Sono tantissimi i bonus confermati per il 2022 e le altrettante novità in arrivo che non hanno trovato attuazione per quest’anno. Dal bonus rubinetti al bonus occhiali, fino al bonus latte artificiale.

Sono ancora di più, però, i bonus che si possono richiedere fino al 31 dicembre 2021: tra gli altri, il grande pacchetto dei bonus famiglia (con il bonus bebè, il bonus asilo nido, il bonus mamma domani), che verrà inglobato nell’assegno unico e universale per i figli 2022. Anche sui bonus casa e sul Superbonus ci sono parecchie novità.

L’obiettivo del Governo, forse, è quello di ridurre il numero di bonus 2022, semplificarli e inglobarli in poche (ma ben definite) misure.

Facciamo chiarezza e andiamo con ordine: ecco tutti i bonus confermati per il 2022, che potrai richiedere tra pochissime settimane. E tu quale puoi richiedere?

Tutti i bonus del 2022: incentivi e agevolazioni per tutti!

Quali sono i bonus da richiedere del 2022? In molti se lo stanno chiedendo e perciò abbiamo deciso di dedicare questo articolo all’excursus di tutti i bonus confermati per il 2022

Ci sono novità sui bonus per la casa, con il Superbonus e le agevolazioni che otterranno la proroga nella Legge di Bilancio 2022. 

Non mancano i bonus che permettono di ottenere degli sconti sugli acquisti: per esempio, gli incentivi auto elettriche, oppure il bonus tv e decoder o il bonus rottamazione tv fino a 130 euro senza ISEE. 

E ancora: nuovi bonus famiglia sono in arrivo nel 2022. Non solo assegno unico e universale, ma anche le detrazioni per i figli a carico, gli assegni familiari e altri bonus sono confermati almeno per un breve periodo del nuovo anno. E per i giovani è stato confermato il bonus cultura, che diventerà strutturale per i prossimi anni. Confermato anche il bonus docenti 2022.

Infine, numerosi bonus assunzione 2022 per giovani, donne e disoccupati. Per non parlare delle novità in arrivo sul reddito di cittadinanza, sulla lotteria degli scontrini e sul cashback di Stato. 

Bonus casa 2022: quali sono? 

Partiamo dai bonus casa che sono stati confermati per il 2022. Dopo numeri tentennamenti, cambiamenti, indiscrezioni e fake news, il Governo ha deciso. 

La Legge di Bilancio 2022 ha confermato il bonus ristrutturazione per quanto riguarda gli interventi di edilizia o per quelli di efficientamento energetico, compreso anche il Sismabonus e l’Ecobonus

Fino al 31 dicembre 2024, quindi, si potrà godere di una detrazione fiscale del 50% fino a un tetto massimo di 96.000 euro di spesa per le ristrutturazioni. Inoltre, viene corrisposta una detrazione del 50% o del 65% per l’Ecobonus, relativo per esempio a caldaie, finestre o infissi.

Sempre fino alla fine del 2024, si potrà fruire anche del bonus mobili ed elettrodomestici: l’agevolazione permette di acquistare mobili per la propria casa potendo ottenere una detrazione del 50% su un tetto massimo di spesa ridotto a 10 mila euro. Confermato anche il bonus facciate, la cui detrazione scende però al 60%.

Ci sarà la possibilità per tutte le agevolazioni di scegliere tra cessione del credito o sconto in fattura, sulle quali fino all’ultimo è rimasta l’incertezza dei contribuenti. 

Ricordiamo che esiste anche la possibilità di godere della garanzia statale per l’acquisto della prima casa, ma l’agevolazione è valida solo per i giovani under 35. Inoltre, nella Legge di Bilancio è stata ridotta la percentuale di bonus affitti per giovani under 31 inizialmente preventivata.

Superbonus fino al 2026: conferme e novità!

Per quanto riguarda il Superbonus 110%, invece, la Legge di Bilancio 2022 prevede una proroga selettiva per alcune categorie di interventi.

Infatti, per quanto riguarda gli interventi del Superbonus 110% relativi a condomini e case popolari, la scadenza è stata fissata al 2023; mentre per le villette e le case unifamiliari è previsto un nuovo termine nel 2022.

Per quanto riguarda i lavori presso le case unifamiliari dobbiamo fare un’ulteriore precisazione: la scadenza è fissata al 31 dicembre 2022, ma solo entro un limite ISEE di 25 mila euro.

A partire dal 2024, invece, scatterà il meccanismo di décalage sulla percentuale di detrazione: è previsto un Superbonus al 70% nel 2024, al 65% nel 2025.

Bonus e incentivi auto 2022: tutte le misure

A partire dal 27 ottobre è possibile prenotare i nuovi incentivi per l’acquisto di auto elettriche: l’Ecobonus, infatti, ha trovato un nuovo finanziamento nel decreto Fiscale. 

Sappiamo che i bonus sono erogati fino all’esaurimento delle risorse e dunque non è certo che vi saranno fondi disponibili anche il prossimo anno. Non si esclude, comunque, la possibilità di beneficiare del bonus auto anche nel 2022.

Per il momento, i fondi a disposizione riguardano l’acquisto di auto elettriche o ibride plug-in (65 milioni di euro), auto ibride di piccole o medie dimensioni a benzina o gasolio Euro 6 (10 milioni), veicoli commerciali (20 milioni), auto usate (5 milioni).

Grazie agli incentivi auto elettriche si possono risparmiare fino a 6.000 euro con rottamazione, 4.000 euro senza rottamazione per i veicoli nuovi. 

