Il bonus 18app è un bonus dal valore di 500 euro destinato a tutti i ragazzi che hanno compiuto diciotto anni.

Quest'anno è il turno dei ragazzi e delle ragazze che sono nati nell'anno 2002.

Il bonus 18app è un'iniziativa nata con il Governo Renzi con l'intento di dare la possibilità ai giovani maggiorenni di ampliare la propria cultura personale. 

Spesso infatti l'accesso alla cultura è limitato se non si hanno grandi possibilità economiche. Messe da parte le biblioteche, coloro che sono economicamente vulnerabili difficilmente riescono ad andare al cinema oppure a teatro.

Andare a vedere uno spettacolo di teatro, ad esempio, è abbastanza costoso in generale perciò si può utilizzare il bonus per vivere un'esperienza diversa e arricchente da un punto di vista culturale. 

Una cosa molto importante da sapere è che per poter richiedere il bonus 18app è necessario essere in possesso delle credenziali Spid.

Un aspetto molto interessante del bonus cultura è che non ci sono limiti di ISEE per poterlo richiedere per cui tutti i diciottenni possono fare richiesta del bonus indipendentemente dalle loro possibilità economiche. 

Per redigere i primi quattro paragrafi abbiamo fatto riferimento alle informazioni presenti sul sito 18app.italia.it

In quest'articolo vedremo che cos'è il bonus 18app, come funziona la procedura per richiederlo e come creare i buoni. Vedremo dove è possibile utilizzare il bonus e per quali categorie di prodotti, con un focus sull'acquisto di libri nuovi e usati. Infine, vedremo se il bonus sarà disponibile anche nell'anno 2022. 

Iniziamo spiegando che cos'è il bonus 18app e come richiederlo. 

Bonus 18app: come funziona

Il bonus 18app è un bonus dal valore di 500 euro destinato a tutti i ragazzi che hanno compiuto diciotto anni nell'anno 2020. Quest'anno il bonus è destinato a coloro che sono nati nell'anno 2002.

Le persone che richiederanno il bonus devono essere residenti nello Stato italiano oppure avere un permesso di soggiorno valido. 

Per poter ottenere il bonus 18app è necessario innanzitutto verificare se si è in possesso delle proprie credenziali Spid. Queste credenziali infatti sono necessarie per poter effettuare la registrazione presso il portale dedicato al bonus cultura. 

Le credenziali Spid sono molto utili per proteggere la privacy del richiedente. L'utilizzo del bonus cultura è infatti strettamente personale, così come le credenziali Spid. Ricordiamo inoltre che per poter richiedere Spid è necessario aver già compiuto diciotto anni. 

Nel caso in cui invece abbiate già Spid, è necessario eseguire l'accesso al sito dedicato al bonus 18app con le vostre credenziali. Successivamente, bisognerà confermare i propri dati e accettare le condizioni d'uso. Una volta che la procedura è andata a buon fine, vi verrà inviata una mail di conferma. 

Dopo aver effettuato la registrazione presso il portale dedicato, potrete accedere tutte le volte che volete con Spid per controllare il vostro "portafoglio" e creare dei buoni da spendere. 

Per poter registrarsi sul sito del bonus 18app è necessario non solo avere le credenziali Spid ma essere anche in possesso di una connessione internet.

Nel caso di persone economicamente vulnerabili o sprovviste di computer e tablet, è possibile effettuare la registrazione tramite i computer presenti nelle biblioteche pubbliche. 

Dopo aver parlato di come funziona la procedura per richiedere il bonus 18app, vediamo adesso le date e le scadenze importanti da ricordare. 

Bonus 18app: date e scadenze

Per coloro che sono nati nel 2002 non è più possibile richiedere il bonus 18app poiché il termine ultimo per poter effettuare la registrazione al portale dedicato era il giorno 31 agosto 2021.

Tuttavia, se avete richiesto il bonus cultura prima di questa data ma non avete ancora speso tutti i 500 euro messi a disposizione, è possibile spendere i buoni fino al giorno 28 febbraio 2022. 

Dopo aver parlato delle date e delle scadenze importanti in merito al bonus cultura, cerchiamo adesso di capire come funziona la procedura per poter creare i buoni. L'utilizzo infatti dei soldi messi a disposizione avviene mediante la creazione di buoni da spendere o presso gli store online oppure nei negozi fisici.

Ricordiamo che anche se i negozi aderiscono all'iniziativa del bonus cultura è possibile usufruire del bonus solamente per le categorie di prodotti e servizi stabiliti dalla normativa e non per tutti gli articoli presenti in un determinato punto vendita. 

Bonus 18app: come creare i buoni

Per poter spendere il proprio bonus cultura è necessario scegliere il tipo di bene da comprare, verificando che l'esercente abbia aderito all'iniziativa del bonus cultura.

Successivamente è necessario fare l'accesso al sito dedicato al bonus 18app con le proprie credenziali Spid.

Nella vostra area personale troverete la voce "CREA NUOVO BUONO". Potete scegliere se utilizzare il bonus presso un punto vendita fisico oppure presso uno store online. Selezionando la voce "CREA BUONO" potrete inserire il valore del buono.

