Oggi il Governo italiano è a lavoro al fine di strutturare un nuovo disegno di legge di bilancio 2022 che possa essere in grado di offrire agevolazioni e contributi economici con l’obiettivo di aiutare e di sostenere un’ampia platea di cittadini italiani che vivono in Italia, con particolare riferimento alla situazione epidemiologica conseguente all’arrivo e alla diffusione del Coronavirus.

A questo proposito, il Presidente del Consiglio dei ministri, Mario Draghi, sta pensando di provvedere ad una proroga del cosiddetto bonus cultura dal valore di 500 anche per l’anno prossimo 2022, con alcune novità anche in merito ad un possibile riferimento al valore ISEE di ciascun nucleo familiare. 

In questo panorama, quindi, secondo quanto emerge chiaramente all’interno del documento relativo al disegno di legge in vista della nuova Legge di Bilancio 2022, i giovani studenti potranno continuare a beneficiare del famoso bonus cultura dal valore di 500 euro, anche per il prossimo anno.

Dunque, all’interno del seguente articolo saranno offerti ulteriori approfondimenti in merito alle caratteristiche del bonus cultura dal valore di 500 euro oltre che ai requisiti e alle condizioni che sono considerate obbligatorie per poter ottenere l’accesso a tale contributo economico. 

Le caratteristiche principali del bonus cultura di 500 euro

Il bonus cultura si configura come l'erogazione una tantum di un buono sconto dall’importo complessivo dal valore di 500 euro. Si tratta di uno dei contributi economici che rientrano effettivamente all'interno delle varie iniziative e misure che sono state approvate e promosse per decisione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali del Turismo in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, introdotta a partire dall’anno 2016. 

È necessario precisare che l’introduzione e l’erogazione del cosiddetto bonus cultura 2021 consiste nella possibilità di ottenere un buono sconto dal valore di 500 euro che potrà essere speso ed usufruito da parte di quei cittadini con età pari a diciotto anni.

In questo senso, il bonus cultura potrà essere sfruttato per l’acquisto di prodotti e di beni inerenti alla cultura e allo spettacolo, nonché per l'erogazione di servizi inerenti allo stesso ambito. 

Il funzionamento del bonus cultura di 500 euro 

È necessario precisare che il bonus cultura dal valore di 500 euro potrà essere beneficiato da parte di quei cittadini residenti in Italia che hanno compiuto l’età anagrafica di diciotto anni, attraverso la possibilità di ottenere una carta elettronica disponibile all’interno della piattaforma 18app del Ministero Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

A questo proposito, per effettuare la registrazione all’interno del portale telematico del bonus cultura di 500 euro, è necessario che i cittadini provvedano a effettuare la richiesta mediante il sito www.18app.italia.it, attraverso le credenziali SPID.

Occorre anche precisare che al momento in cui i cittadini potranno effettivamente ottenere la carta elettronica e spenderla per l’acquisto di uno o più prodotti o servizi.

Bonus cultura da 500€: cosa cambierà con la Manovra 2022

Secondo quanto risulta emergere dal testo pubblicato dalla nuova Legge di Bilancio 2022, entrato in vigore a partire dal primo gennaio dell’anno prossimo, il bonus cultura dal valore di 500 euro potrebbe essere coinvolto da diverse novità che potrebbero quindi modificare in parte le caratteristiche di questa agevolazione.

Nello specifico, Dario Franceschini, Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, sembra essere intenzionato a porre nuove modifiche in merito al funzionamento del bonus cultura 2022, ma anche nei confronti dei vari requisiti di accesso.

A questo proposito, il bonus cultura dal valore di 500 euro, che attualmente risulta essere in scadenza nella data del 28 febbraio 2022, potrebbe essere prorogato, fornendo delle nuove limitazioni sulla base dell’ISEE di riferimento a cui appartiene ciascun cittadino. 

Inoltre, l’intenzione del Governo italiano in merito al bonus cultura è anche quello di inserire tale agevolazione indirizzata verso i cittadini con età di diciotto anni, all’interno delle varie misure strutturali. 

Dunque in questo senso, di fatto con l’approvazione e l’introduzione del bonus cultura di 500 euro tra le varie misure strutturali a partire dall’anno prossimo 2022, si andrebbe di fatto a restringere la platea di cittadini che potrebbero accedere al bonus cultura, andando ad escludere coloro i quali appartengono a nuclei familiari che risultano essere in possesso di un ISEE particolarmente elevato. Secondo alcune indiscrezioni, sembrerebbe che la soglia limite fissata per l’accesso al bonus cultura di 500 euro, è quella dei 25 mila euro. 

Inoltre, con la pubblicazione della Legge di Bilancio 2022, il bonus cultura dal valore di 500 euro potrebbe ottenere una proroga che non sarà valida soltanto per l’anno 2022, ma anche per i prossimi anni. In tal senso, non sarà più necessario per il Governo italiano provvedere ad approvare ed introdurre la proroga per il beneficio ogni anno.