I bonus sono aiuti di tipo governativo, che hanno l’obiettivo di aiutare tutte le famiglie, soprattutto quelle con figli, ad affrontare un periodo di crisi economica, tra perdita di lavoro da pandemia, rincari delle bollette, inflazione e via di seguito.

Ogni bonus si concretizza in una differente tipologia di agevolazione. Si va dal bonifico diretto sul conto alla detrazione fiscale oppure agli sconti sugli importi da pagare.

Si chiama sconto sulle bollette, si traduce in un bonus 460€ circa, nell’arco di un anno. È questa la stima di Arera, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente che riporta sul proprio sito tutte le informazioni riguardanti gli sconti per le utenze domestiche e i relativi importi precisi.

Vediamo nel dettaglio come ottenere lo sconto e chi sono i beneficiari della nuova misura attivata dal Governo.

Bonus 460€ per 12 mesi: beneficiari e requisiti

In cosa consiste la novità, da parte del Governo, nei confronti del bonus sociale per le bollette già previsto per le famiglie più disagiate?

In sostanza

ha ampliato il valore ISEE per l’accesso ai Bonus sociali elettricità e gas, portandolo da euro 8.265 ad euro 12.000. L’ampliamento è valevole per il periodo che va dal 1° aprile 2022 al 31 dicembre 2022.

Quindi, a partire dall’approvazione del nuovo Decreto Aiuti del 5 maggio scorso, tutti coloro che hanno un Isee inferiore a 12 mila euro, hanno diritto all’applicazione in automatico di questo sconto sulle loro utenze domestiche.

Attenzione! Per le famiglie numerose, con almeno quattro figli a carico, il tetto Isee per ottenere il bonus sociale, resta invariato ovvero fissato a 20.000€.

Tutti coloro che percepiscono il reddito di cittadinanza oppure la pensione di cittadinanza, hanno diritto in automatico al nuovo bonus sociale, così come concepito per il 2022.

L’importante è dunque avere a portata di mano un’attestazione Isee aggiornata in corso di validità.

Si può ottenere presentandosi presso un Caf oppure compilare personalmente la DSU sul sito dell’Inps, accedendo alla propria area personale, tramite le credenziali di identità digitale di cui si dispone. Una volta fornite le informazioni per la DSU, in automatico il sistema elabora l’Isee.

Anche chi non l’ha ancora presentata, può farlo ora e ottenere comunque l’applicazione dello sconto, che tra l’altro diventa retroattivo anche per il primo trimestre del 2022, diventando di fatto un bonus 460€ per tutto l’anno.

Ecco come funziona.

Bonus 460€: rimborsi in arrivo a partire dal 30 giugno 2022

L’impegno di Arera in tal senso, è quello di rendere operativa la disposizione, entro il 30 giugno prossimo. Motivo per cui con il nuovo bonus, dopo tale data per tante famiglie arriveranno rimborsi, conguagli o ricalcoli al ribasso.

Questo è quanto approvato da Draghi, alla luce dei considerevoli aumenti dei costi delle materie prime energetiche.

In un primo momento, si valutava anche l’ipotesi di innalzare il livello Isee a 14-15 mila euro, per poter permettere a più persone di beneficiare del bonus sociale.

Ma in realtà, si è optato poi per rimanere al di sotto dei 12 mila euro, permettendo però agli stessi beneficiari, di poter avvantaggiarsi dello sconto retroattivo, già a partire dal 1° gennaio 2022.

E chi dunque ha già pagato le bollette relative ai mesi di gennaio, febbraio e marzo? 

Ebbene, proprio a partire dal 30 giugno in poi, inizierà a ricevere i rimborsi direttamente in bolletta, andando a compensare gli importi da pagare.

Se invece il rimborso dovesse superare la somma relativa ai consumi successivi, allora ci sarà un vero e proprio accredito in denaro.

Ovviamente, il consiglio è quello di verificare con attenzione la propria situazione, in modo tale da essere sicuri di ricevere il giusto importo di indennizzo, sia per i mese a venire che per il primo trimestre dell’anno.

Bonus 460€ per le utenze, come averlo? 

