Di Bonus 2021 se ne vedranno ancora almeno fino alla fine dell’anno in corso. In prossimità del Natale molte agevolazioni volute ed introdotte prima dal Governo Conte, poi dall’Esecutivo Draghi, si avviano alla scadenza.

Mancano poco meno di due mesi, insomma, e dovremo dire definitivamente addio a quota parte dei contributi disciplinati dall’INPS e dell’Agenzia delle Entrate. Non mancano, però, i sussidi ancora in fase di ultimazione.

Nei precedenti giorni è arrivata la conferma sull’attivazione di un nuovo Bonus 2021: il Bonus Terme. Quest’ultimo sfruttato insieme al vecchio Bonus Vacanze 2021 offrirebbe ai cittadini la possibilità di trascorre un soggiorno gratuito, con tanto di servizi termali a costo zero, in qualsiasi parte d’Italia.

E perché non cogliere la palla al balzo e utilizzare il Bonus Terme ed il Bonus Vacanze 2021 insieme per regalarsi un periodo di relax proprio nella pausa di Natale?

D’altra parte, dopo più di un anno di stop agli spostamenti e chiusure forzate la necessità di staccare la spina dalla routine quotidiana inizia a farsi sentire. 

Se pensiamo, poi, che attraverso l’introduzione di queste misure il Governo mira a risollevare le sorti dell’imprenditoria turistica e ad ammortizzare le difficoltà economiche delle famiglie, sorte a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, non ci rimane che fare le valigie.

Parliamo di due Bonus per certi versi assimilabili, almeno nella modalità di utilizzo.

Il Bonus Vacanze 2021 è attivo dal 2020 e potrà essere utilizzato per tutto il 2021. il Bonus Terme, invece, fresco di decreto attuativo, lo si potrà sfruttare nei centri termali accreditati ad INVITALIA dal mese di novembre.

Agli interessati a scoprire in anticipo quali sono i tratti distintivi del Bonus Terme 2021 consigliamo la visione di un interessante video YouTube di Le Audioguide per TUTTI!

Scopriamo insieme quali sono le particolarità di questo doppio Bonus 2021 del valore complessivo di 700 euro.

Bonus Vacanze 2021: in cosa consiste?

Si deve al DL Rilancio 2020 l’introduzione del Bonus Vacanze. La misura voluta dall’attuale Presidente del Movimento Cinque Stelle, Giuseppe Conte, si concretizza in un’agevolazione di importo non superiore ai 500 euro da utilizzare per il pagamento dei servizi delle strutture ricettive che hanno deciso di aderire all’iniziativa, presenti sul territorio italiano.

Lo si potrà, quindi, utilizzare per i soggiorni presso villaggi turistici, hotel, alberghi e agriturismi. E ancora Bed & breakfast, case vacanze e campeggi. Di recente, il Governo si è espresso sulla possibilità di utilizzare il voucher vacanze anche presso le agenzie di viaggio, per la prenotazioni di pacchetti, e i tour operator.

Con il Bonus Vacanze, secondo quanto disposto dal decreto-legge n. 126 del 2020, si potranno prenotare soggiorni messi a disposizione da operatori online, quali Airbnb.it e Booking.com. Anche le spese supportate per fruire di eventuali servizi aggiuntivi forniti dalle strutture ricettive (animazione per bambini, servizi balneari, etc.) potranno essere coperte con il Bonus Vacanze 2021.

A scanso di equivoci, ci preme sottolineare come nell’anno corrente il Governo non abbia provveduto alla riapertura della finestra temporale per richiedere il Bonus Vacanze 2021. In poche parole, non è più possibile presentare domanda per ottenere il riconoscimento del contributo in questione.

Il termine ultimo per inoltrare la domanda dall’App IO è infatti scaduto a fine dicembre 2020.

Al momento, non si conoscono le intenzioni del Governo sulla possibilità di una riapertura di nuovi termini, tantomeno trapelano indiscrezioni su un possibile rinnovo della misura.

Pertanto, i Bonus Vacanze che potranno essere utilizzati entro Natale sono solo quelli ottenuti entro la fine dell’anno scorso.

L’agevolazione è vincolata al rispetto di un requisito reddituale. Nello specifico, il Bonus Vacanze spetta alle famiglie con reddito ISEE non superiore a 40.000 euro e verrà erogato per un importo calcolato in base alla composizione numerica del nucleo familiare.

Ad una famiglia composta da un solo membro non vanno più di 150 euro. Tale cifra è doppia per i nuclei formati da due persone, mentre una famiglia con tre o più soggetti avrà diritto ad uno sconto di 500 euro.

Bonus 2021 da 500 euro per le vacanze di Natale: come funziona?

Il Bonus 2021 per le vacanze non è diverso da altri voucher di sconto applicati al momento della fruizione dei servizi. L’80% dell’importo del Bonus Vacanze verrà scontato dal titolare della struttura ricettiva presso la quale si decide di soggiornare al momento del pagamento.

La rimanente parte, il 20%, verrà scaricata nella dichiarazione dei redditi a titolo di detrazione d’imposta dal beneficiario, componente della famiglia, a cui è intestato il documento fiscale (scontrino, fattura, ricevuta) dal quale si desume il pagamento dei servizi turistici usufruiti.

I beneficiari del Bonus Vacanze 2020 sono già in possesso del voucher di sconto scaricato dall’App IO. L’applicazione ha generato un codice QR per ciascun soggetto aderente all’iniziativa dopo aver completato la registrazione. 

Tale codice, identificativo del Bonus Vacanze 2021, andrà mostrato in fase di pagamento. L’operatore turistico, accedendo alla piattaforma dell’Agenzia delle Entrate dedicata al Bonus, procederà a registrare il voucher seguendo le informazioni fornite dall’Ente in modo da applicare l’80% di sconto sul costo dei servizi.

