Tantissimi bonus disabili 2022 confermati per tutti e senza ISEE: a tutela delle persone che soffrono di particolare disagio fisico, il Governo scende in campo con nuove misure per il risparmio delle famiglie e non solo.

Oltre alle numerose conferme, ci sono anche delle importanti novità per tutti i genitori, per le famiglie, ma anche per chi vive da solo. I bonus figli disabili si rivolgono a quelle persone che, per particolari condizioni fisiche o psicologiche, hanno la possibilità di ottenere vantaggi e sconti aggiuntivi sulle spese quotidiane, in funzione dei maggiori costi connessi alla propria situazione.

Alcuni dei bonus disabili che andremo a presentare sono riservati ai titolari della Legge 104, mentre molte altre agevolazioni si possono richiedere senza condizioni, senza limiti reddituali o patrimoniali, per il solo fatto di avere in famiglia una persona disabile.

Ecco la lista completa dei bonus disabili 2022 da richiedere subito: sconti sulle utenze di luce e gas, sconti per il rifornimento di benzina e diesel, agevolazioni per il telefono e per Internet, sconti sui viaggi e sui trasporti. Ecco tutte le novità!

Bonus disabili 2022: agevolazioni, sconti e vantaggi senza ISEE!

Quali sono i bonus disabili 2022 da richiedere subito per ottenere sconti e vantaggi? Per queste categorie di soggetti, maggiormente tutelate a livello sociale e non solo, l’esecutivo ha riservato opportunità di risparmio in diversi ambiti della vita quotidiana.

Il Governo ha confermato moltissime agevolazioni per tutti i disabili, da richiedere senza bisogno di presenta l’ISEE: per esempio, è disponibile uno sconto sulle bollette per le persone che soffrono di disagio fisico (ovvero un bonus elettrico), oltre a sconti e agevolazioni anche su telefonia, sui carburanti e sull’acquisto di nuove auto.

Non solo: sono disponibili anche dei bonus disabili per risparmiare sui viaggi e sui trasporti, in particolare per tutti coloro che si muovono con i taxi.

E poi ci sono anche delle conferme e delle misure che ormai tutte le famiglie conoscono: esiste anche un bonus disabili per le famiglie con figli a carico, e la possibilità di ottenere delle maggiorazioni sull’assegno unico.

Ma andiamo con ordine e cerchiamo di capire quali sono i bonus disabili e le agevolazioni che il Governo ha confermato per il 2022: e tu quale puoi richiedere?

Bonus disabili 2022: sconto su energia elettrica e gas. Come ottenerlo?

Iniziamo subito con uno dei bonus disabili più conosciuti, ovvero la possibilità di ottenere un bonus elettrico per disagio fisico. In che cosa consiste?

Così come è previsto uno sconto sulle spese per tutte le famiglie che soffrono di difficoltà economica, esiste anche la possibilità di richiedere uno sconto sulle utenze relative a una famiglia al cui interno si trova una persona che soffre di disabilità o di particolari malattie.

L’agevolazione in questione spetta non soltanto ai disabili, ma anche alle persone che necessitano di utilizzare strumenti ad alimentazione elettrica per rimanere in vita e che devono quindi sostenere dei consumi maggiori.

Per richiedere il bonus disabili e ottenere uno sconto sulle utenze, però, è necessario presentare l’apposita domanda ad Arera, corredata di tutta la documentazione della Asl competente, che attesti la propria condizione di disagio fisico.

In questo modo, si possono godere di sconti e riduzioni sulle bollette applicate per ciascuna delle mensilità annuali.

Bonus disabili 2022: sconto su benzina e diesel. Ecco come!

Passiamo ora a un altro argomento assolutamente attuale: tra i bonus disabili 2022 confermati dal Governo c’è anche la possibilità di ottenere degli sconti su benzina e diesel, ovvero per fare rifornimento ai propri veicoli. Come?

In realtà non si tratta di cifre esorbitanti, ma semplicemente di una questione di parità di diritti. L’iniziativa si chiama “Self per tutti”, alla quale hanno aderito circa 430 distributori in tutta Italia, e grazie alla quale anche e persone disabili possono godere dei prezzi del self nonostante vengano necessariamente servite dall’operatore.

Il taglio delle accise previsto dal Governo, infatti, permette di risparmiare quasi 30 centesimi rispetto ai prezzi da listino, ma fare rifornimento nel servito è comporta una spesa maggiore.