Chi ha già usufruito del bonus sociale, sa che lo sconto viene applicato direttamente nella bolletta di riferimento. Ma essendoci ora nuovi beneficiari interessati, ecco che in molti si domandano come fare per poter ottenere la nuova agevolazione che gli spetta.

Ebbene, possiamo subito precisare che non è prevista la compilazione di alcuna domanda, per poter ottenere questo nuovo bonus 460€ per il 2022.

Infatti, come è sempre avvenuto per il bonus sociale, lo sconto scatta in automatico, nel momento in cui si aggiorna la propria attestazione Isee.

Quindi cosa deve fare il cittadino che voglia beneficiare di questo aiuto? Innanzitutto, essere certo di aver aggiornato la propria DSU. Se dunque il reddito Isee risulta non superiore a 12.000 euro, otterrà lo sconto automaticamente.

Il consiglio ovviamente è quello di verificare, bollette alla mano, che gli importi risultino corretti, in base al nuovo ricalcolo e che arrivino anche i rimborsi, per quanto pagato in eccesso, relativamente al primo trimestre 2022.

Infatti è l’Inps che trasmette i dati allAcquirente Unico che collabora con Arera e che comunica - attraverso il Sistema Informativo Integrato - le informazioni agli enti che si occupano di erogare energia elettrica e gas.

Proprio perché è l’Inps a occuparsene, ecco dunque che è possibile verificare il proprio Isee, accedendo al portale, grazie a credenziali Inps, Cie o Cns.

Bonus 460€ per 12 mesi: quali sono gli importi previsti

La stima, secondo le cifre riportate da Arera, è proprio quella di poter ottenere uno sconto pari a 460€ in media, nell’arco del periodo previsto dal Governo,per poter beneficiare del nuovo bonus sociale per famiglie con Isee basso.

Proprio qui di seguito, riportiamo il link alla pagina de ilsole24ore.com, dedicata alle tabelle Arera con gli sconti per le utenze domestiche, che tra l’altro ogni anno vengono rivalutati in base ai dati Istat al consumo e sull’inflazione.

In realtà però, si tratta per l’appunto di una media, ma lo sconto può risultare anche più elevato.

Questo per il semplice motivo che gli importi risultano variabili, in base alle condizioni specifiche di ogni nucleo familiare. Nella fattispecie, ecco quali sono i principali parametri da prendere in considerazione:

per ciò che riguarda lo sconto sulla bolletta elettrica, l’importo dipende dal numero di componenti familiari. In sostanza, lo sconto è maggiore per le famiglie numerose.

per lo sconto sulla bolletta del gas, invece l’importo dipende non solo dal numero di persone che compongono il nucleo familiare ma anche dalla categoria d’uso della fornitura (se si utilizza ad esempio il gas solo per cucinare, solo per riscaldare, in entrambi i casi e via di seguito). Va inoltre considerata anche la fascia climatica di appartenenza, dal momento che chi vive nelle zone più fredde d’Italia, otterrà uno sconto maggiore sulla fornitura di gas a uso riscaldamento

infine, è previsto anche uno sconto sulla bolletta dell’acqua. Chi rientra nei parametri Isee fissati, allora ha diritto a 50 litri di acqua al giorno per persona.

Bonus 460€ per 12 mesi, compatibile anche con il bonus elettrico per disagio fisico

C’è un duplice sconto previsto per tutti coloro che hanno necessità di utilizzare, nel quotidiano, un’apparecchiatura di tipo elettromedicale. Il riferimento è al cosiddetto bonus elettrico per disagio fisico, che risulta compatibile con il bonus sociale previsto sulle bollette, per motivi di disagio economico.

In questo caso però, per poter usufruire del bonus, bisogna presentare apposita domanda.

Il primo passo è recarsi all’Asl per farsi rilasciare un certificato che attesti le condizioni del paziente, il tipo di apparecchiatura utilizzata e la stima di quante ore al giorno risultino indispensabili, a tal fine.

In base a questi parametri, allora si calcola lo sconto a cui si ha diritto, che va a sommarsi dunque a quello messo in conto già sulla base delle proprie condizioni economiche.