Nuovo Bonus casa in partenza. Il Governo Draghi da il via libera ad una nuova agevolazione richiedibile fino al 31 dicembre 2022. 

Un contributo fino a 48.000 euro che permetterà di migliorare la propria abitazione senza dover eseguire alcun lavoro di ristrutturazione, come previsto invece per il Bonus mobili ed elettrodomestici.

Seppur ci sia ancora del tempo per poterne usufruirne, è bene anticiparne il funzionamento. 

L’aspetto più interessante è che si tratta di un Bonus per tutti, svincolato dal rispetto di soglie reddituali e patrimoniali, accessibile senza sottoporre l’immobile a lavori di ristrutturazione, requisito invece obbligatorio per altri Bonus casa.

Il nuovo Bonus fino a 48.000 euro rientra a pieno titolo nella lista delle agevolazioni previste per l’edilizia di cui fanno parte il Superbonus 110%, il Bonus Facciate ed altri Bonus ristrutturazione casa confermati dalla Legge di Bilancio 2022.

A cambiare è solo l’obiettivo: riguarda la sicurezza dell’immobile e si potrà avere anche senza interventi innovati o modificativi dell’edificio.

Di cosa si tratta? Di una normalissima detrazione fiscale del 50% sulle spese supportate per un importo non superiore a 96.000 euro.

Al pari di altri Bonus ristrutturazione casa, anche il Bonus sicurezza a disposizione di tutti prevede un rimborso dei costi sostenuti in 10 rate annuali di uguale importo.

Ma vediamo subito in costa consiste in nuovo Bonus casa, come accedere alla detrazione fiscale fino a 48.000 euro e quali requisiti occorre rispettare per poterne ottenere il riconoscimento.

Per conoscere tutti gli aggiornamenti sui Bonus ristrutturazione casa 2022 vi consigliamo la visione di un interessante video YouTube del professionista Danilo Torresi.


Nuovo Bonus casa per tutti, 48.000 euro di sconto fino al 31 dicembre 2022. In cosa consiste

La casa è sempre la casa, a prescindere dalle dimensioni. Ognuno di noi cerca di proteggerla con le unghie e con i denti, soprattutto se abitata da bambini o persone non autosufficienti che potrebbero facilmente cadere vittime di furti.

Ma rendere la propria casa sicura al 100% richiede un esborso di denaro da non sottovalutare. Ecco perché il nuovo Bonus casa per tutti potrebbe rappresentare la chance giusta per installare nella propria abitazione un sistema di telecamere di sorveglianza efficace.

Ma in cosa consiste?

Il Bonus casa accessibile fino al 31 dicembre 2022 assicura uno sconto del 50% sui costi supportati per proteggere l’immobile da malintenzionati.

Attenzione! Questo non significa che il Bonus per tutti da 48.000 euro preveda l’erogazione di una somma di denaro.

Come tutti i Bonus casa 2022 attivi, anche il Bonus sicurezza si concretizza in uno “sconto” sulle tasse da pagare alla fine dell’anno.

Detto questo, vediamo nello specifico chi potrà beneficiare del nuovo Bonus casa sicurezza, le spese coperte dall’agevolazione e come farne domanda.

Nuovo Bonus casa, 48.000 euro per la sicurezza di tutti: come funziona

Se non fosse per gli alti costi, il numero dei furti in progressivo aumento spingerebbe tutti verso l’installazione di sofisticati sistemi di allarme e di telecamere di video sorveglianza tecnologicamente avanzate.

Se però se ne ravvisa l’urgenza, non ci si può sottrarre dalle spese. 

Fortunatamente, fino al 31 dicembre 2022, è possibile usufruire di un nuovo Bonus casa che permette di portare in detrazione la metà dei costi sostenuti (50%) su una spesa massima di 96.000 euro: un Bonus sicurezza per tutti fino a 48.000 euro.

