In attesa di vedere quali saranno le prossime mosse del Governo Draghi in materia di aiuti alle famiglie, ai lavoratori e alle imprese, ci sono diverse opportunità ancora da cogliere, messe in campo dal precedente Esecutivo.

A partire dall'inizio dell'emergenza coronavirus scoppiata un anno fa, il Governo Conte ha messo in campo numerosi bonus per aiutare gli italiani ad affrontare la crisi economica innescata dalla pandemia.

Bonus: fino a 3.300 euro per tutti nel 2021 e senza ISEE

L'accesso a gran parte di questi aiuti è possibile solo se si è in possesso di determinati requisiti reddituali, motivo per cui è richiesta la presentazione dell'ISEE aggiornato.

Tra gli altri c'è però anche un bonus che si rivolge ad una platea decisamente più ampia, visto che non è vincolato all'indicatore della situazione economica equivalente.

Stiamo parlando del bonus cashback che quest'anno offre la possibilità di portare a casa fino a 3.300 euro complessivi nel migliore dei casi.

Il programma cashback è ormai al suo terzo mese di vita e, salvo sorprese e cambi di rotta del Governo Draghi, sarà destinato ad accompagnarci fino alla fine della prima metà del 2022.

Bonus senza ISEE: ecco i requisiti per avere fino a 3.300 euro

Il bonus cashback è accessibile a tutti e le condizioni per la partecipazione prevedono pochi requisiti chiave.
E' necessario essere maggiorenni, residenti in Italia ed essere iscritti all'app IO della pubblica amministrazione, dove registrare gli strumenti di pagamento con i quali si intende partecipare al programma cashback.

Condizione essenziale per maturare il diritto al rimborso del 10% delle spese è che le stesse siano fatte in un negozio fisico e pagate con uno strumento elettronico e non in contanti.

La prima fase si è già conclusa ed è quella che ha avuto luogo in forma sperimentale solo per l'ultimo mese del 2020 e precisamente dall'8 al 31 dicembre.

In questo lasso di tempo, per ogni transazione realizzata in un negozio fisico utilizzando come pagamento bancomat, carta di credito o app tipo Satispay, è stato riconosciuto un rimborso del 10%, con un massimo di 15 euro per ciascuna operazione e con un tetto di 150 euro per l'intero periodo di riferimento a dicembre, a fronte di un minimo di 10 acquisti effettuati.

Proprio in questi giorni stanno arrivando i rimborsi relativi al cashback di Natale, con le somme accreditate direttamente sul conto corrente dei singoli partecipanti che hanno dovuto registrare sull'app IO l'IBAN al quale Consap sta bonificando gli importi dovuti.

Bonus cashback senza ISEE: chi può averlo e come

Archiviata la fase sperimentale del cashback di Natale, dall'1 gennaio 2021 è partito il cashback ordinario che durerà fino al 30 giugno 2022, salvo modifiche o differenti disposizioni del Governo Draghi.

Il programma sarà suddiviso in tre periodi di riferimento: il primo è tra l'1 gennaio e il 30 giugno 2021, il secondo durerà dall'1 luglio al 31 dicembre 2021 e il terzo dall'1 gennaio al 30 giugno 2022.

In ciascuno di questi tre trimestri, ogni partecipante al programma cashback avrà diritto ad un rimborso del 10% per ciascuna transazione in un negozio fisico pagata con uno strumento elettronico e non con i contanti.

Anche in questo caso è previsto un limite di 15 euro di cashback per ciascuna operazione, con un bonus massimo di 150 euro nell'arco del semestre.

A differenza dell'extra cashback di Natale, a partire dall'1 gennaio 2021 è necessario un numero minimo di transazioni pari a 50 come soglia di accesso al rimborso.

In tal modo, partecipando al cashback ordinario quest'anno, si potrà accumulare un bonus complessivo di 300 euro, per il quale come detto prima non è necessaria la presentazione dell'ISEE.

Un altro aspetto molto interessante è che a differenza di altri, al bonus cashback possono accedere tutti i membri di un nucleo familiare, a patto che abbiano i requisiti per la partecipazione.

Ogni famiglia quindi ha la possibilità di veder aumentare il bonus dei 300 euro, in base al numero dei suoi partecipanti al programma cashback.

Bonus extra di 1.500 euro a semestre. L'ISEE non serve

Come se non bastasse, il bonus potrebbe lievitare sensibilmente, visto che ai 150 euro di rimborso previsti per ogni semestre, si potranno aggiungere altri 1.500 euro extra.

Si tratta in questo caso di un super premio che sarà riconosciuto ai primi 100mila partecipanti al programma cashback che avranno effettuato il maggior numero di transazioni.

Anche per i 1.500 euro il periodo di riferimento è quello del semestre, quindi il conteggio delle operazioni sarà compreso tra l'1 gennaio e il 30 giugno 2021 per il primo super premio.

Come si legge sull'app IO, la classifica definitiva relativa ai 100mila utenti con il più alto numero di transazioni sarà pubblicata il 10 luglio 2021, mentre bisognerà attendere agosto per ricevere sul proprio conto corrente il rimborso del cashback fino a 150 euro e dell'eventuale super premio da 1.500 euro.

Lo stesso accadrà proprio per i due semestri successivi, ossia per quello dal luglio a dicembre 2021 e per l'ultimo da gennaio a giugno 2022.

Da segnalare che al momento il super premio da 1.500 euro è finito sotto osservazione e potrebbe anche essere oggetto di modifiche da parte del Governo Draghi.

Quest'ultimo infatti, stando ad alcune indiscrezioni, potrebbe decidere di sospendere fino a dicembre il super cashback, al fine di risolvere il problema dei furbetti che per scalare la classifica effettuano micro-transazioni anche di pochi centesimi di euro.