Per quanto riguarda il bonus auto usate, invece, è possibile risparmiare fino a 2 mila euro per l’acquisto di un veicolo Euro 6 (prezzo inferiore a 25 mila euro), con rottamazione del mezzo precedente.

Bonus tv e decoder + bonus rottamazione tv: 130 euro di sconto!

Nel 2022 si potranno ancora richiedere il bonus tv e decoder e il bonus rottamazione tv. È in corso, infatti, il passaggio al nuovo digitale terrestre e ancora moltissimi televisori nelle case degli italiani non sono ancora pronti a ricevere il nuovo segnale.

Se non vuoi restare al buio, prima che i fondi si esauriscano puoi ottenere non uno, ma ben due bonus tv con o senza ISEE!

Grazie al bonus tv e decoder, le famiglie con un ISEE entro i 20 mila euro possono ottenere uno sconto di 30 euro sull’acquisto di un nuovo televisore o di un decoder in grado di ricevere il nuovo segnale.

Il bonus rottamazione tv, invece, si rivolge a tutti ed è senza ISEE: ti permette di ottenere uno sconto del 20% sull’acquisto di un nuovo televisore, nel limite di 100 euro. La condizione necessaria per ottenere lo sconto è la rottamazione del vecchio televisore.

Bonus famiglia 2022: assegno temporaneo e assegno universale per i figli

Novità anche per i bonus famiglia nel 2022: non solo l’assegno unico e universale, ma anche tantissime agevolazioni per i figli! 

Sappiamo ormai che l’assegno universale entrerà in vigore a partire da marzo 2022, ma si potrà richiedere già dal mese di gennaio. Il nuovo bonus spetta a tutte le famiglie con figli fino a 21 anni a carico e avrà un importo variabile da 50 euro a 180 euro al mese per i primi due figli (250 euro dal terzo in poi).

Nei primi mesi del 2022, quindi, in attesa dell’assegno universale, resteranno in vigore l’assegno temporaneo per i figli fino a 18 anni e le detrazioni per i figli a carico (per i lavoratori autonomi), gli assegni familiari (per i dipendenti).

Bonus cultura e carta del docente: le novità per il 2022

La Legge di Bilancio si rivolge anche ai giovani: per i neo 18enni è stato reso strutturale il bonus cultura, che permette di ottenere 500 euro dallo Stato da spendere in libri, musica, ingressi a musei, mostre, spettacoli cinematografici o teatrali e molto altro ancora.

Per richiedere il bonus cultura è necessario utilizzare SPID per accedere al portale 18 App. I 500 euro rientrano in un portafoglio virtuale e non possono essere prelevati. Le spese si effettuano generando dei voucher da spendere in negozi fisici oppure online.

Confermata anche la carta del docente 2022, ma solo per gli insegnanti di ruolo: 500 euro da spendere in materiale utile per la didattica, formazione professionale, corsi di lingua o di laurea.

Bonus bancomat al posto del cashback: cosa cambia nel 2022?

Il cashback non tornerà nel 2022: il Governo sembra deciso nella cancellazione della misura sulla quale l’ex premier Conte aveva puntato maggiormente per combattere l’evasione fiscale. Al suo posto, però, il decreto legge del 30 giugno 2021, ha introdotto un nuovo bonus bancomat fino a 480 euro.

Il bonus bancomat, o bonus Pos, spetta agli esercenti di attività economiche che utilizzano il Pos per accettare i pagamenti digitali. 

Per favorirne la diffusione, è prevista l’erogazione di un bonus sottoforma di credito di imposta fino a 160 euro per tutte le Partite Iva che si acquisteranno o noleggeranno questo strumento per accettare i pagamenti elettronici. 

Inoltre, è previsto un bonus aggiuntivo di 320 euro nel caso in cui si decida di acquistare dispositivi tecnologici che accettano i pagamenti digitali, memorizzano e inviano elettronicamente i dati all’Agenzia delle Entrate.

Attenzione: il nuovo bonus bancomat è attivo dal 1° luglio 2021 al 30 giugno 2022.

Bonus assunzioni 2022: le misure per il lavoro

Arriviamo, infine, alle misure introdotte per incentivare il lavoro: nel 2022 sono in arrivo nuovi bonus assunzioni per donne, giovani e categorie più svantaggiate.

Stando alle ultime indiscrezioni, nella Manovra 2022 dovrebbe rientrare la proroga del bonus assunzioni per i giovani con meno di 36 anni, oltre alla conferma delle agevolazioni per le assunzioni di over 50, del bonus decontribuzione Sud e delle agevolazioni per le assunzioni delle donne

Reddito di cittadinanza 2022: le novità in breve

Anche il reddito di cittadinanza è stato confermato per il 2022, ma subirà parecchie modifiche. Il Governo intende migliorare la misura e aggiustare il tiro affinché si possano raggiungere entrambi gli obiettivi per i quali è stata introdotta.

Si parte dall’incentivo al lavoro, con un maggiore investimento sui centri per l’impiego e l’addio ai 2.500 Navigator. Per avvicinare gli occupabili al lavoro, inoltre, è previsto un meccanismo di décalage, ovvero un taglio dell’assegno di 5 euro al mese per tutti coloro che rifiuteranno anche una sola proposta considerata “congrua”. 

E ancora: attenzione al controllo dei requisiti di residenza e permesso di soggiorno. Requisiti che potrebbero essere modificati per favorire le famiglie numerose, ad oggi svantaggiate dalla scala di equivalenza.

Tante altre proposte e modifiche sono ancora al vaglio del Governo, ma le principali novità sono ormai state rese note.