Si tratta di un Bonus casa che almeno dal punto di vista del funzionamento non differisce dagli altri: lo “sconto” ottenibile non è altro che una detrazione fiscale.

C’è però un particolare requisito che rende il nuovo Bonus casa fino a 48.000 euro diverso dai Bonus ristrutturazione casa più famosi. Quale? 

Il Bonus sicurezza per tutti non necessità di alcun lavoro di ristrutturazione. Per meglio intenderci, l’interessato alla misura dovrà solo documentare tutte le spese sostenute e portarle in detrazione nella dichiarazione dei redditi.

Nuovo Bonus casa 2022, fino a 48.000 di sconto? Ecco a chi spetta

Il nuovo Bonus casa fino a 48.000 euro non prevede particolari vincoli.

Spetta tanto ai proprietari dell’immobile, quanto agli inquilini che versano allo stesso il canone di locazione mensile.

Anche il comodatario, i membri della famiglia che convivono con il proprietario della casa e chi gode dell’usufrutto, possono beneficiare della detrazione fiscale del 50% implicita nel Bonus sicurezza attivo fino al 31 dicembre 2022.

Ma c’è di più. L’accesso al nuovo Bonus casa 2022 è riservato anche alle cooperative, le imprese a conduzione familiare, alle s.n.c., alle s.a.s. e alle ditte individuali.

Sul fronte requisiti da soddisfare, invece, non si ravvisano limiti: tutte le persone fisiche o giuridiche possono usufruire del Bonus casa correlato alla sicurezza. 

Nuovo Bonus sicurezza, per tutti entro il 31 dicembre 2022: quali sono le spese casa detraibili

Fino a questo momento abbiamo focalizzato la nostra attenzione sui tratti distintivi del nuovo Bonus casa 2022 che lo rendono diverso dagli altri.

Pur non prevedendo l’erogazione di un importo in contanti, la detrazione fiscale offre un importante vantaggio per tutti coloro che a forza di cose si trovano a dover affrontare una spesa cospicua per dotare la propria casa di sistemi di sicurezza adeguati.

Lo “sconto” fino a 48.000 euro permette comunque di recuperare sulle tasse quanto speso.

Ma quali sono le spese coperte dal nuovo Bonus casa sicurezza accessibile fino al 31 dicembre 2022?

La lista delle spese da portare in detrazione nella dichiarazione dei redditi (per il 50%) è abbastanza lunga. 

 Il nuovo Bonus per tutti copre i costi sostenuti per acquistare porte blindate, sistemi di allarme, di videosorveglianza a circuito chiuso, impianti anti-intrusione.

E poi ancora: le spese sostenute per impianti di evacuazione, controllo dei fumi, antincendio, di prevenzione delle fughe di gas o allagamento e per i sistemi di controllo degli accessi e nebbiogeni.

Nuovo Bonus casa 2022 per la sicurezza: come ottenerlo entro il 31 dicembre 2022

Ma come si può accedere alla detrazione fiscale su un totale di spesa massimo di 96.000 euro?

Iniziamo col dire che la detrazione del 50% prevista per il nuovo Bonus casa 2022 non si otterrà in un’unica soluzione, ma gli importi verranno spalmati su 10 anni, per quote di pari importo.

Naturalmente tutte le spese sostenute devono essere documentare nei dettagli.

Ci sono dunque dei requisiti da rispettare per richiedere il Bonus casa attivo fino al 31 dicembre 2022. Quali?

Innanzitutto, le spese devono essere pagate con strumenti tracciabili (carte di credito, bancomat, carte di debito, bonifico bancario parlante). 

Nel caso in cui il pagamento avvenisse tramite bonifico occorrerà inserire anche il codice fiscale identificativo del beneficiario del Bonus, la Partita IVA o il codice fiscale dell’incaricato ad eseguire i lavori.

In più servirà indicare il numero di fattura, l’importo, la data e la casuale di versamento (art.16-bis del Dpr 917/1986).