Bonus bollette 2022 ancora ai box. Il Governo Draghi rimette le mani sullo sconto luce, gas e acqua voluto per aiutare le famiglie, soprattutto quelle titolari di un ISEE basso, in preda alle difficoltà economiche causate dall’impennata dei prezzi degli ultimi mesi. Dal 30 giugno cambierà tutto.

L’esecutivo continua a manifestare interesse verso il Bonus energia introdotto per ammortizzare il disagio economico avvertito dalle famiglie italiane a seguito dell’aumento dei costi dell’elettricità e del gas. 

L’obiettivo da fronteggiare è unico: offrire una misura capace di rispondere alle reali esigenze delle famiglie italiane sempre più costrette a stringere la cinghia per arrivare a fine mese, dopo essere aver fatto i conti con il caro bollette, il caro carburante (diesel e benzina) e l’aumento dei prezzi al consumo.

Ed ecco che spunta la definizione di un nuovo Bonus bollette pur sempre ancorato alla necessità di offrire un sostegno economico alle famiglie più svantaggiate, con di ISEE basso, colpite in maniera rilevante dal caro bollette.

Le prime novità in questa direzione sono state introdotte dal recente Decreto Aiuti e saranno applicate a partire dal 30 giugno 2022. 

Pur rimanendo inalterato l’obiettivo di fondo, cioè quello di continuare a supportare economicamente i nuclei familiari in evidente difficoltà, una serie di nuove regole dovranno essere rispettate per accedere all’agevolazione che permette di usufruire di uno sconto direttamente in bolletta sulle tariffe di luce e gas.

In questo clima di cambiamenti fatto trasparire dal Governo Draghi ci si chiede quali sono le novità pensate per il Bonus bollette 2022, altrimenti conosciuto come Bonus Sociale. 

Cercheremo subito di fare il punto della situazione partendo però dalle origini. Nel corso dell’articolo analizzeremo nel dettaglio il Bonus bollette, spiegheremo in cosa consiste a chi spetta e come funziona, quali soglie dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente permettono l’accesso alla misura e come farne domanda.

Successivamente, ci soffermeremo sulle novità introdotte dal Decreto Aiuti e sui nuovi requisiti richiesti alle famiglie ad ISEE basso per usufruire dell’agevolazione, discutendo tutte le nuove regole inserite nel provvedimento per avvantaggiare i nuclei beneficiari.

Prima di entrare nel merito dell’articolo, però, vi lasciamo alla visione di un interessante video YouTube de “il Corriere della Sera” contenente tutte le informazioni sul Bonus Bollette 2022 e le altre misure previste dal Decreto Aiuti.

Bonus bollette, a tutte le famiglie a ISEE basso: novità da Draghi. In cosa consiste?

Come anticipato in apertura di articolo, esiste una motivazione di fondo che ha spinto il Governo Draghi ad attivare il Bonus Bollette 2022. Ancor di più a rivederlo costantemente con il passare del tempo, fino ad arrivare alle ultime modifiche che diventeranno operative dal prossimo 30 giugno.

Una serie di novità volute per rendere il Bonus luce e gas ancora più accessibile alle famiglie in stato di difficoltà.

Seppur dopo tanta attesa, il Bonus Bollette è arrivato. 

L’agevolazione, introdotta dell’Esecutivo Draghi per contrastare i forti aumenti sulle bollette di gas e luce consiste in uno sconto praticato direttamente nelle fatture di gas e luce, a favore delle famiglie a basso reddito maggiormente colpite dagli aumenti degli ultimi mesi. 

Anche se il più delle volte viene etichettato come “Bonus bollette per le famiglie a ISEE basso”, la platea dei beneficiari è molto ampia e finisce per abbracciare i nuclei familiari con all’interno un membro affetto da una disabilità così grave da richiedere l’utilizzo di particolari dispositivi medici indispensabili ad assicurarne la sopravvivenza.

Tra le tante novità riguardanti il Bonus bollette 2022 c’è da menzionare la scissione del contributo in due tranche: da una parte troviamo il Bonus sociale disagio economico, dall’altra il Bonus sociale disagio fisico.

Bonus bollette 2022, non solo ISEE basso: a chi spettano. Cambiano i requisiti da giugno?

Prima di soffermarci sulle ultime novità introdotte dal Decreto Aiuti, bisogna capire quali sono i requisiti da possedere e se il provvedimento adottato dal Governo Draghi modifica i requisiti d’accesso al Bonus bollette rivolto in via prioritaria alle famiglie a ISEE basso.

