Bonus 300 euro nuovo di zecca pronto per entrare subito nelle tasche degli italiani. Le famiglie titolari di un ISEE basso e con figli minorenni a casa potranno ricevere direttamente l’accredito sul conto corrente presentando domanda da subito fino alla scadenza fissata al 21 settembre 2022. Scopriamo insieme a chi spetta e come funziona.

Arriva una buona notizia da accogliere sicuramente con gioia, soprattutto da parte dei nuclei familiari con figli a carico sempre più piagati dalle difficoltà economiche scaturite dalla pandemia da Covid-19 e dai disagi provocati dal conflitto in Ucraina. 

Non è infatti un mistero se le famiglie, soprattutto quelle a basso reddito, si trovano sono costantemente a fare i conti con l’aumento del prezzo dei carburanti (benzina, diesel, Gpl), il caro bollette e l’impennata dei prezzi dei beni di consumo. 

A pagare le spese delle emergenze ancora in atto, quelle legate all’emergenza epidemiologia e alla guerra Russia Ucraina, sono le famiglie con figli a carico e ISEE basso costrette a stringere la cinghia per arrivare a fine mese rientrando nel proprio budget prefissato.

C’è però da dire che gli aiuti in questo senso non sono mancati. Governo italiano e INPS si sono presi cura di famiglie, lavoratori ed imprese mettendo a disposizione una serie di Bonus e di agevolazioni adeguate a tutte le tasche nel solo intento di alleviare una situazione economica non delle più rosee. 

Chi ha dei figli minorenni conosce perfettamente quanto soddisfare i loro bisogni e le loro esigenze richieda un esborso monetario non di poco conto: più i figli crescono più diventa tutto pesante e costoso. 

Fortunatamente, a chi ha figli a carico è data la possibilità di richiedere l’Assegno Unico e Universale, anche se il sostegno da solo non basta ad alleggerire le spese quotidiane.

Se di spese vogliamo parlare, a settembre arriva un’uscita che da sempre preoccupa le famiglie italiane con figli minorenni a carico: quella legata all’acquisto dei libri di testo e di tutto il materiale necessario per affrontare al meglio il nuovo anno scolastico.

Libri, astucci, pennarelli, corredo scolastico e chi più ne ha più ne metta. Anche se l’Assegno Unico e Universale rappresenta un aiuto prezioso per le famiglie italiane, con la sua entrata in scena sono venuti meno una serie di Bonus, anche senza ISEE, lo scorso anno attivi e richiedibili a livello centrale.

Tuttavia, non mancano gli aiuti messi in campo dagli enti locali. Regioni e Comuni hanno infatti deciso di introdurre di propria iniziativa una serie di Bonus per venire incontro alle famiglie in evidente stato di povertà.

E proprio per offrire un sostegno alle famiglie a ISEE basso una specifica Regione d’Italia ha introdotto un nuovo Bonus da 300 euro pensato per ammortizzare la spesa scolastica che da qui a settembre 2022 tutti gli italiani con figli a carico minorenni sono chiamati a sostenere.

Vediamo subito quale Regione ha promosso l’iniziativa, i requisiti da rispettare per ricevere direttamente sul conto corrente i 300 euro di Bonus, oltre alla soglia ISEE in cui rientrare per accedere al contributo e come presentare domanda entro e non oltre la data del 21 settembre 2022.

Ecco le novità e tutti gli aggiornamenti a riguardo.

Leggi anche: Nuovi bonus scuola 2022-2023 per studenti: pronti per la campanella? Partono gli sconti

Bonus 300€ subito sul conto corrente, solo gioia per le famiglie a ISEE basso: scade 21/09

La notizia del Bonus 300 euro accreditato da subito sul conto corrente verrà sicuramente accolta con gioia dalle famiglie titolari di ISEE basso residenti in Toscana. 

E’ questa la Regione italiana ad aver dato l’ok al “Pacchetto Scuola”  rivolto ai nuclei familiari con figli minorenni prossimi alla frequentazione del nuovo anno scolastico 2022-2023 con delibera 753 del 27 giugno 2022.

Grazie al Bonus 300 euro si potranno acquistare libri scolastici, diversi servizi e materiale per gli studenti.

Per quanto concerne il finanziamento, invece, la Regione ha messo in campo ben 5,5 milioni di euro per coprire il fabbisogno delle famiglie a ISEE basso. 

A proposito dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente viene spontaneo chiedersi: qual è questa soglia di ISEE basso in cui rientrare per poter presentare domanda per il riconoscimento del Bonus 300 euro dedicato alla scuola?

Naturalmente, non tutte le famiglie con figli minorenni a carico residenti sul territorio regionale potranno accedere al contributo: il Bonus 300 euro è riservato esclusivamente alle famiglie titolari di un ISEE entro i 15.748,78 €. 

Entriamo subito nel merito degli importi.

Leggi anche: Ora i Bonus famiglia si chiedono al Comune: regalo INPS da 350€ al mese a queste donne

Bonus 300 euro subito sul conto corrente: ecco tutti gli importi fino a 5.000 euro

Fino a questo momento abbiamo fatto riferimento al Bonus 300 euro come l’unico importo previsto dal pacchetto scuola introdotto dalla Regione Toscana. In verità, il sostegno si fa più sostanzioso per le famiglie con figli iscritti alle scuole secondarie di secondo grado residenti nei Comuni di Capraia Isola o Isola del Giglio più disagiati in termini geografici.

Qui il contributo può arrivare fino a 5.000 euro se l’ISEE della famiglia interessata al Bonus non supera i 36.000 euro.

Per quanto concerne la distribuzione dei contributi, invece, nulla cambia rispetto allo scorso anno se non la tempistica per accreditare da subito il Bonus sul conto corrente dei beneficiari in modo da renderlo disponibile per l’inizio dell’anno scolastico 2022-2023.

Come e quando presentare domanda per il Bonus 300 euro 

Le famiglie interessate al Bonus 300 euro, nel rispetto dei requisiti fissati nella delibera della Regione Toscana (ISEE basso compreso), potranno presentare domanda fin da subito. 

Il termine di scadenza per l’inoltro delle istanze non deve superare la data del 21 settembre 2022 per tutti i Comuni presenti sul territorio.

Come avvenuto nei precedenti anni, le famiglie dovranno rivolgersi al proprio Comune di residenza per prendere visione del bando e delle modalità di consegna delle domande per richiedere il Bonus 300 euro implicito nel Pacchetto scuola.

Una volta presentata la domanda, la somma prevista dal Bonus verrà accreditata direttamente sul conto corrente della famiglia risultata beneficiaria del contributo.