Bonus animali 200 euro attivo e richiedibile già da luglio. Le famiglie che con gioia hanno aperto la porta di casa propria ad un cane o un gatto potranno fruire del beneficio per risparmiare sulle spese veterinarie richieste per la cura del loro amico a quattro zampe. 

Lo sconto va da un minimo di 150 euro ad un massimo di 200 euro, ma solo con questi requisiti. Scopriamo subito di quali si tratta e come fare domanda per l’agevolazione.

Che la situazione economica italiana non sia delle migliori non è assolutamente una novità. Gli ultimi mesi sono stati contrassegnati da una forte ondata di rincari. Mentre la crisi legata alla pandemia da Covid-19 pare non essersi affievolita, un’altra emergenza sta minando le tasche degli italiani ormai da più mesi a questa parte: la guerra Russia Ucraina.

Proprio per fronteggiare l’impennata dei prezzi del carburante (benzina, diesel, GPL), il caro bollette e l’aumento incontrastato del prezzo dei beni di consumo, Governo, Regioni e Comuni hanno optato per l’introduzione di nuovi contributi pensati per venire incontro alle famiglie italiane in preda alle difficoltà economiche, soprattutto quelle a basso reddito.

Anche le spese sostenute per i nostri amici a quattro zampe non vanno, però, sottovalutate. Accudire un cane o un gatto comporta, oggi, un esborso monetario notevole. In particolare, sono le spese legate alle visite veterinarie a pesare in maniera importante sul bilancio familiari.

Per questo motivo, in aggiunta alla detrazione fiscale del 19% riconosciuta a livello centrale, è offerta ai proprietari di animali domestici (cani e gatti) la possibilità di accedere ad un Bonus 200 euro a titolo di rimborso sulle spese veterinarie sostenute dagli stessi per garantire ai propri animali di compagnia la giusta cura e assistenza.

Senza perdere altro tempo, vediamo subito quali sono i requisiti da possedere per beneficiare del Bonus 200 euro dedicato agli animali domestici, in cosa consiste e come presentare domanda dal proprio pc servendosi solo di internet.

Leggi anche: Bonus animali, 550 euro per tutti senza ISEE. La novità 2022

Bonus animali 200€ da luglio: in cosa consiste

Chi è proprietario di un cane o un gatto sa quanta gioia la loro presenza porta in famiglia. 

Come contropartita, accudire animali è costoso: dall’alimentazione alla loro igiene, dai continui controlli alle vaccinazioni, dagli esami di laboratori alle visite veterinarie, occuparsi della loro cura non è assolutamente una cosa di poco conto.

Per questo motivo qualsiasi aiuto economico pensato per le famiglie che hanno preso in adozione un animale è sempre ben accetto.

Il Bonus animali 200 euro, di cui ci occuperemo, è frutto di un’iniziativa pensata da un Comune italiano. Già, perché non solo il Governo centrale può decidere di emanare contributi per alleggerire la posizione economica di chi si trova quotidianamente a fare i conti con le difficoltà economiche.

Comuni e Regioni possono infatti intervenire per introdurre Bonus, sussidi e contributi, da destinare esclusivamente ai cittadini residenti nel proprio territorio.

Volendo essere più precisi, è la città di Modena ad aver messo in campo il Bonus 200 euro dedicato ai proprietari di animali domestici. In verità, non si tratta di un sostegno di nuova introduzione. 

Leggi anche: Nuovo bonus animali, da luglio hai 200€ per le spese veterinarie se hai questi requisiti. 

Bonus animali 200€ da luglio con questi requisiti: gioia per le famiglie con cani e gatti

Il Comune già in piena pandemia aveva deciso di venire incontro alle famiglie piegate dalle difficoltà economiche. Non a caso, il Bonus 200 euro per cani e gatti risulta già attivo dal 2020 e richiedibile fino al 2022.

Naturalmente, come la maggior parte dei contributi attualmente in vigore, potrà essere richiesto solo soddisfacendo alcune condizioni. Viene spontaneo chiedersi: quali sono questi requisiti da rispettare per ottenere il riconoscimento del Bonus 200 euro per i cani e i gatti domestici?

Innanzitutto, alle famiglie che con estrema gioia hanno deciso di prendere in carico un animale è richiesta la residenza nel Comune di Modena e titolarità di un ISEE non superiore alla soglia di 17.000 euro. 

Ma non solo. Per poter usufruire del Bonus 200 euro è indispensabili aver iscritto il proprio amico a quattro all’ARAA (Anagrafe Regionale degli Animali d’Affezione).

La necessità di rispettare una soglia ISEE piuttosto bassa mette in evidenza l’intendo dell’amministrazione comunale di voler estendere il Bonus a quanti più beneficiari possibili, in modo da aiutarli nelle spese da sostenere per il benessere dell’animale domestico posseduto. 

Per quanto concerne la scadenza, il Bonus 200 euro può essere richiesto per tutte le spese veterinarie sostenute nell’orizzonte temporale che va dal 1°marzo 2020 alla fine di settembre dell’anno in corso.

Come presentare domanda per il Bonus 200 euro

La domanda per richiedere il riconoscimento del Bonus 200 euro introdotto dal Comune di Modena a favore dei proprietari di cani e gatti va presentata dalla piattaforma appositamente creata dall’ente per l’accoglimento delle istanze.

L’accesso al portale è autorizzato solo tramite SPID oppure CIE (Carta d’Identità Elettronica).

Per quanto concerne le spese, invece, è necessario dimostrare il loro sostenimento nell’arco di tempo già indicato (dal 1°marzo 2020 al 30 settembre 2022). 

Per tale ragione, gli interessati al sussidio devono allegare alla domanda tutta la documentazione comprovante le spese sostenute per le visite mediche.