Il pagamento relativo alla tassa prevista dal bollo auto, non è affatto una novità per i milioni di italiani che risultano essere in possesso di almeno un’autovettura e di qualsiasi veicolo a motore. 

Anche per l’anno 2021, purtroppo, saranno centinaia di migliaia i cittadini italiani che dovranno provvedere ad effettuare il pagamento della tassa automobilistica di possesso, prima della sua scadenza, per non incorrere ad eventuali sanzioni.

Tuttavia, sono state numerose le Regioni italiane che hanno provveduto ad approvare ed introdurre nuove esenzioni, proroghe e aiuti economici per alcune categorie di automobilisti, in particolare quelli che presentano delle disabilità gravi, così come anche per determinate categorie di automobili, incentivando l’acquisto di autovetture ibride o elettriche, che risultano avere un minore impatto ambientale.

Ma le novità non sono finite per il pagamento del bollo auto 2021. Infatti, anche il Governo italiano ha fatto la sua parte in merito alla tassa automobilistica di possesso, grazie al bonus cashback, introdotto al fine di aiutare e sostenere economicamente le famiglie italiane, messe a dura prova a causa dell’arrivo dell’emergenza sanitaria da Coronavirus

Effettivamente, grazie al bonus cashback, centinaia di migliaia di famiglie italiane che sono in possesso di una o più autovetture, potranno godere del bonus cashback, accedendo così ad uno sconto pari al 10 per cento del pagamento complessivo relativo al bollo auto.

Ecco quindi una breve guida che permetterà di capire chi potranno essere considerati i cittadini italiani fortunati che potranno dire addio al pagamento del bollo auto, quali sono i requisiti richiesti per ottenere l’esenzione e come fare per avere lo sconto del 10 per cento per chi dovrà invece pagarla obbligatoriamente. 

Bollo auto 2021: quali sono le novità di quest’anno

Con il nuovo anno, saranno centinaia di migliaia le famiglie italiane che sono in possesso di almeno un’automobile, che dovranno pagare la tanto odiata tassa del bollo auto, anche per l’anno 2021. 

Tuttavia, avendo lasciato alle spalle un anno davvero difficile, in cui sono stati tantissimi i cittadini italiani colpiti dalla crisi economica conseguente all’esplodere dell’emergenza sanitaria del Covid-19, le Regioni italiane e il Governo hanno deciso di introdurre una serie di nuove esenzioni, proroghe ed aiuti al fine di andare incontro alle esigenze degli italiani. 

Per questo motivo, saranno tantissimi i cittadini coinvolti nella serie di aiuti ed esenzioni previsti dalle Regioni per il pagamento della tassa del bollo auto

Essendo la tassa automobilista di possesso un tributo regionale, è bene quindi consultare sempre il sito ufficiale della Regione di residenza, al fine di restare sempre aggiornati su possibili nuove proroghe o eventuali esenzioni che potrebbero essere introdotte anche nel corso dei mesi del 2021. 

Un’altra novità riguarda anche l'estensione del famoso bonus cashback anche per il pagamento del bollo auto, dando così la possibilità a migliaia di cittadini italiani che pagheranno attraverso un sistema di pagamento elettronico, come quello del bancomat e delle carte di credito, ad uno sconto pari al 10 per cento della spesa effettuata destinata al pagamento del bollo auto.

Chi potrà accedere all’esenzione 

Come accade ogni anno, anche in questo caso, per l’anno 2021, sono state approvate ed introdotte una serie di esenzioni destinate al pagamento del bollo auto. A questo proposito, sono state incluse alcune categorie di cittadini che presentano determinate condizioni, come ad esempio quei cittadini con gravi condizioni di disabilità, oppure quei cittadini che risultano essere in possesso di specifiche categorie di autovetture.