Tutte le persone che soffrono di disabilità o hanno difficoltà motorie, quindi, potranno effettuare rifornimento nel servito senza l’applicazione di costi aggiuntivi, o meglio godendo dei prezzi applicati al self. Per riconoscere i distributori aderenti, è necessario cercare l’apposito bollino applicato in modo ben visibile presso le stazioni di servizio.

Un piccolo passo verso l’inclusione sociale dei più deboli. Questa agevolazione sulla benzina va ad aggiungersi alle altre previste dalla Legge 104, anche in merito all’applicazione di uno sconto sull’Iva (al 4%) per l’acquisto di un nuovo veicolo.

Bonus disabili 2022: agevolazioni per telefono e Internet

Passiamo ora ai bonus disabili 2022 che riguardano la telefonia e Internet: oltre al bonus Internet per tutti erogato a livello nazionale e al bonus smartphone, esistono altrettante occasioni di risparmio per tutti.

Stando all’ultima delibera AGCOM, è previsto l’obbligo per le compagnie telefoniche di esibire chiaramente sui propri siti web tutte le agevolazioni riservate alle persone disabili. 

Per esempio, la connessione ad Internet per i non udenti necessita di strumenti tecnologici che sfruttano mappe interattive o video in tempo reale; mentre per i non vedenti sono necessarie agevolazioni sulle chiamate o relativa assistenza vocale per il riconoscimento degli oggetti e dei colori.

Anche i non vedenti parziali hanno diritto all’accesso a una sola delle agevolazioni previste per la telefonia fissa o mobile.

Per quanto riguarda la telefonia fissa, infine, è possibile godere di uno sconto del 50% sul canone mensile, oltre a numerose offerte per chiamare o navigare in Internet. Per richiedere le agevolazioni occorre presentare l’apposita domanda alle compagnie erogatrici dei servizi.

Bonus disabili 2022: come risparmiare sui viaggi e sui trasporti

Arriviamo ora alla questione viaggi e trasporto pubblico: i bonus disabili attualmente disponibili sono parecchi. In vista delle vacanze, cerchiamo di chiarire quali sono gli sconti e i vantaggi da sfruttare per l’estate.

Moltissime città italiane offrono alle persone disabili la possibilità di fruire dei mezzi pubblici a prezzi scontati, come previsto anche per chi soffre di disagio economico. Con la conferma dei bonus taxi 2022, inoltre, moltissime città italiane stanno offrendo alle persone più fragili (disabili, donne in gravidanza, anziani, e non solo) dei viaggi gratuiti a bordo dei mezzi.

E se questo ancora non basta, a livello nazionale esistono anche le seguenti agevolazioni per i disabili:

  • Tessera blu ferroviaria, completamente gratuita per gli invalidi parziali o totali, che permette di ottenere assistenza per la persona disabili oltre a un biglietto gratuito per il suo accompagnatore;
  • Assistenza a bordo e a terra per i voli aerei, da richiedere almeno a 48 ore di distanza dalla partenza per ottenere tutta l’assistenza necessaria per l’imbraco e lo sbarco;
  • Tessera scontata per il trasporto sui mezzi pubblici, con sconto compresi tra il 51% e il 100% dei prezzi dei biglietti.

Ogni singola città italiana, inoltre, prevede diverse agevolazioni e bonus disabili per quanto riguarda il trasporto: è bene consultare i siti web dei Comuni di residenza per avere una panoramica completa della misure attive.

Bonus disabili: pagamenti in arrivo per le famiglie con figli

Infine, arriviamo ai bonus disabili riservati alle famiglie con figli a carico portatori di disabilità: quali sono le ultime novità?

INPS ha comunicato l’arrivo dei primi pagamenti del bonus figli disabili, l’agevolazione scaduta a fine marzo scorso che ha permesso alle famiglie di ottenere un contributo per i propri figli portatori di disabilità fino a un massimo di 500 euro. 

Le erogazioni del beneficio sono in arrivo – stando alla comunicazione INPS – entro il 30 giugno 2022. Per scoprire il calendario dei pagamenti INPS di giugno invitiamo i lettori a consultare il nostro articolo dedicato.

È sempre disponibile, invece, la possibilità di richiedere le maggiorazioni connesse al nuovo assegno per i figli a carico: nel caso di ragazzi disabili, oltre alla maggiorazione, non è previsto alcun limite di età. 

INPS ha chiarito che tutte le richieste pervenute entro il 30 giugno 2022 daranno diritto anche alla corresponsione degli arretrati da marzo. Le domande presentate successivamente, invece, permetteranno di ottenere solo le mensilità successive a quella di presentazione della richiesta.