Ormai lo sappiamo, il Bonus Cultura è stato ufficialmente attivato per tutti i 2003 che lo desiderano. Infatti, il portale dedicato al Bonus 18App è ufficialmente partito il giorno 17 marzo 2022. 

Ebbene, tutti coloro che hanno compiuto 18 anni nel corso del 2021 (ossia coloro che sono nati nel 2003) hanno la possibilità di sfruttare i 500 euro virtuali messi in campo dal Governo Draghi

Ma fino a quando avranno tempo i ragazzi per registrarsi alla piattaforma? Come sappiamo, il Bonus Cultura avrà una durata di circa un anno. Infatti, la possibilità offerta per i nati nel 2002 si è esaurita il 28 febbraio di quest’anno. 

Tuttavia, è doveroso sottolineare che tutti coloro che vorranno usufruire di tale opportunità dovranno inviare la domanda entro il 31 agosto 2022. 

Ma come funzionerà il Bonus Cultura? Cosa è consentito comprare e come si possono utilizzare i voucher sui più famosi e-commerce, come Amazon? Andiamo a rispondere a tutti questi dubbi nel corso dell’articolo. 

Prima di cominciare ti consiglio la visione di questo video realizzato da TECNOMUSIC_evo

Beneficiari Bonus Cultura: ecco chi può usufruirne nel 2022!

Ebbene, come abbiamo sottolineato poc’anzi, quando parliamo di Bonus Cultura facciamo riferimento solamente ad una piccola parte di beneficiari. 

Insomma, il Bonus in questione viene indirizzato esclusivamente a coloro che hanno compiuto la maggiore età nel corso dell’anno precedente, quindi, nel nostro caso, solo a coloro che hanno compiuto 18 anni nel 2021. 

Se la matematica non è un’opinione, quest’anno possono beneficiare di questo importante bonus di 500 euro tutti coloro che sono nati nel 2003. 

Attenzione: anche se nel corso del 2022 compiranno 18 anni tutti quei ragazzi che sono nati nel corso del 2004, essi non potranno beneficiare del Bonus Cultura quest’anno. 

Infatti, il Bonus Cultura per i 2004 si avrà nel corso del 2023, in quanto la misura è stata resa strutturale. 

Cosa vuol dire? Te lo spiego immediatamente. 

Come sappiamo, il Bonus Cultura non è certo una misura nuova creata dal Governo Draghi. Infatti, abbiamo a disposizione questa agevolazione fin dal 2016 e ne hanno beneficiato per la prima volta coloro che sono nati nel 1998. 

Ebbene, la vera novità è che la Legge di Bilancio 2022 ha reso il Bonus Cultura strutturale e, di conseguenza, non ci sono dubbi che l’agevolazione verrà riproposta anche nel corso del prossimo anno. 

Ma ci sono alcuni requisiti per poter accedere alla misura che assicura ai neo maggiorenni una somma virtuale di 500 euro da spendere nei negozi accreditati? 

Beh, ovviamente si. Oltre all’età anagrafica che abbiamo visto nel dettaglio nel corso di questo paragrafo, per poter beneficiare del Bonus Cultura sarà necessario anche essere in possesso della cittadinanza italiana. 

Insomma, è necessario essere residenti in Italia o in un Paese dell’Unione Europea. Invece, quando parliamo di cittadini stranieri, è necessario essere in possesso di un permesso di soggiorno in corso di validità. 

Come si ottiene il Bonus Cultura? Ecco la procedura per inviare la domanda!

Come avrai compreso, quando parliamo del Bonus Cultura, facciamo riferimento ad un’agevolazione che ha come obiettivo quello di far avvicinare i giovani alla cultura. 

Insomma, possiamo affermare che l’obiettivo del MIUR è proprio questo. 

Infatti, i ragazzi giovani spesso non possono permettersi economicamente di partecipare ad iniziative culturali e tutto ciò allontana i giovani, di fatto, dal panorama culturale. 

Da qui la scelta del Governo Renzi e del MIUR di istituire un bonus per agevolare la vicinanza dei giovani ed il mondo della cultura. Un’iniziativa degna di nota se pensiamo che è stata riproposta dal 2016 e che oggi è diventata ufficialmente strutturale. 

Ma come ci si deve muovere per ottenere l’accesso al Bonus Cultura?

