bolletta del gas riguarda la caldaia. Dispositivi mal funzionanti fanno impennare i costi delle utenze mensili. Quando se ne ravvisa la necessità è opportuno provvedere alla sostituzione del dispositivo. 

Naturalmente, acquistare una caldaia non è una spesa da poco conto. Ma ragioniamo sempre in ottica di risparmio: una maggiore spesa supportata oggi si traduce in un investimento a lungo andare. 

Alcune caldaie, pur richiedendo un esborso monetario di una certa rilevanza, possono farti risparmiare ogni mese fino al 30% in bolletta. Prova ne sono le caldaie a condensazione.

Non dimentichiamoci, poi, delle continue riparazioni da effettuare sui dispositivi ormai vecchi per renderle funzionali.

Tutto questo per dire che la scelta di sostituire una caldaia obsoleta si traduce in un risparmio sulla bolletta del gas non indifferente, soprattutto con il passare degli anni.

E l’occasione è da prendere al volo anche per l’opportunità offerta da alcuni Bonus di agevolarne le spese di acquisto. Non lasciatevi, quindi, sfuggire il Bonus caldaia introdotto dall’esecutivo italiano.

Stiamo parlando di una misura, rientrante nel pacchetto dei Bonus casa, accessibile se si ha interesse a risparmiare sul prezzo di acquisto di un nuovo dispositivo. 

Occhio però alle condizioni: le agevolazioni sono vincolate alla realizzazione di un lavoro di ristrutturazione. E le detrazioni vanno dal 50% al 100% se si fa ricorso al Bonus ristrutturazione 50%, all’Ecobonus 65% e al Superbonus 110%.

Bolletta del gas, 7 regole per risparmiare: è importante la manutenzione!

Se sei seriamente interessato a risparmiare sulla bolletta del gas non puoi ignorare la manutenzione dei dispositivi. Mantenere le caldaie efficienti dal punto di vista del funzionamento è di fondamentale importanza se, ad esempio, non si ha l’intenzione di sostituire il vecchio dispositivo in possesso.

Solo in questo modo potrai effettivamente provare che la tua caldaia non consumi più gas del dovuto.

Naturalmente, lo stesso vale per gli impianti recentemente acquistati e per tutti i dispositivi a gas, compresi i fornelli della cucina e tutti gli elettrodomestici che funzionano ad acqua calda (scaldabagni, lavastoviglie, lavatrici e via dicendo).

Risparmiare sulla bolletta del gas? Tieni bassa la temperatura!

C’è un'altra regola da seguire per tenere sotto controllo la bolletta del gas. Per lo più si tratta di un trucco. La tua casa sembra l’equatore? Mantieni il controllo della temperatura se vuoi risparmiare di più in bolletta.

Non solo quella dei termosifoni. Se l’acqua che sgorga dai tuoi rubinetti è molto calda devi tenere sotto controllo la caldaia. Molto spesso sui dispositivi più datati è presente una manopola che permette di abbassare la sua temperatura in completa autonomia.

Cosa si rischia mantenendo quest’ultima troppo elevata? Ovviamente uno spreco di gas! Ciò genererà più costi addebitati in bolletta.

Bolletta del gas, altra regola per risparmiare: controlla il termostato

Se uno dei tuoi scopi e di risparmiare sulla bolletta del gas, non puoi non pensare al termostato. Come prima cosa, è bene sempre controllarlo per capire se va messo sotto di qualche grado. 

Più gradi ci sono in casa, maggiore sarà il consumo di gas e l’importo addebitato nelle bollette ogni mese. Il consiglio che sentiamo di darvi è di ricorrere ai termostati tecnologicamente più evoluti, quelli denominati “intelligenti”, capaci di abbassare in autonomica la temperatura in base alle condizioni climatiche. 

Un ottimo modo per ridurre i consumi di gas e per risparmiare mensilmente. Nel caso in cui la decisione di istallare un termostato intelligente non ti andasse a genio, nessun problema: i termostati attuali sono pur sempre programmabili. Dunque, potrai regolare la temperatura a tuo piacimento.

Bolletta del gas, 7 regole per risparmiare: un uso moderato dei fornelli aiuta

Veniamo all’ultima delle 7 regole. Per risparmiare sulla bolletta del gas basta controllare i fornelli e non eccedere nel loro utilizzo. In fase di cottura, si consiglia l’utilizzo dei coperchi.

Alcuni accorgimenti si devono tenere anche per i forni: non vanno preriscaldati e si deve limitare l’apertura dello sportello in modo da non disperdere il calore generato.