Nel caso in cui la procedura sia andata a buon fine riceverete una conferma via email. Una volta creato, potrete spendere il vostro buono.

In caso di errore o ripensamenti potete annullare tranquillamente il vostro buono. Per quanto riguarda musei, monumenti e parchi dovrete attendere qualche giorno prima che l'importo del buono creato ritorni nel vostro portafoglio. 

Dopo aver parlato di come funziona la procedura per poter creare i buoni, vediamo adesso dove è possibile spendere il bonus cultura!

Bonus 18app: come spenderlo 

Non è possibile spendere il bonus cultura ovunque e per tutte le categorie di prodotti: il bonus si può spendere solamente presso i punti vendita fisici o online che hanno aderito all'iniziativa del bonus cultura e solamente per le categorie di prodotti stabilite dalla normativa. 

Ecco qui sotto elencati i servizi e gli oggetti che rientrano all'interno del bonus cultura: 

  • biglietti per il cinema, spettacoli teatrali e spettacoli dal vivo. In merito a questi ultimi si fa riferimento a produzioni di musica, danza, teatro, circhi e spettacoli viaggianti. Non sono inclusi gli eventi da ballo. 
  • libri (inclusi audiolibri e libri elettronici), cd, dvd musicali, dischi in vinile e musica online, prodotti dell'editoria audiovisiva (su supporto fisico o digitale). Sia per i libri che per la musica che per i prodotti dell'editoria audiovisiva non rientrano nel bonus 18app i supporti hardware di qualsiasi tipo volti alla relativa riproduzione.
  • titoli che permettono l'accesso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali
  • corsi di musica, teatro e di lingua straniera
  • abbonamenti a quotidiani anche in formato digitale

Uno degli oggetti che si possono acquistare con il bonus 18app sono i libri. Vediamo quali sono i punti vendita online dove è possibile sfruttare il bonus cultura per l'acquisto di libri nuovi oppure usati!

Bonus 18app: dove comprare i libri 

I punti vendita di libri più celebri che aderiscono al bonus cultura sono Feltrinelli, Ibs e Mondadori. Tutti e tre i punti vendita vendono libri nuovi. In questo paragrafo vi parleremo di come fare per utilizzare il buono nel caso in cui scegliate di acquistare i libri presso i siti internet di questi punti vendita. 

Per quanto riguarda Ibs, al momento dell'acquisto, è possibile inserire come metodo di pagamento "Bonus Cultura-18app". Il codice collegato al buono dovrà essere inserito nella sezione dedicata poco prima di ultimare l'acquisto. Per ogni acquisto si può inserire solamente un buono. 

Per quanto riguarda invece l'acquisto di libri su Mondadori, una volta creato il buono è necessario tornare al proprio carrello e nella pagina dei pagamenti selezionare il campo "Hai una gift card, un buono 18app, Carta Docente?". A quel punto bisognerà selezionare la voce "18app" e inserire il codice del buono creato. Infine, non resta che confermare l'acquisto. 

Si può utilizzare il bonus cultura anche sul sito libreriauniversitaria.it. Una volta che si sceglie di procedere con l'acquisto è necessario scegliere come metodo di pagamento "Utilizza Buono 18app". Nel riquadro apposito bisognerà inserire il buono creato e concludere l'acquisto.  

Se invece siete alla ricerca di libri usati potete optare per Libraccio, un punto vendita che tratta libri nuovi ma anche libri di seconda mano. Spesso è possibile infatti acquistare libri usati a metà prezzo, il che si rivela essere un ottimo mezzo per risparmiare e finanziare un commercio più sostenibile di libri.

I libri di seconda mano venduti da Libraccio sono quasi sempre in ottimo stato. Per quanto riguarda l'utilizzo del buono, sarà necessario inserirlo nell'apposito campo che comparirà poco prima di concludere l'ordine. 

In alternativa, è possibile acquistare i libri anche su Amazon. Per quanto riguarda Amazon, è necessario procedere alla conversione del buono. Bisogna inserire il buono creato corrispondente ad un valore intero fino ad un massimo di 250 euro.

Dopodiché è necessario convertirlo in un codice Amazon da utilizzare al momento dell'acquisto. Per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare la pagina di Amazon dedicata al bonus 18app.

Dopo aver parlato di come è possibile utilizzare il bonus 18app per l'acquisto dei libri, vediamo se il bonus cultura saràverrà riproposto nell'anno 2022 e negli anni successivi. 

Bonus 18app: ci sarà anche nel 2022?

Un articolo di informazionefiscale.it ci spiega che molto probabilmente il bonus cultura diventerà strutturale a partire dall'anno 2022 perciò non ci sarà bisogno di confermarlo ogni anno. Una novità potrebbe essere inoltre stabilire una soglia di ISEE del valore di 25mila euro.

Il Ministro della Cultura sembra però essere intenzionato a non applicare questa seconda proposta, lasciando che il bonus 18app sia accessibile a tutti i diciottenni, indipendentemente dai propri requisiti economici.

Tuttavia, bisognerà attendere ancora un po' di tempo prima di sapere ufficialmente quali saranno le nuove decisioni in merito al bonus 18app stabilite dalla Legge di Bilancio 2022.