Nuovi rincari in arrivo per le bollette dell'energia elettrica e del gas ad uso domestico: questa è una delle conseguenza dell'aumento dei prezzi delle materie prime e dell'inflazione sopraggiunta a seguito della crisi economica. Tuttavia è ancora attivo, anche per i mesi più freddi dell'anno, un bonus bollette specifico per risparmiare sulle spese.

I rincari non hanno solamente colpito le bollette di luce e gas, ma anche il prezzo di moltissimi prodotti anche alimentari, acquistati regolarmente dai cittadini. Anche la benzina risulta aumentata, e ad oggi viaggiare con un proprio autoveicolo è diventato più dispendioso.

Per poter garantire un risparmio sulle bollette domestiche a chi si trova in una situazione svantaggiata economicamente, è stato introdotto il bonus bollette in modo automatico. In precedenza infatti si prevedeva di dover fare una richiesta apposita per riceverlo, tuttavia ora viene erogato in modo automatico, come conferma anche Quifinanza.it:

"Gli ultimi cambiamenti hanno modificato la normativa vigente: adesso l’applicazione dello sconto avviene in maniera automatica dopo avere compilato la Dichiarazione Sostitutiva Unica richiesta per avere la certificazione ISEE."

Questo significa che il risparmio tramite bonus bollette avviene direttamente al momento del pagamento della bolletta, in modo automatico, per chi ha presentato un ISEE inferiore ad una certa cifra. Si tratta sicuramente di una forma di sostegno per le famiglie italiane più svantaggiate economicamente, che possono avvalersi di un bonus automatico nelle bollette di luce e gas.

Tuttavia questo bonus non è rivolto a tutti, ma solamente alle famiglie che si trovano in particolari condizioni, e l'importo dell'agevolazione può cambiare, anche di molto, in base alla zona in cui la famiglia vive. Si tratta di un bonus legato anche al numero di componenti del nucleo famigliare, che viene erogato anche quando sono presenti nella famiglia malati gravi che hanno la necessità di utilizzare particolari apparecchi medici. Vediamo nell'articolo in cosa consiste il bonus bollette, e quali sono altri metodi per risparmiare in questo periodo sulle spese di casa.

Bonus bollette: a chi spetta

Il bonus bollette sostanzialmente è un'agevolazione che viene indirizzata dallo stato alle famiglie più bisognose, ovvero ai nuclei famigliari che percepiscono una certa quantità di reddito annuale. Come visto prima, viene erogato in bolletta in modo automatico se vengono rispettati tutti i presupposti per potervi accedere.

Il bonus bollette è riservato ai nuclei famigliari con un massimo di tre componenti, il cui reddito complessivo risulta inferiore a 8.265 euro annui. Nel caso in cui la famiglia risulti più numerosa, da quattro a più componenti, si fa riferimento ad un reddito complessivo inferiore ai 20.000 euro all'anno. Queste informazioni tuttavia vanno presentate tramite calcolo dell'ISEE, ovvero dell'Indicatore delle Situazione Economica Equivalente.

Tra i beneficiari del bonus bollette spiccano anche tutti i cittadini che si trovano in una particolare condizione di malattia, e che hanno bisogno dell'ausilio di macchinari medici che consumano elettricità, per cui le bollette possono salire di prezzo. Infine, anche chi si trova in una condizione di disagio economico, e percepisce reddito o pensione di cittadinanza, può ricevere l'agevolazione del bonus bollette.

Lo sconto può arrivare da 128 a 177 euro all'anno, per ogni famiglia beneficiaria, e l'importo varia in base alle caratteristiche della stessa, al reddito e alla zona in cui la famiglia risiede, come spiega Businessonline.it:

"L’importo del bonus luce 2021 si calcola in base al numero dei componenti del nucleo familiare e aggiornato ogni anno dall'Autorità e, una volta effettuato il calcolo l’importo per famiglia, viene direttamente scontato sull’importo complessivo della bolletta per 12 mesi."

Il bonus bollette è reso disponibile dallo stato già da diversi mesi, ed è particolarmente utile dal momento in cui è arrivata l'inflazione e le famiglie italiane si trovano davanti ai rincari inevitabili. Rincari che nei mesi invernali si sentono maggiorente rispetto ai mesi estivi, soprattutto a causa dell'aumento dei consumi necessario per il riscaldamento di casa. Oltre al bonus bollette tuttavia ci sono altri sistemi per poter risparmiare sulle bollette di casa.

Bonus bollette e affitto

Bisogna considerare anche che per affrontare il particolare periodo di rincari economici, lo stato ha introdotto numerosi fondi per metterli a disposizione dei singoli comuni. I comuni possono quindi procedere con la distribuzione di nuovi sostegni alle famiglie sia per il pagamento delle bollette che per il saldo delle mensilità di affitto, o ancora, per l'acquisto di prodotti alimentari.

Diversi comuni italiani infatti hanno introdotto recentemente una nuova erogazione dei buoni spesa, ovvero di particolari aiuti per i cittadini più in difficoltà, per il pagamento dei prodotti di prima necessità, come quelli alimentari. Ogni comune ha le proprie modalità per la distribuzione, e chi è interessato a chiedere queste forme di sostegno può rivolgersi al proprio comune di residenza e verificare se può accedere ai sostegni.

