Il bonus affitto 2022 giovani può garantire fino a 2000 euro di rimborso per tutti gli under 31!

Si parla di un rimborso fiscale garantito dalle nuove disposizioni dell'Agenzia delle Entrate per tutti i contratti di affitto disposti per i giovani affittuari.

Ma questo rimborso, nonostante l'alta cifra messa a disposizione, prevede dei requisiti abbastanza stringenti, che possono tagliare notevolmente la platea di riferimento a certe condizioni.

Si parte non solo dalla fascia d'età prevista per il locatario, ma anche ai locali e agli immobili che possono accedere a queste agevolazioni.

Inoltre si aggiungono anche tutti i documenti da presentare in sede fiscale, come ad esempio il Modello 730, necessario per avere accesso al bonus affitto 2022 giovani.

Ma lo vedremo meglio nel corso dell'articolo, assieme ai requisiti e agli importi previsti per accedere alla minima, o anche alla massima.

In caso avverso, qualora tu non dovessi accedere alla detrazione, ci sono comunque delle agevolazioni che puoi richiedere, ma solo a livello locale.

Bonus affitto 2022 giovani: l'Agenzia delle Entrate riconferma il rimborso da 2000 euro, ma non per tutti!

Il bonus affitto 2022 giovani è una detrazione fiscale del valore massimo di 2000 euro previsti dall'Agenzia delle Entrate solo per gli under 31.

Per under 31 si intendono i giovani che hanno meno di 31 anni, ma che comunque hanno più di 20 anni.

Questo requisito anagrafico ha valore solo a livello contrattuale. Se il giovane stipula il contratto dopo aver compiuto 31 anni, non si potrà accedere alla detrazione fiscale.

Se ne ha invece 30 al momento della firma, si potrà avere accesso almeno alla prima annualità, facendo riferimento al periodo d'imposta 2022.

Viceversa, se ha meno di 20 anni, o si aspetta il compimento del ventesimo anno per poter sottoscrivere il contratto di locazione, o non si potrà beneficiare almeno per il primo anno del bonus affitto 2022 giovani.

Oltre a ciò, il bonus può essere comunque richiesto nel caso di coabitazione con altri soggetti. Per avere il rimborso, anche quello da 2000 euro, sarà sufficiente che uno dei coabitanti abbia meno di 31 anni, ma sempre più di 20.

Si farà riferimento infatti a quest'ultimo soggetto in sede fiscale, e non agli altri coinquilini, se non ne possono beneficiare.

Ovviamente, il calcolo del canone d'affitto cambierà drasticamente, dal momento che si farà fede solo ai dati fiscali di chi potrà effettivamente beneficiarlo, e non di altri soggetti.

Infatti bisogna stare attenti anche alla propria dichiarazione dei Redditi, dal momento che sarà questa a tener fede per il diritto al bonus. Se vuoi saperne di più, ti suggerisco il video di Insindacabili.

Bonus affitto 2022 giovani: ecco come richiedere i 2000 euro all'Agenzia delle Entrate

Il bonus affitto 2022 giovani può essere richiesto solo come detrazione fiscale, pertanto l'ente al quale dovrai rivolgerti sarà l'Agenzia delle Entrate.

Essendo l'ente fiscale, per tua fortuna non dovrai presentare l'attestazione ISEE in corso di validità. Ma, per tua sfortuna, dovrai avere in tuo possesso la Dichiarazione dei Redditi, o modello 730.

Questo documenti attesta tutti i tuoi redditi, da lavoro e non, e anche eventuali erogazioni e carichi fiscali a tuo titolo, così come frange benefit e detrazioni varie.

Per avere diritto al bonus affitto 2022 giovani è necessario che l'affittuario abbia come reddito lordo annuo un massimo di 15.492,71 euro, equivalenti al limite previsto per la prima fascia di prelievo IRPEF.

Oltre a ciò, il beneficiario dovrà avere stipulato un contratto regolare, e solo se l'immobile in questione non rientri nelle seguenti categorie immobiliari:

  • edifici di prestigio, signorili, ville e castelli,
  • edifici appartenenza alla ERP (Edilizia Residenziale Pubblica),
  • edifici con finalità turistiche e/o commerciali,
  • prima casa abitativa (es. quella dei genitori).