Occorre, però, fare attenzione alla registrazione del codice QR.

L’Agenzia delle Entrate invita gli operatori ad inserire il codice solo al momento del pagamento e non in fase di prenotazione. Una registrazione anticipata, infatti, espone al rischio di perdere il Bonus Vacanze 2021 se il beneficiario si trova impossibilitato a fruire del soggiorno.

L’agevolazione viene riconosciuta una volta soltanto e non si potrà giocare la carta del rimborso qualora non venga utilizzato. Il pagamento dei servizi tramite voucher dev’essere effettuato da un solo soggetto appartenente al nucleo familiare anche se a farne richiesta è stato un altro membro della famiglia.

Inoltre, una spesa complessiva di importo eccedente alla cifra del Bonus obbliga il beneficiario a pagare il di più.

Bonus Terme 2021 e Bonus Vacanze: 700 euro per tutti a Natale

Nei paragrafi precedenti abbiamo visto come il Bonus Vacanze può essere sfruttato presso le strutture ricettive dove si decide di soggiornare e a quale sconto dà diritto. E allora perché non utilizzarlo insieme al Bonus Terme per rilassarsi in qualche parte d’Italia nelle vacanze di Natale ormai dietro l’angolo?

Pur essendo le agevolazioni indipendenti, si potrebbe sfruttare la possibilità di utilizzarle insieme non essendo previste limitazioni al riguardo. Bonus Vacanze 2021 e Bonus Terme sono, infatti, cumulabili. L’utilizzo dell’uno non esclude l’uso dell’altro e viceversa.

Navigando su internet si potrebbe andare alla ricerca di soggiorni e luoghi termali dove trascorrere qualche giorno lontano dalla routine giornaliera organizzando una vacanza di Natale scontata di 700 euro.

Come si arriva a tale somma? Utilizzando congiuntamente il Bonus Vacanze 2021 da 500 euro ed il Bonus Terme da 200 euro di seguito esaminato.

Bonus Terme 2021: cos’è

È il decreto del 1° luglio 2021 del MISE a stabilire l’entrata in scena del Bonus Terme: l’agevolazione che riconosce uno sconto del 100% sul costo dei servizi forniti dai centri termali accreditati ad INVITALIA.

Tutti i cittadini residenti sul territorio dello Stato, purché maggiorenni, a prescindere dalla soglia del reddito ISEE, potranno usufruire di 200 euro a copertura delle spese supportate in una struttura ricettiva termale aderente all’iniziati.

Anche in questo caso, come per il Bonus Vacanze 2021, se il beneficiario spende più di 200 euro sarà chiamato a versare la parte in più di tasca propria.

La riduzione di costo si potrà applicare per il pagamento dei servizi beauty e wellness forniti dal centro che opera nel settore termale e delle acque curative, mentre non può essere applicato per pagare i servizi di ristorazione eventualmente messi a disposizione dal centro stesso e quelli a carico del Servizio Sanitario Nazionale (SSN).

Stessa sorte spetta ai servizi erogati da altri enti pubblici o aventi ad oggetto prestazioni già in utilizzo. 

Bonus Terme 200 euro senza ISEE: come funziona

Il Bonus Terme ha una validità di 60 giorni e non potrà essere ceduto a terze parti dietro pagamento di una somma di denaro, o in modo gratuito. Potrà essere richiesto una sola volta e in caso di inutilizzo si potrà ottenerne rimborso accedendo alla piattaforma INVITALIA

La sua modalità di funzionamento è abbastanza semplice e non differisce molto dalla classica prenotazione effettuata presso le strutture termali. Una volta ottenuto il buono, il beneficiario dovrà rivolgersi ad una delle strutture accreditate presente nell’elenco dei centri aderenti all’iniziativa pubblicato, appena disponibile, da INVITALIA.

Ma come si ottiene il Bonus Terme da 200 euro?

Per quanto riguarda le strutture, la data da segnare in rosso sul calendario è quella del 28 ottobre 2021. Il MISE ha disposto che a partire da tale giorno i centri termali interessati all’iniziativa potranno accreditarsi alla piattaforma online INVITALIA.

Successivamente verrà stilato un elenco delle strutture aderenti al programma “Bonus Terme 2021”, pubblicato anche dal MISE sulla pagina internet ufficiale. I cittadini potranno sceglie quella che meglio soddisfa le proprie esigenze.

L’apertura dei termini di prenotazione del Bonus Terme per i cittadini si avrà l’8 novembre 2021 (partecipando al click day).

Una volta ottenuto il voucher di sconto, da utilizzare soltanto presso la struttura prescelta, sarà il titolare del centro termale a portare a termine la procedura di riconoscimento dello sconto, tramite registrazione del Bonus sulla piattaforma INVITALIA, al momento del pagamento.

Bonus Vacanze di Natale 2021: come ottenere i 700 euro

In precedenza, abbiamo fatto accenno ad una cifra di 700 euro da sfruttare per godersi un bel soggiorno nella pausa di Natale. Ora abbiamo in mano tutte le informazioni per capire da dove arriva questa cifra.

Ebbene, 500 euro è sconto previsto dal Bonus Vacanze 2021 da utilizzare entro e non oltre il 31 dicembre dell’anno in corso, 200 euro come agevolazione prevista dal Bonus Terme per usufruire dei servizi termali, in arrivo con il click day dell’8 novembre prossimo.

In conclusione, se siamo interessati ad trascorrere le nostre vacanze di Natale in un posto che accetta il Bonus Vacanze, vicino ad un centro termale aderente al Bonus Terme 2021 presso cui abbiamo registrato il nostro voucher di sconto, potremmo concederci qualche giorno di relax risparmiando ben 700 euro.