Bollette luce e gas, scende il prezzo: quanto si risparmia su gas ed elettricità

Bollette luce e gas, scende il prezzo: le previsioni, per il presidente di Nomisma energia calo del 2% sul gas e dell'8% sull'energia.

La spesa legata a bollette di luce e gas rappresenta ancora un elemento di forte preoccupazione per molti nuclei familiari. Dopo gli aumenti legati alla pandemia e alle tensioni internazionali degli ultimi anni, e dopo la fine del mercato tutelato del gas e quella imminente del mercato tutelato luce, sembrano esserci buone notizie in merito.

A riferirlo è il presidente di Nomisma Energia, Davide Tabarelli. Secondo le previsioni, il risparmio sarà del 2% sul gas e dell’8% per l’elettricità. E si tratta di buone notizie non solo per i clienti vulnerabili e per quelli del mercato tutelato della luce, ma anche per le famiglie che hanno effettuato il passaggio al mercato libero.

Nonostante la buona notizia, Assoutenti pone l’attenzione sul rialzo dell’Iva e degli oneri di sistema da parte del governo, senza il quale il risparmio sarebbe stato dell’11%.

Bollette luce e gas, scende il prezzo: le previsioni

Dopo anni di aumenti e bollette salite alle stelle, i consumatori potrebbero prendere una boccata d’aria finalmente.

È ciò che emerge dalle previsioni di Davide Tabarelli, presidente di Nomisma energia, in attesa che Arera, l’Autorità di Regolazione per energia, reti e ambiente, renda nota la tariffa del metano per il mese di febbraio per i clienti vulnerabili.

Ricordiamo, infatti, che a partire dal 10 gennaio scorso il mercato tutelato ha cessato di esistere. Non cambiano, invece, le cose per i clienti vulnerabili, tra i quali rientrano coloro che hanno un’età pari o maggiore ai 75 anni, che hanno una disabilità, si trovano in gravi condizioni di salute o vivono in strutture abitative di emergenza dopo eventi calamitosi.

Secondo le previsioni, il calo potrebbe essere pari al 2%.

Ancor più positive le stime per quanto riguarda l’elettricità. In questo caso, infatti, il calo sarebbe dell’8%. Bisogna aspettare l’aggiornamento delle tariffe da parte di Arera che arriverà entro la fine di marzo, con riferimento al trimestre aprile-giugno.

In questo caso, si fa ancora riferimento al mercato tutelato, in quanto, per l’elettricità, questo continuerà a esistere fino a luglio 2024.

Perché il prezzo delle bollette di luce e gas scende

Ma a cosa è dovuto questo calo? Secondo il presidente di Nomisma energia, le ragioni del calo sono da ricercare nel mercato internazionale. Come dice Tabarelli:

la crisi del gas è dimenticata, le scorte sono altissime, la domanda è bassa grazie anche alle rinnovabili e al nucleare francese.

Perché il calo è una buona notizia anche per le bollette luce e gas nel mercato libero

Le previsioni sulle bollette di gas e luce per i clienti vulnerabili – e nel mercato tutelato per l’elettricità – riguarderebbero moltissime famiglie.

Tabarelli, infatti, evidenzia l’importanza delle tariffazioni per i vulnerabili che sono ormai da prendere come riferimento per il resto del mercato, comprese, quindi, le famiglie che hanno effettuato il passaggio al mercato libero dell’energia. Come ha ricordato il presidente di Nomisma energia:

sono circa 3 milioni su 20 gli utenti vulnerabili per il gas e 4,5 milioni in tutela su 30 nell’elettrico.

La stima, dunque, sarebbe di 76 euro per il gas all’anno e di 50 euro all’anno per l’elettricità.

Anche Assoutenti (Associazione Nazionale Utenti Servizi Pubblici) riconosce che si tratti di una buona notizia, anche perché l’eventuale riduzione delle tariffe del gas del 2% potrebbe spingere anche le società nel mercato libero ad adeguarsi a tali ribassi.

Leggi anche: Mercato libero, conviene? Ecco quanto si risparmia

Bollette luce e gas ancora troppo alte: senza Iva calo dell’11%

Nonostante Assoutenti riconosca che le stime non possono che rappresentare una buona notizia, l’Associazione evidenzia quanto si sarebbe potuto concedere un respiro ancor più ampio alle famiglie.

Il motivo? Sul gas, incide la tassa del governo, come spiega il responsabile del settore energia dell’Unione Nazionale Consumatori, Marco Vignola:

peccato che ci sia la tassa del Governo che dal 1° gennaio ha rialzato l’Iva e gli oneri di sistema sul gas, altrimenti il calo sarebbe stato ben maggiore […] Una sovrattassa pari a 114 euro.

Senza l’Iva, infatti, la percentuale sarebbe salita all’11,9%.

Non solo, perché troppo alte rimangono le bollette della luce che hanno registrato un +11,5% rispetto al 2021 e un +44,5% rispetto al 2020.

 

 

 

 

 

Federica Antignano
Federica Antignano
Aspirante copywriter, classe 1993. Curiosa di SEO, trascorro la maggior parte del mio tempo a scrivere, in ogni sua declinazione. Mi sono diplomata in lingue presso il liceo statale Pasquale Villari di Napoli. Ho inizialmente lavorato in una start up, cominciando a scrivere per vendere e ora continuo ad affinare le mie capacità attraverso corsi e tanti tanti libri sulla pubblicità e sul digital marketing. Con il tempo ho scoperto anche l'interesse verso lo scrivere per informare e questo è il motivo per cui oggi sono felice di far parte del team di redattori di Trend-online.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate