Rientra tra i nuovi bonus bollette messi a disposizione delle famiglie, per contrastare il carovita e la crisi energetica in atto, questo bonus da 747€. Il contributo economico spetta ai nuclei familiari con Isee basso e una tantum vale a dire erogato una volta soltanto a famiglia.

Non si tratta di un bonus statale. Anzi, proprio perché tutti coloro che usufruiscono di un impianto di teleriscaldamento sono rimasti esclusi dagli incentivi governativi, scende in campo direttamente il gruppo societario che si occupa di questi servizi, l’Iren.

Iren S.p.A. è una società per azioni italiana, operante quale multiservizi, in particolare nella produzione e distribuzione di energia elettrica, nei servizi di teleriscaldamento, nella gestione dei servizi idrici integrati, dei servizi ambientali e tecnologici.

L’annuncio è arrivato pochi giorni fa e ora si attende l’erogazione del bonus da 747€ al massimo, in base ai parametri da valutare famiglia per famiglia.

I requisiti principali sono l’Isee basso e la residenza in alcune specifiche città.

Ecco i dettagli.

In arrivo il nuovo bonus da 747€ per le famiglie italiane: è il bonus Iren o anche detto bonus teleriscaldamento 2022

Chi utilizza questo genere di impianto per il riscaldamento domestico sa che si tratta di un servizio che si basa su una rete di tubazioni coibentate per

il trasporto a distanza di calore ad uso riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria. Si tratta di un sistema semplice, pulito, economico e sicuro per climatizzare gli edifici, siano essi ad uso residenziale che destinati a servizi.

Si tratta di un sistema che presenta innegabili vantaggi, primo fra tutti il fatto che si tratti di energia pulita o che comunque è in grado di ridurre, in maniera notevole, l’utilizzo dei combustibili fossili per la produzione di calore ed energia.

Il sistema è utilizzato in molte realtà condominiali ma non è diffuso in maniera uniforme, sul territorio nazionale.

Motivo per cui il bonus Iren o bonus teleriscaldamento 2022 è circoscritto a quelle famiglie che vivono in una delle città servite da questo genere di sistema di fornitura energetica.

Ecco dove è attivo il bonus da 747€ messo a disposizione dal gruppo societario in questione.

Bonus da 747€ Iren: chi sono i beneficiari del nuovo contributo economico per il teleriscaldamento

Il Gruppo Iren ha dichiarato che lo sconto arriverà direttamente in bolletta, per tutti i nuclei familiari aventi diritto, che hanno la residenza nei comuni di:

  • Genova
  • Parma
  • Piacenza
  • Reggio Emilia
  • Torino e provincia. 

In particolare, per ciò che concerne la provincia torinese, il consiglio è di verificare l’attivazione della misura 

consultando le indicazioni sul sito di IREN, su cui è possibile trovare la data di avvio del bonus, nel proprio comune di residenza.

Ovviamente, requisito essenziale è che dispongano per il proprio condominio, di un impianto di approvvigionamento di questo genere, per ciò che concerne il riscaldamento della propria abitazione.

Iren S.p.a ha sviluppato l’iniziativa in collaborazione con le amministrazioni comunali interessate dal teleriscaldamento, coinvolgendo sia le associazioni di categoria che i consumatori finali.

I beneficiari dunque sono i singoli clienti domestici che hanno già sottoscritto un contratto di fornitura, per il riscaldamento, di questo genere. Nella fattispecie si tratta di:

  • teleriscaldamento centralizzato con servizio di ripartizione
  • contratto di teleriscaldamento centralizzato. 

L’altro requisito in cui rientrare, per aver diritto allo sconto diretto in fattura, è quello di avere una soglia di reddito come prevista attualmente dal bonus sociale, erogato in favore di tutte le famiglie con Isee inferiore a 12 mila euro.

Così come per il resto d’Italia, le famiglie più numerose, con almeno quattro figli a carico, possono invece avere un Isee fino a un massimo di 20 mila euro, e ottenere comune lo sconto per il pagamento delle utenze di luce e gas.