Nonostante i Bonus sociali siano stati pensati per tamponare la crisi economica causata dal caro bollette luce e gas, molto spesso ci si dimentica che offrono uno sconto anche sulla bolletta d’acqua.

Per meglio intenderci, sono tre i Bonus bollette 2022 al momento disponibili ed interessati dalle novità che diventeranno operative dal prossimo 30 giugno 2022: il Bonus luce, il Bonus gas ed il Bonus idrico. 

Per quanto concerne i requisiti da rispettare per ottenere il riconoscimento degli sconti appena visti, invece, nessun cambio di passo è stato fatto dal Governo Draghi sulle condizioni di accesso.

Essendo il Bonus bollette 2022 rivolto prevalentemente alle famiglie a ISEE basso, l’unico requisito da rispettare per beneficiare delle agevolazioni su luce, gas e acqua riguarda la soglia dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente: non si dovrà oltrepassare il tetto ISEE di 12.000 euro.

Bonus bollette 2022, novità sui requisiti: 12.000 euro di ISEE o 20.000? Ecco le ultime

Il requisito ISEE visto nel precedente paragrafo, però, non è l’unico da soddisfare per poter beneficiare del Bonus bollette 2022. La tranche dell’agevolazione riguardante il Bonus sociale legato al disagio economico è vincolata al rispetto delle condizioni dettate dalla stessa normativa. 

Indipendentemente dalla novità introdotte a partire dal 30 giugno, rimane ferma la possibilità di accedere agli sconti impliciti nel Bonus bollette solo se le famiglie a basso ISEE dispongono di un contratto per la fornitura di acqua, di energia elettrica di gas e luce (uso domestico).

Ma non è tutto: lo stesso dovrà risultare attivo presso la propria residenza. Per quanto riguarda il tetto ISEE, invece, occorre fare una precisazione.

Nei paragrafi precedenti abbiamo accennato ad un’ISEE basso da non superare pari a 12.000 euro, ma questo non è l’unica soglia dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente da rispettare.

Le famiglie composte da quattro o più figli potranno accedere al Bonus bollette 2022 solo se l’ISEE del nucleo risulta inferiore a 20.000 euro. Ma c’è di più.

L’altra grande novità riguarda i percettori di Reddito di Cittadinanza: questi beneficeranno degli sconti in bolletta su luce e gas a senza essere vincolati al rispetto di alcun limite ISEE.

Bonus bollette, alle famiglie a ISEE basso: cosa cambia dal 30 giugno 2022? Le ultime novità del Decreto Aiuti Draghi

Veniamo alla parte più interessante dell’articolo, cioè a come cambia il Bonus bollette 2022 a partire dal 30 giugno 2022. Pur rimanendo inalterati i requisiti fin qui visti, il Governo Draghi ha allargato le maglie del Bonus a sostegno delle famiglie a basso ISEE per meglio fronteggiare il caro bollette.

A questo punto, viene spontaneo chiedersi come il Decreto Aiuti ritocchi e renda più vantaggioso il Bonus Bollette. Semplicemente allungando il tempo di copertura del Bonus stesso.

Per essere più chiari, il Bonus non coprirà solo i rincari avuti dal 1°aprile 2022 al 1°aprile 2022, ma anche quelli da inizio 2022 al primo giorno di aprile dello stesso anno.

Cosa cambia quindi dal 30 giungo 2022? 

Entro tale data l’ARERA rideterminerà gli importi per adeguarli ancora di più alle necessità delle famiglie a basso ISEE. Naturalmente, occorrerà attendere la pubblicazione del Decreto Aiuti in G.U.

Bonus bollette, non solo ISEE basso: come ottenere lo sconto su luce e gas

CITAZIONE: Lo sconto implicito nel Bonus bollette 2022 è facilmente ottenibile. Le famiglie a basso ISEE dovranno presentare la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) e richiedere la certificazione ISEE. 

In alternativa, si potrà dimostrare di essere percettori del Reddito di Cittadinanza o della Pensione di Cittadinanza. 

Le soglie ISEE di 12.000 euro o di 20.000 (a seconda dei casi) sono state aumentate dal Decreto Ucraina.

Per quanto riguarda la fruizione, invece, il Bonus bollette verrà riconosciuto per tutto il 2022, a prescindere dalla presentazione dell’ISEE.