Oltre a queste forme di sostegno immediate, anche per il pagamento degli affitti vengono introdotti sostegni, in particolare per i giovani, under 31, che si trovano in difficoltà con il pagamento del canone di locazione mensile. Si tratta di uno sconto che arriva fino al 20% della mensilità, per i giovani italiani che vivono in una casa o in una stanza posta in affitto.

Tuttavia anche in questo caso ci sono alcuni limiti di reddito: il guadagno annuale del giovane interessato deve essere inferiore a 15.493,71 euro. Esiste tuttavia un limite massimo per questa detrazione, che annualmente si attesta intorno ai 2.000 euro.

Per i giovani italiani che in questo particolare contesto storico si trovano a dover costruire una indipendenza dalle famiglie di origine, lo stato ha anche introdotto un'agevolazione per l'acquisto di un immobile tramite mutuo con una banca, ovvero un bonus per tutti i giovani under 36 che quest'anno comprano una abitazione da adibire a prima casa.

Bonus bollette e aziende: come funziona

Oltre alle famiglie italiane con minor reddito annuale, a trovarsi in difficoltà con il pagamento delle bollette di luce e gas, secondo gli ultimi rincari, sono anche le aziende, che improvvisamente si trovano a dover pagare una cifra maggiore per l'approvvigionamento di energia e gas rispetto al passato. 

Molto spesso questi aumenti di prezzo vanno di pari passo con un calo delle vendite o con la diminuzione della richiesta a causa dell'arrivo della crisi. Al momento si registra un periodo di ripresa per le attività, anche quelle di produzione, tuttavia per le aziende il rincaro dei prezzi per le bollette arriva in un momento piuttosto delicato.

A livello globale, l'aumento della domanda di accesso a queste materie prime, da parte delle aziende che riprendono a lavorare anche dopo mesi, ha comportato un generale rincaro di queste materie prime, a carico delle aziende produttrici. Aziende che per compensare, propongono aumenti anche sui prodotti finali, che vanno a discapito anche degli stessi cittadini, ovvero i consumatori finali.

Il bonus bollette in un certo senso è già arrivato anche per le aziende, secondo le indicazioni offerte dallo stato e dall'attuale governo, come spiega Anconatoday.it:

"Per poter contenere i rincari in bolletta il Governo Draghi ha approvato un decreto legge che ha disposto tre 3 misure con le quali tagliare gli aumenti sui costi di luce e gas per i prossimi mesi. Esse consistono nell’azzeramento degli oneri di sistema in bolletta per le 6 milioni di pmi."

Anche le aziende quindi possono risparmiare sul rincaro delle bollette per l'energia elettrica e il gas, tuttavia non sempre questo basta ad una effettiva ripartenza. Per alcuni settori produttivi, come ad esempio il tessile, la crisi economica ha fatto maggiori danni rispetto ad altri settori. E come conseguenza da un lato c'è la presenza massiccia di disavanzo nei magazzini, ovvero di prodotti rimasti invenduti, dall'altro lato, molto del fatturato di queste aziende viene destinato alla copertura delle bollette dell'energia per la produzione.

Bonus bollette Arera

I bonus bollette vengono presentati anche sul web grazie al portale ufficiale "ARERA", l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, che propone ai cittadini le modalità per ricevere gli sconti sulle bollette del gas, della luce e dell'acqua.

I bonus bollette sono disponibili in base al reddito famigliare complessivo, per le famiglie, ma anche per le aziende sono destinati particolari sostegni. ARERA riporta nel dettaglio gli interventi dello stato in materia di rincari delle bollette, sottolineando come l'obiettivo principale sia quello di un impatto zero dell'aumento dei costi per le famiglie più fragili.

Il governo negli scorsi mesi è intervenuto più volte per abbattere i costi delle bollette domestiche per le famiglie in difficoltà economica, e per i prossimi mesi sono stabiliti nuovi fondi, circa 500 milioni di euro, per garantire un cuscinetto di risparmio alle famiglie in vista degli aumenti invernali.

Grazie alle comunicazioni fornite dal sito ufficiale ARERA, è anche possibile avere una stima della spesa media complessiva delle famiglie italiane per le bollette domestiche, in vista dei rincari. Si tratta di un aumento stimato a 155 euro annuali in più rispetto al 2020, con una spesa complessiva per le famiglie per la sola bolletta del gas attorno ai 1.130 euro.

Anche per l'energia elettrica i rincari previsti aumenteranno le bollette, in mancanza della possibilità di accedere al bonus bollette, almeno del 13% in più rispetto agli anni passati. Tuttavia ci sono alcune importanti indicazioni di cui tenere presente se si vuole provare a risparmiare sui consumi.

Importantissimo risulta avere impianti di riscaldamento aggiornati, e limitare la dispersione di calore all'interno delle stanze. Per farlo, si consiglia di accendere i riscaldamenti solamente in determinate fasce orarie, utilizzare infissi che proteggono gli ambienti interni dall'esterno, utilizzare i pannelli termoriflettenti per evitare la dispersione del calore.