Veniamo ora nel dettaglio, a quelli che sono gli importi fissati per gli aventi diritto.

Bonus Iren o teleriscaldamento 2022: gli importi spettanti fino a un massimo di 747€

Stando a quanto calcolato dal gruppo societario, ecco quali sono le somme che spettano ai beneficiari del contributo economico

  • 487 euro (pari ad un risparmio di 536 euro, con Iva al 10% inclusa) per le famiglie fino a quattro componenti
  • 679 euro (pari ad un risparmio di 747 euro, Iva al 10% inclusa) per le famiglie con più di quattro componenti.

In sostanza, una famiglia con due figli può beneficiare di circa 500 euro di sconto, sulle bollette del gas. Il bonus da 747€ raggiunge il massimo dell’erogazione, man mano che le famiglie diventano più numerose.

Si prenderanno in considerazione le fatture relative ai consumi compresi nel periodo che va dal 1° ottobre 2021 al 31 maggio 2022.

Resta inteso che, in nessun caso, il bonus potrà risultare più alto di quanto effettivamente si è pagato nel lasso di questo periodo, per avvantaggiarsi del servizio di riscaldamento.

Bonus da 747€ Iren: le modalità per presentare la domanda 

L’attuale scadenza prevista per il bonus Iren, a meno di eventuali proroghe, è fissata al 31 maggio 2022.

La prima azione da compiere è di visitare il sito del proprio comune di residenza, in maniera tale da individuare l’avviso dell’iniziativa.

Per accedere ovviamente occorrono le credenziali Spid.

Per procedere spediti nella compilazione della domanda, è bene munirsi di attestazione Isee nonché del contratto di fornitura e dei codici cliente che si trovano nella bolletta.

In seguito è il comune che si occupa di inoltrare la domanda all’Iren, dopo un controllo di tipo formale. Per quanto riguarda invece l’accoglimento della domanda, è il gruppo che accerta l’idoneità dei requisiti e comunica al diretto interessato se e quando riceverà il bonus.

Quali sono le tempistiche previste per avere il bonus da 747€, come sconto diretto in fattura?

Il gruppo societario Iren ha già reso note le prime linee guida, specificando che i bonus da 747€ arriveranno ai legittimi beneficiari dopo tre mesi dalla presentazione delle domande.

Avendo dunque fissato il termine per l’invio delle domande al 31 maggio 2022, ecco che i bonus arriveranno a settembre.

Chi ha sottoscritto un contratto di fornitura individuale, riceverà dunque lo sconto direttamente nella bolletta a sé intestata. Per ciò che concerne invece i condomini, il procedimento è differente.

Infatti lo sconto arriva nella bolletta condominiale ed è poi l’amministratore a gestire il contributo in forma di detrazione sulle spese affrontate da ogni condomino, per il riscaldamento.

Bonus da 747 e le altre agevolazioni del gruppo Iren per i clienti domestici

L’istituzione di questo bonus è solo l’ultima di una serie di misure che il gruppo ha attivato in favore della sua clientela.

Infatti, già nel corso dei mesi passati, in pieno periodo di criticità energetica, il Gruppo ha abbassato le tariffe del 30%, rispetto a quelli in media presenti sul mercato.

Ma non è tutto. Infatti per tutte le bollette emesse da gennaio ad aprile 2022, Iren ha concesso un piano straordinario per il pagamento degli importi a rate e senza interessi.

Sono già 21 mila i clienti che hanno richiesto la rateizzazione. Potranno dunque pagare le bollette nell’arco dei 12-14 mesi successivi, versando la prima rata pari al 30-50% della somma dovuta e suddividendo la restante parte in rate.

Le domande risultano già aperte, essendo la data di inizio fissata per il 4 maggio. Tutti gli interessati dunque possono richiedere il bonus da qui al 31 maggio incluso.