I giovani al centro dell’azione di Governo: non solo all’interno della Manovra, ma anche nell’ambito di ulteriori riforme (ammortizzatori sociali, pensioni e tasse). Il Governo ha approvato la bozza della Legge di Bilancio 2022, che introduce un nuovo bonus affitto fino a 2.400 euro per i giovani under 31. In che cosa consiste?

A fronte di determinati requisiti reddituali e anagrafici, i giovani con meno di 31 anni e con un ISEE entro una certa soglia, possono ottenere una detrazione sul canone di affitto dell’abitazione principale. Un’agevolazione che permette a tantissimi giovani dai 20 ai 31 anni di diventare indipendenti.

Non solo: il decreto Sostegni bis aveva introdotto anche numerose agevolazioni per l’acquisto della prima casa per i giovani under 36. Dunque bonus affitto e bonus acquisto prima casa: quali sono le novità in arrivo per i giovani con meno di 31 o 36 anni?

Bonus per i giovani: tutte le novità della Legge di Bilancio 2022!

Il premier Mario Draghi, in una sua visita a Bari, aveva promesso ai giovani di rivolgere loro importanti misure:

Dopo anni in cui l’Italia si è spesso dimenticata delle sue ragazze e dei suoi ragazzi, sappiate che le vostre aspirazioni, le vostre attese, oggi sono al centro dell’azione del Governo.

E in effetti, nella bozza della Legge di Bilancio 2022 approvata il 28 ottobre 2021 dal Consiglio dei Ministri compaiono diverse agevolazioni per i giovani. A partire dalle misure per il futuro dei giovani, ovvero il bonus affitti per i giovani under 31, o anche il bonus per l’acquisto della prima casa per i giovani con meno di 36 anni.

Oltre all’indipendenza dei giovani, si vuole favorire anche la cultura e l’istruzione: a tal fine è stata confermata la card di 500 euro per i neo 18enni, una sorta di bonus cultura da utilizzare per musei, cinema, teatri, libri, musica e molto altro.

E ancora: confermati i bonus famiglia 2022: non solo l’assegno universale per i figli fino a 21 anni a carico, ma anche agevolazioni per i più piccoli (bonus nido 2022, congedo di paternità esteso a tre mesi).

Ma concentriamoci ora sui primi due bonus elencati: il bonus affitto da 2.400 euro per i giovani con meno di 31 anni (una novità introdotta proprio dalla Legge di Bilancio 2022) e le agevolazioni sull’accensione di un mutuo per l’acquisto della prima casa, già previste dal decreto Sostegni bis.

Bonus affitto per i giovani: fino a 2.400 euro! Come funziona?

Il testo approvato dal Consiglio dei Ministri nella serata del 28 ottobre 2021 non è che una prima bozza di quella che sarà la Manovra 2022. Già da questi 185 articoli, comunque, possiamo incontrare numerose novità soprattutto per quanto riguarda i giovani.

Con un occhio di riguardo ai giovani di età compresa tra i 20 e i 31 anni, infatti, il Governo ha introdotto un bonus affitto per i giovani, ovvero una detrazione del 20% sul costo dell’affitto per i contratti di locazione stipulati sia per l’intera unità immobiliare che per una porzione della stessa.

Attenzione, però: l’abitazione in oggetto deve costituire la prima casa del giovane e non deve coincidere con l’abitazione principale dei genitori.

Per poter fruire della detrazione del 20% sul canone di affitto, fino a un massimo di 2.400 euro di bonus affitto, inoltre, i giovani devono possedere alcuni requisiti reddituali e non solo. Vediamo quali sono nel prossimo paragrafo.

Bonus affitto per i giovani: i requisiti per ottenere la detrazione

Come abbiamo detto, anche il bonus affitto per i giovani prevede la soddisfazione di alcuni requisiti per poter essere richiesto e fruito.

Anzitutto, ribadiamo che l’agevolazione sull’affitto consiste nella detrazione del 20% sul canone di affitto dell’abitazione principale o di parte di essa, nella misura massima di 2.400 euro.

Per poter ottenere questa agevolazione – che risulterà attiva dal 2022 – il giovane deve avere un’età anagrafica compresa tra i 20 e i 31 anni (non compiuti). Non è importante il fatto che si tratti di un giovane studente universitario o di un lavoratore: l’importante è che il vincolo anagrafico venga rispettato.

Dal lato economico, invece, esiste anche un requisito reddituale da rispettare: il reddito complessivo del ragazzo, infatti, non deve superare la soglia massima di 15.493 euro all’anno.

Secondo le prime indiscrezioni delle principali agenzie di stampa, il bonus affitto per i giovani con meno di 31 anni avrà una durata pari a 4 anni e consentirà a moltissimi giovani di ricercare l’indipendenza dai genitori.

Bonus affitto per i giovani anche in Spagna: 250 euro al mese

Se in Italia è stato introdotto un nuovo bonus affitto per i giovani, anche nella Legge di Bilancio della Spagna compaiono diverse misure per incentivare i giovani. Che si tratti di un’idea comune oppure di una trovata originale? 

Il premier spagnolo Pedro Sánchez ha annunciato con molta soddisfazione le misure destinate ai giovani inserite nella bozza Legge di Bilancio, che dovrebbe arrivare in Parlamento proprio in queste settimane. L’obiettivo è quello di “continuare a proteggere i giovani dando loro più aiuti per la loro emancipazione”.