In realtà si tratta di una procedura molto semplice. Infatti, come abbiamo visto, la procedura per inviare le domande ed accedere al Bonus Cultura nel corso del 2022 è stata aperta il giorno 17 marzo di quest’anno e terminerà nella data del 31 agosto. 

Ebbene, tutti coloro che sono interessati a ricevere il voucher di 500 euro poteranno recarsi sul sito ufficiale della misura (www.18app.italia.it) ed accedere per mezzo delle credenziali SPID. 

È doveroso sottolineare che l’accesso dovrà essere fatto unicamente da tale piattaforma in quanto, in caso contrario, si potrebbe incorrere in qualche truffa. 

Infatti, quando si parla di Bonus Cultura, le truffe che girano sul web sono molteplici e spesso sfruttano il fatto che i giovani sono spesso ingenui. 

Di conseguenza, si raccomanda di utilizzare solo i canali ufficiali messi a disposizione dal Governo e dal MIUR per avere informazioni dettagliate circa il bonus di 500 euro. 

Quindi, come abbiamo visto, per potersi registrare al sito ufficiale saranno necessarie le credenziali SPID, ma anche la Carta d’Identità elettronica. 

Attenzione: non sarà possibile convertire il voucher in denaro contante. Infatti, qualsiasi richiesta del genere dev’essere segnalata alle autorità competenti in quanto si tratta di truffa a tutti gli effetti. 

Cosa si può comprare con il Bonus Cultura dedicato ai 2003?

Ebbene, abbiamo compreso anche come è possibile effettuare la richiesta per ricevere il Bonus di 500 euro da spendere in negozi accreditati, sia online che fisici. 

Come abbiamo sottolineato anche in precedenza, è bene ricordare che bisognerà procedere con la richiesta unicamente per mezzo dei canali ufficiali, in quanto le truffe che si stanno diffondendo sono molteplici e sono a danno di ragazzi spesso ingenui che non conoscono nel dettaglio la misura che stanno andando ad utilizzare. 

Ma in cosa possiamo spendere i soldi messi a disposizione dal Bonus Cultura? Beh, ovviamente il voucher di 500 euro non potrà essere utilizzato per acquistare qualsiasi cosa si voglia. 

Infatti, l’obiettivo del MIUR e del Governo, come abbiamo visto, è quello di avvicinare i giovani al mondo della cultura. Di conseguenza, saranno le attività culturali quelle in cui potrà essere sfruttato il Bonus 18App dai 2003. 

Ma a quali attività facciamo riferimento? Spesso pensando alle attività culturali ci vengono in mente solo acquisto di libri o accesso alle mostre. Eppure, la realtà del Bonus Cultura è molto più ampia. 

Infatti, si potranno utilizzare i 500 euro del voucher anche per l’accesso al teatro, al cinema, ai parchi naturali oppure agli eventi. 

Lo stesso possiamo dire per l’acquisto di libri, musica, abbonamenti a quotidiani e periodici (anche in formato online). 

Infine, per mezzo del Bonus Cultura, ci si potrà anche registrare a corsi, siano essi di musica, di lingua straniera oppure di danza o teatro. 

Bonus Cultura anche su Amazon: ecco come puoi usarlo al meglio!

Anche quest’anno Amazon ha rinnovato la partecipazione al Bonus Cultura ed è ancora oggi uno degli store dove tale agevolazione può essere utilizzata. 

Di conseguenza, almeno fino a febbraio 2023 (ossia la fine del Bonus Cultura per i nati nel 2003), Amazon consentirà di effettuare acquisti sulla piattaforma sfruttando il voucher di 500 euro. 

Attenzione: per coloro che non l’avessero capito non è obbligatorio utilizzare i 500 euro tutti in una volta. Infatti, si possono frazionare in voucher di importo inferiore per acquistare più beni o servizi. 

Ma come si utilizza il Bonus Cultura su Amazon? Andiamo a scoprirlo insieme. 

Per utilizzare il bonus in questione su Amazon dovrai prima generare un bonus dal valore minimo di 1 euro sul sito 18app.italia.it e successivamente convertire tali soldi in buoni Amazon sulla piattaforma amazon.bonus18.it. 

Quando i soldi verranno convertiti, l’importo verrà sottratto dai 500 euro di partenza presenti sul sito del Bonus Cultura. 

In questo modo potrai acquistare tutti i prodotti culturali anche su Amazon sfruttando il bonus erogato ai 2003!