Per quanto riguarda i cittadini che hanno la possibilità di godere dell’esenzione del bollo auto 2021, rientrano in questa categoria quei cittadini che presentano condizioni di disabilità, come nel caso dei non vedenti, sordi, disabili che presentano gravi limitazioni relative alla capacità di deambulazione o che risultano essere affetti da pluriamputazioni o con ridotte e limitate capacità motorie, così come anche i disabili che presentano problematiche come handicap mentali e psichici che hanno diritto all’indennità di accompagnamento. 

Per quanto riguarda invece le categorie di auto che rientrano nell’esenzione anche per l’anno 2021, i fortunati che potranno non pagare il bollo auto saranno quei cittadini che risultano essere in possesso delle seguenti tipologie di auto: auto elettriche che hanno meno di cinque anni di vita, auto storiche che risultano essere state immatricolate almeno trenta anni fa, oppure quelle auto ibride che risultano essere state acquistate durante l’anno 2019. 

Per quanto riguarda quest’ultima categoria, la durata dell’esenzione varia dai tre ai cinque anni, in base alla Regione di residenza dell’automobilista. Per questo motivo, è fondamentale consultare direttamente il sito web ufficiale della Regione. 

Come avere lo sconto del 10% sul bollo auto

Grazie all’approvazione del famoso bonus cashback, preannunciato dal premier italiano Giuseppe Conte, durante la conferenza stampa del 3 dicembre scorso, e sperimentata anche durante il periodo natalizio da milioni di cittadini, anche le famiglie italiane che sono in possesso di un’autovettura, potranno avere la possibilità di accedere al bonus pari al 10 per cento della spesa sostenuta per il pagamento del bollo auto.

Infatti, una grande novità per l’anno 2021 è rappresentata proprio dalla possibilità di accedere al bonus cashback, offerta a tutti coloro che effettueranno il versamento dei soldi relativi alla tassa del bollo auto attraverso un sistema di pagamento elettronico, quali bancomat, carta di credito o app di pagamento tramite smartphone, presso gli esercizi commerciali fisici, come ad esempio gli sportelli postali, i punti vendita di SISAL, le agenzie ACI o Lottomatica.

Inoltre, per i residenti nella Regione della Lombardia, è possibile accedere ad uno sconto pari al 15 per cento del versamento relativo al bollo auto, nei casi in cui questi pagano attraverso il metodo di pagamento PagoPa.

Quando si deve pagare il bollo auto

Il bollo auto è una tassa che deve essere versata con cadenza annuale da parte di tutti i cittadini italiani che risultano essere in possesso di una qualsiasi autovettura a motore, che sono iscritti all’intento del PRA, cioè il Pubblico Registro Automobilistico

La tassa di possesso auto ha come scadenza quella del mese successivo a quello in cui è stata effettuato l’immatricolazione dell’auto. Un’unica eccezione è rappresentata dalle Regioni della Lombardia e del Piemonte, in cui sono state stabilite alcune date precise entro cui è necessario pagare, ovvero il 20 gennaio 2021 (per il bollo auto scaduto nel mese di dicembre 2020), il 31 maggio 2021 (se il bollo scade nel mese di aprile 2021), e il 30 settembre (se il bollo auto scade nel mese di agosto 2021).

Come si paga il bollo auto

Per quanto riguarda il pagamento del bollo auto, a partire dal 1° gennaio 2020, sono state previste diverse modalità di pagamento, ovvero: home banking, qualsiasi punto vendita Sisal o Lottomatica, sportelli ATM abilitati, così come anche tramite l’app o il sito ufficiale di Poste Italiane o anche dell’Agenzia delle Entrate, oppure in alternativa tramite il sistema PagoPa

Quali sono gli importi del bollo auto

Per conoscere l’importo da pagare del bollo auto, è necessario che i cittadini possessori dell’autovettura, accedano al sito ufficiale dell’ACI, nella sezione relativa ai servizi online, in cui è offerta la possibilità agli utenti di calcolare sia il bollo auto online che di effettuare il pagamento.

L’importo da pagare per il bollo auto, varia in riferimento a due parametri, uno fisso e l’altro variabile, sulla base della propria Regione di residenza.