Bonus 2022, donne casalinghe? 468 euro a tutte! Nuovo aiuto INPS

Bonus casalinghe 2022 al via. Arriva un nuovo aiuto INPS di 468 euro a sostegno delle donne e degli uomini che si occupano delle faccende domestiche. Ultime.

Bonus casalinghe 2022 al via. Arriva un nuovo aiuto INPS destinato a tutte le donne che si occupano delle faccende domestiche, ma non solo. Anche gli uomini potranno ottenere un sussidio di 648 euro al mese. Un altro contributo di 500 euro permetterà agli stessi di frequentare corsi di formazioni utili ad acquisire le conoscenze necessarie per svolgere qualsiasi lavoro. Vediamo subito come avere entrambi i benefici.

Ti occupi della tua casa e da una vita speri in un contributo economico che possa ripagare le tue fatiche? Ebbene, esistono ben due Bonus casalinghe da richiedere se ti rivedi in questa situazione lavorativa.

Il primo aiuto di 468 euro al mese è gestito ed erogato dall’INPS, il secondo invece garantisce un sostegno economico nel rispetto di specifici requisiti analizzati nei paragrafi a seguire. Ma procediamo con ordine per evitare di fare confusione.

L’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale mette a disposizione di tutte le donne casalinghe sparse in lungo ed in largo per l’Italia un contributo spendibile nell’acquisto di corsi di formazione professionali da frequentare per rafforzare le proprie competenze digitali, sociali e informatiche. 

Il secondo Bonus 2022, sempre dedicato alle casalinghe e ai casalinghi d’Italia, viene incontro ai cittadini e alle cittadine italiane di età inferiore ai 67 anni, titolari di un reddito basso.

Fornita qualche anticipazione sugli aiuti INPS rivolti alle casalinghe, entriamo nel merito dell’articolo andando ad analizzare i due Bonus 2022 da richiedere all’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale: il primo non vincolato al rispetto di soglie ISEE per il suo ottenimento e di ammontare pari a 500 euro, il secondo di 468 euro rivolto alle casalinghe con reddito basso.

Scopriamo subito tutte le peculiarità del Bonus casalinghe 2022 e come accedere alle agevolazioni pensate per tutte le donne e gli uomini dediti alla casa.

Bonus casalinghe 2022, 480 euro a tutte le donne? In cosa consiste il nuovo aiuto INPS

Per risalire all’introduzione del Bonus casalinghe 2022 non bisogna andare molto indietro nel tempo. Il nuovo aiuto gestito ed erogato dall’INPS ha preso vita grazie ad una norma inserita nel decreto legge n. 114 agosto 2020. 

Tale provvedimento sancisce la nascita di un apposito Fondo dedicato alla formazione delle casalinghe donne e dei casalinghi uomini, al posto di un sostegno mensile corrisposto a tutti indipendentemente dall’ISEE.

Stiamo forse dicendo che i Bonus casalinghe da 480 euro in realtà non esiste? Esattamente. La normativa italiana non prevede il pagamento di alcun contributo mensile alle casalinghe e ai casalinghi quotidianamente impegnati nelle faccende domestiche. 

Esiste invece il Fondo istituito per finanziare la formazione professionale degli stessi. 

Volendo essere ancora più chiari, è previsto un assegno mensile di 468 euro ma non va assolutamente confuso con il Bonus casalinghe a cui ci riferiamo. E le differenze sono notevoli non solo in termini di beneficiari, ma anche di finalità perseguite.

In altre parole, il decreto n.114 del 2020 prevede sì un Bonus casalinghe ma non si concretizza nell’erogazione di una somma di denaro da parte dell’INPS.

Permette piuttosto alle donne e agli uomini impegnati nei lavori di casa la frequentazione di una serie di corsi (anche online) su specifiche tematiche, per prepararli ad un prossimo ingresso nel mondo del lavoro. 

Bonus casalinghe 2022, Assegno sociale INPS a chi spetta e per quali importi?

Anche se diversi nell’indicazione l’Assegno Sociale e il Bonus casalinghe 2022 sono sempre stati confusi, disorientando anche i cittadini. Approfittiamo di questo articolo per ristabilire l’ordine delle cose.

Come anticipato nel precedente paragrafo, il Bonus casalinghe 2022 altro non è che un Fondo istituito dall’Esecutivo italiano tramite il decreto di agosto. 

Il provvedimento mette nero su bianco la messa a punto di un Fondo per finanziare la formazione di tutte le donne casalinghe (anche casalinghi) senza un lavoro, impegnati nelle faccende domestiche, a titolo gratuito, o che assistono un familiare convivente.