Sono edifici che non possono rientrare nell'agevolazione chi per motivi ovvi (es. edifici lussuosi) e chi perché già beneficianti di altre agevolazioni regolamentate dalla normativa regionale e/o statale.

Se l'edificio in cui risiede il beneficiario non rientra in questi tre casi, il problema non sussiste.

Non sono previste distinzioni a livello di tipologia abitativa: può essere un appartamento, un monolocale o anche una semplice camera da letto universitaria.

L'esclusione è prevista solo se l'edificio ha finalità commerciali, è di lusso o appariene alla ERP.

L'essenziale è che sia presentata la Dichiarazione dei Redditi, almeno quella prevista per il periodo d'imposta 2022. E che rientri entro alcuni importi previsti.

Bonus affitto 2022 giovani: 2000 euro come importo massimo! Ecco in che percentuale si scarica

Il bonus affitto 2022 giovani può arrivare fino a 2000 euro di rimborso fiscale, ma questo sarà possibile solo se la percentuale del 20% sul canone d'affitto annuo ti permette di scaricare tale cifra.

L'Agenzia delle Entrate permette inoltre di avere diritto ad una quota forfettaria, pari a 991,60 euro, anche nel caso in cui, alla fine del calcolo, questo 20% non corrisponda alla quota.

Facciamo alcuni esempi pratici. Supponiamo tu abbia un contratto di locazione, con canone d'affitto annuo pari a 4500 euro. Il 20% di 4500 è 900 euro. Teoricamente non dovresti rientrare nella quota, e invece l'ADE permette di avere una detrazione maggiore, anche se il proprio canone non lo garantirebbe.

Di contro, se il tuo canone d'affitto annuo arriva a cifre come 11000 euro annui, facendo lo stesso calcolo, il 20% di 11000 sarebbe 2200 euro.

L'ADE in questo caso te ne concederà solo 2000 euro, appunto il massimo previsto dalla normativa. Se ci pensi, quest'agevolazione conviene per chi ha un affitto annuo basso, dal momento che avrebbe comunque accesso ad almeno 991,60 euro.

Purtroppo non si potrà avere quest'agevolazione al di fuori della semplice detrazione IRPEF, disposta solo per chi consegna la Dichiarazione dei Redditi.

Ricordiamo che quest'agevolazione è disponibile fino a quattro periodi d'imposta.

In entrambi i periodi successi al primo dovranno essere confermati i seguenti requisiti:

  • (co)affittuario/i aventi più di 20 anni e meno di 31 anni (o almeno uno se coabitazione);
  • reddito lordo non superiore a 15.492,71 euro;
  • abitazione non di lusso, turistica o popolare.

Se vuoi avere accesso alla tua Dichiarazione dei Redditi, basterà vedere direttamente sul suo Cassetto Fiscale, presso il sito dell'Agenzia delle Entrate.

Altrimenti non rimangono che i bonus affitto 2022 giovani delle Regioni.

Oltre il bonus affitto 2022 giovani: contributo affitto disponibile in Toscana ed Emilia Romagna! Anche più di 2000 euro!

Il bonus affitto 2022 giovani è previsto non come contributo affitto economico, ma come detrazione fiscale a fondo anno. Per avere invece un contributo vero e proprio dovrai fare richiesta presso i siti delle varie amministrazioni regionali.

Ci sono Regioni che garantiscono dei supporti per il pagamento del canone d'affitto, sempre per una fascia d'età giovanile.

A titolo d'esempio, c'è il caso del Progetto Giovanisì della Regione Toscana, che prevede contributi da 1.800 euro fino ad un massimo di 4.200 euro per tutti coloro che hanno più di 18 anni e meno di 34 anni d'età.

Purtroppo i requisiti non si limitano alla sola residenza sul suolo toscano: ti consiglio di darci un'occhiata al loro bando.

Altrimenti c'è il contributo affitto disposto dalla Regione dell'Emilia Romagna, che spetta sia come facilitazione per il canone d'affitto mensile, ma anche nel caso in cui si rischi lo sfratto o la morosità per mancati pagamenti.

In quel caso, se certifichi una situazione economica improvvisamente gravosa, potrai beneficiare di questi bonus.

E tutti questi solo in Toscana ed Emilia-Romagna. Ti consiglio di approfondire la questione anche per la regione in cui risiedi.