Da un lato il Governo intende erogare un bonus ai giovani diciottenni (che compiono 18 anni nel 2022) dal valore di 400 euro (in linea con il bonus cultura che abbiamo qui in Italia). 

Dall’altro lato si vuole favorire l’indipendenza dei più giovani, che spesso lasciano la famiglia all’età di 29 anni (ben oltre la media di 26 anni a livello europeo, anche se l’Italia si allinea sui 30 anni).

Dunque, nella prossima Manovra spagnola potrebbe essere introdotto un bonus affitto per i giovani con meno di 35 anni, con un valore simile di quello previsto dalla Manovra italiana. 

In Spagna, infatti, si parla di un aiuto da 250 euro al mese per i giovani con meno di 35 anni che intendono affittare una casa: una sorta di contributo per pagare il canone di locazione. Per le famiglie più vulnerabili, però, il bonus potrebbe arrivare a coprire fino al 40% dell’importo di affitto.

Anche in questo caso, però, sono previsti dei requisiti da soddisfare per poter ottenere l’agevolazione: anzitutto, il requisito anagrafico di età, ma non solo. 

I giovani spagnoli interessati al bonus affitto da 250 euro al mese dovranno avere già un contratto di lavoro regolare e possedere un reddito non superiore a 23.735 euro all’anno. Il beneficio – se confermato, in quanto presente attualmente nella bozza della Manovra – dovrebbe avere una durata di due anni.

Bonus affitto e bonus prima casa per i giovani. Come sfruttarlo?

Ma torniamo al Bel Paese. Oltre alla novità che potrebbe essere confermata nel testo definitivo della Legge di Bilancio 2022 (il bonus affitto per giovani under 31 anni), il decreto Sostegni bis aveva già introdotto delle agevolazioni per l’acquisto della prima casa.

La Manovra 2022 dovrebbe – stando alla bozza – incrementare il Fondo destinato a tale agevolazione ed estenderne la validità al 31 dicembre 2022. Come si legge nel comunicato stampa del Governo:

Il Fondo di garanzia per la prima casa verrà rifinanziato con ulteriori 242 milioni di euro per l'anno 2022.

Ma come funziona l’agevolazione sull’acquisto della prima casa riservata ai giovani con meno di 36 anni ed entro quando si possono richiedere i benefici? Riassumiamo brevemente le informazioni più importanti sul bonus prima casa per i giovani.

Bonus prima casa giovani: come funziona e requisiti

Acquisto o affitto: le agevolazioni non finiscono mai! Se anziché affittare una casa stai pensando di acquistare un immobile da utilizzare come abitazione principale e hai meno di 36 anni, puoi sfruttare la garanzia statale fino all’80%!

Grazie al decreto Sostegni bis, infatti, il Fondo di garanzia per la prima casa è stato allargato e rimpinguato permettendo di estendere la garanzia statale del 50% sul mutuo prima casa per tutti e all’80% per i giovani con meno di 36 anni. Che cosa significa?

Lo Stato si fa carico delle insolvenze, ma solo per alcuni giovani che soddisfano i requisiti delineati dal decreto Sostegni bis. Anzitutto, il vincolo anagrafico dei 36 anni (in caso di coppia, basta che uno dei due abbia meno di 36 anni).

Inoltre, è opportuno soddisfare anche il vincolo reddituale, ovvero possedere un reddito non superiore a 40 mila euro all’anno.

Il finanziamento – che può riguardare l’acquisto della prima casa, ma anche la ristrutturazione ai fini dell’accrescimento energetico dell’immobile stesso – non può essere superiore a 250 mila euro (attenzione: non ci riferiamo al valore della casa, ma al finanziamento erogato dall’istituto di credito).

Infine, le agevolazioni si applicano su tutti gli immobili adibiti ad abitazione principale, eccetto quelli che rientrano nelle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi) o altre abitazioni di lusso indicate dalla legge.

Bonus prima casa giovani: zero tasse per le coppie under 36!

Una volta chiariti i requisiti di accesso al bonus prima casa per i giovani, cerchiamo di capire quali sono le agevolazioni riservate alle coppie che intendono accendere un mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale.

Anzitutto, ai giovani under 36 in procinto di acquistare la loro prima casa di proprietà è applicabile l'esenzione dal pagamento dell'imposta di registro, ipotecaria e catastale. Inoltre, sull’Iva, ove prevista, viene corrisposto un credito di imposta da utilizzare per versare le imposte dovute sugli atti, o dichiarazioni dei redditi successivi alla data di acquisto, oppure da fruire in compensazione tramite il modello F24. 

In termini concreti: quanto può risparmiare una giovane coppia in procinto di acquistare la prima casa di proprietà sfruttando il bonus? Secondo alcune simulazioni, grazie ai tassi di interesse attualmente ai minimi storici si possono risparmiare migliaia di euro.

Per esempio, come riporta un articolo di Qui Finanza

Ipotizzando un mutuo fisso al 100%, di importo pari a 126.000 euro da restituire in 25 anni, il miglior Taeg disponibile online per un under 36 è pari a 1,10%, con una rata mensile di 477,72 euro.

Il risparmio del giovane grazie a questi tassi favorevoli sarà pari a 900 euro l’anno, ovvero un totale di 22.500 euro per tutta la durata del finanziamento.