Il Bonus casalinghe così articolato non si sostanzia in un contributo di 500 euro, tangibile, ma offre a tutte le donne e gli uomini impegnati nelle mansioni domestiche la possibilità di frequentare corsi di formazione atti ad incentivare il loro inserimento nel mondo del lavoro.

Altra netta distinzione va fatta tra Bonus casalinghe 2022 e Assegno sociale INPS. Quest’ultimo si sostanzia in un contributo in denaro, dal valore di 468 euro, erogabile a tutte le donne e agli uomini under 67 aventi un basso reddito.

Bonus casalinghe 2022, 468 euro a tutte le donne e gli uomini dall’INPS? A chi spetta

Il Bonus casalinghe da 468 euro, o meglio l’assegno casalinghe 2022, non spetta a tutti i cittadini indistintamente. Come per le altre agevolazioni erogate dall’INPS occorre rispettare una serie di requisiti per beneficiare dell’aiuto offerto dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale.

La prima condizione da rispettare è anagrafica. Per beneficiare del Bonus casalinghe occorre avere un’età inferiore a 67 anni ed essere impegnati nelle mansioni di casa da una vita. Il contributo non spetta a chi ha maturato i contributi necessari per ottenere la pensione di vecchiaia, anche minima.

E’ indispensabile, poi, la cittadinanza italiana, di un Paese UE o il possesso del permesso di soggiorno. E’ altresì obbligatoria la residenza nel territorio italiano da almeno 10 anni.

Il Bonus casalinghe in questione spetta a tutte le donne e gli uomini titolari di un reddito sotto i 6.085,30 euro se single, entro la soglia di 12.170,60 euro se coniugati.

Bonus casalinghe 2022, 500 euro a tutte? Solo per i corsi di formazione. Nuovo aiuto INPS

Veniamo ora al secondo Bonus casalinghe 2022, quello dal valore di 500 euro non tangibile. Stiamo parlando del nuovo contributo messo in campo dall’INPS non solo per le donne, ma per tutti i cittadini disoccupati che dedicano anima e corpo alla cura della propria casa o all’assistenza di un familiare, senza ricevere in cambio alcun compenso economico.

Spesso e volentieri queste categorie di soggetti non riescono a trovare un lavoro perché non dispongono delle competenze basilari richieste per lo svolgimento di una qualsiasi attività lavorativa. 

L’INPS ha voluto sopperire a questa mancanza offrendo a questi soggetti la chance di partecipare a dei corsi gratuiti, nell’intento di rafforzarne le competenze. 

Un Bonus casalinghe 2022 quasi d’aiuto all’ingresso di queste persone nel mondo del lavoro.

E i corsi di formazioni sono i più disparati. Puoi decidere di frequentare lezioni sul corretto utilizzo dei siti web e del personal computer, di accedere a corsi digitali o riguardanti la comunicazione, e molto altro ancora!

INPS, Bonus casalinghe 2022, 500 euro in corsi di formazione: quali scegliere

Il Bonus casalinghe INPS da 500 euro quali corsi di formazioni copre? In primis, le lezioni potranno essere seguite anche online, per un numero di ore non superiore a tre per ciascuna materia a cui si è interessati, mentre la durata del corso non dovrà superare i dodici mesi.

Si potranno seguire corsi sull’importanza della privacy e della tutela dei dati personali, oppure percorsi formativi di guida all’uso dei social network e delle piattaforme istituzionali (INPS, Agenzia delle Entrare, INAIL e via dicendo)

Chi non è particolarmente ferrato con la tecnologica può decidere di frequentare corsi base sull’utilizzo del personal computer, mentre coloro che hanno maggiore dimestichezza con il Pc potranno imparare tutte le tecniche per creare contenuti digitali (immagini, video, fogli di calcolo, etc.).

Molto interessanti anche i percorsi formativi aventi ad oggetto la ricerca delle informazioni e l’individuazione delle notizie false in rete.

Ogni casalinga, senza alcuna distinzione tra uomo o donna, potrà scegliere a quale percorso iscriversi volontariamente. Bisogna solo attendere la pubblicazione delle aree tematica sul sito del Ministero per le Pari Opportunità.

Achiropita Cicala
Achiropita Cicala
Collaboratore giornalistico, classe 1985.Ho una laurea magistrale in Economia Applicata, conseguita presso l'Università degli Studi della Calabria. A percorso universitario ultimato, ho approfondito sul campo le competenze acquisite in Finanza e Statistica presso alcuni studi commerciali. Attualmente, collaboro con diverse testate giornalistiche online per le quali scrivo, con flessibilità, di argomenti che spaziano dall'economia alla politica, dal mondo della scuola a quello dell'amministrazione pubblica. Passioni? La scrittura in primis, la grafica in secundis!
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate