E’ vero l’estate ci fa pensare alle vacanze, ma è anche vero che è un periodo, almeno questo relativo all’estate 2021, ricco di proposte e di bonus da parte del Governo per venire incontro agli italiani, provati da un anno e più di pandemia Covid-19 e delle misure restrittive che si sono viste necessarie adottare.

In particolare la data del primo luglio segna l’avvio di una serie di agevolazioni che risulteranno interessanti per molti soggetti. Prenderà avvio il cosiddetto “assegno ponte” cioè una misura temporanea destinata ad alcune categorie di beneficiari solitamente esclusi dagli assegni familiari come disoccupati o lavoratori autonomi. 

In che consiste? In un assegno mensile per ciascun figlio a carico la cui età non sia superiore ai 18 anni. L’importo varierà in base all’ISEE (che non dovrà superare i 50mila euro annui) e oscillerà tra i 167 e i 217 euro. Fino a dicembre 2021. Poi da gennaio 2022 dovrebbe finalmente partire l’assegno unico e universale “ufficiale” destinato ad una platea di beneficiari più ampia.

Ma non finiscono qui i bonus estate 2021! Dal 6 luglio è possibile richiedere il bonus affitti fino al 6 settembre 2021 andando sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Per non parlare dei rimborsi del primo (e purtroppo forse ultimo) semestre del Cashback di Stato che dovrebbero partire appunto in questi primi i giorni di luglio ed essere erogati fino a fine agosto.

Abbiamo poi il bonus Irpef destinato ai lavoratori dipendenti che viene aumentato da 80 a 100 euro e che arriverà direttamente in busta paga. E poi non possiamo non citare il bonus vacanze che, per coloro che lo hanno richiesto entro dicembre 2020, è un’ottima occasione da spendere questa estate calda ma ricca di possibilità di relax.

Bonus estate 2021: l’assegno unico temporaneo dal primo luglio

L’assegno unico temporaneo, come si evince stesso dal nome, è una misura temporanea prevista per coloro che sono solitamente esclusi dal percepire l’ANF cioè l’Assegno per il Nucleo Familiare. Si potrà richiedere o per via telematica sul sito INPS oppure telefonando il Contact Center Integrato o recandosi presso un Caf o un Patronato.

Dal primo luglio è possibile presentare domanda e sarà possibile farlo fino al 31 dicembre 2021. Da gennaio 2022 poi dovrebbe partire l’assegno unico e universale il cui importo sarà massimo di 250 euro per figli a carico che non abbiano superato i 21 anni di età

Questo assegno unico nasce appunto dall’esigenza di assembrare e riunificare i vari bonus famiglia in un un’unica misura che possa poi anche essere rivolta a diversi soggetti e categorie di lavoratori.

Sul sito orizzontescuola.it, possiamo leggere come questo assegno temporaneo, in pochi giorni dall’ok all’invio delle domande, stia già riscuotendo un certo successo:

“sono pervenute già 75.000 domande riferite in totale a oltre 125.000 minori, con l’87% delle richieste inoltrate on line direttamente dai cittadini, grazie anche all’elevata semplicità della procedura realizzata”.

Bonus estate 2021: gli importi e i destinatari dell’assegno temporaneo

L’assegno unico temporaneo sarà indirizzato ai lavoratori autonomi, ai disoccupati, ai coltivatori, ai titolari di pensione da lavoro autonomo e a tutte quelle famiglie che non hanno i requisiti per avere l’ANF.

Riguardo gli importi, ecco cosa ci dice il sito INPS:

“l’assegno viene erogato in funzione del numero dei figli e in misura decrescente all’aumentare del livello di ISEE (fino ad azzerarsi a 50.000 euro di ISEE”.

Come range di ISEE a cui fare riferimento, si va da un minimo di 7000 euro ad un massimo di 50mila euro. Per ISEE fino a 7mila euro, si tratterà di un assegno il cui importo sarà di 167,50 euro per ogni figlio minore di 18 anni che passerà a 217 euro se la famiglia in questione è parecchio numerosa (almeno tre figli). Via via che l’ISEE aumenta, l’importo dell’assegno unico “ponte” mensile andrà a diminuire.

Se in famiglia sono presenti figli disabili, allora ci sarà un aumento di 50 euro per ogni ragazzo/a disabile così come viene classificata la disabilità ai fini della presentazione ISEE (medio, grave e non autosufficiente). Se poi il nucleo familiare è composto da almeno 3 figli, come abbiamo già visto, ci sarà una maggiorazione dell’importo dell’assegno del 30%.

Un’ultima notizia interessante è che, chi percepisce il Reddito di Cittadinanza, potrà richiedere anche l’assegno unico temporaneo, senza alcun problema. E’ del tutto compatibile. Sul sito INPS viene però specificato che l’importo dell’assegno spettante verrà calcolato sottraendo la quota Rdc che fa riferimento ai minori presenti in famiglia.

Bonus estate 2021: iniziano i rimborsi del Cashback

Il 30 giugno 2021 è terminato il primo semestre del Cashback di Stato, considerando il primo periodo, quello relativo alla fase natalizia, come una sorta di prova.

E’ terminato da pochi giorni dunque il semestre che è partito appunto dal primo gennaio 2021 e si è concluso a fine giugno. Dal primo luglio quindi sono partiti i rimborsi ma chi non li riceverà subito non deve allarmarsi. Bisogna considerare i tempi dell’accredito sul conto corrente indicato che è di 60 giorni dalla fine del semestre in questione.

Ricordiamo cos’è il Cashback, anche se ormai la maggior parte degli italiani vi ha partecipato o comunque sa di cosa si tratta, riportandolo proprio dal sito cashlessitalia.it:

“con il Cashback, a partire dal 1° gennaio 2021, ottieni il rimborso del 10% sull’importo degli acquisti che effettui con carte di credito, carte di debito e prepagate, bancomat e app di pagamento in negozi, bar e ristoranti, supermercati e grande distribuzione o per artigiani e professionisti”.

Dunque, ricapitolando le regole, con un minimo di 50 acquisti al semestre da effettuare con carte di credito e non con contanti, si riceverà indietro il 10% della spesa, per un massimo di 150 euro.

A luglio poi è prevista la pubblicazione della graduatoria definitiva dei primi 10mila classificati che potranno aggiudicarsi il premio più ambito di tutti questi mesi: i 1500 euro del Super Cashback! Coloro che se lo aggiudicheranno però potrebbero dover aspettare mesi per vederselo accreditare. C’è tempo infatti fino al 30 novembre 2021.

Pur essendo stata annunciata dal premier Draghi a fine giugno la sospensione del secondo semestre del Cashback di Stato, previsto dal primo luglio 2021 al 31 dicembre 2021. La motivazione è che è un programma che in realtà sta aiutando più le famiglie ricche di quelle veramente bisognose e non sta avendo una funzione progressiva per il Paese ma, piuttosto, una sorta di regressione che non apporta miglioramento economico effettivo.

Ma non è detta l’ultima parola e può darsi che il Cashback venga ripristinato per l’ultimo semestre inizialmente previsto: quello dal 1° gennaio 2022 al 30 giugno 2022. Quindi non ci resterà che aspettare e vedere che accadrà.

Bonus estate 2021: l’aumento in busta paga con il Bonus Irpef

Il bonus Irpef 2021 è la versione “nuova” e aggiornata del bonus Renzi ed è un amento che passa da 80 euro massimo a 100 euro massimo da ritrovarsi in automatico nella busta paga di luglio.

E’ un bonus destinato ai lavoratori dipendenti che è stato introdotto dal Governo Renzi nel 2015. Il bonus Irpef passa appunto a 100 euro per i lavoratori dipendenti il cui reddito non superi i 28mila euro annui. Dipendenti sia del settore privato che di quello pubblico. L’importo è di massimo 100 euro per decrescere via via che il reddito annuo del destinatario aumenta.

Riguardo gli importi, leggiamo su investireoggi.it:

“il bonus è effettivamente pari a 100 euro mensili per le fasce di reddito annuo che sono comprese tra i 26.000 euro ed i 28.000 euro. Scende a 80 euro al mese tra i 28.000 euro ed i 35.000 euro. E decresce da 80 euro fino ad azzerarsi per i redditi da 35.000 euro e fino a 40.000 euro”.

Bonus estate 2021: il bonus sociale automatico e lo sconto sulle bollette

Sempre dal primo luglio partirà anche il bonus sociale automatico, inizialmente previsto per il primo gennaio ma poi posticipato fino ad ora. Si tratta di un sostengo economico destinato alle famiglie in difficoltà e che consiste in uno sconto sulle bollette sia del gas che della luce che dell’acqua.

In quanto automatico non ci sarà bisogno di inoltrare domanda. L’importo dello sconto, calcolato in base al numero dei componenti del nucleo familiare.

L’INPS incrocerà i suo i dati con quelli del SII (Sistema informativo integrato) che, a sua volta, farà un confronto con i dati e le informazioni delle aziende che erogano servizi di fornitura di elettricità, gas e acqua. E’ perciò fondamentale che i cittadini presentino regolarmente la DSU (Dichiarazione sostitutiva unica) per permettere agli enti di valutare se sono idonei a percepire il beneficio in questione.

Come requisiti principali troviamo, in particolare, avere un ISEE non superiore a 8.265 euro annui. Come sconto si va da un minimo di 128 euro per i nuclei familiari meno numerosi (1-2 persone) fino ad arrivare a 177 euro per le famiglie più grandi (almeno 5 componenti).

Bonus estate 2021: come utilizzare al meglio il bonus vacanze

Concludiamo la carrellata sui bonus estate 2021 con quello che dovrebbe essere appunto il vero “bonus protagonista estivo” e cioè il bonus vacanze.

Come ormai ben saprete, essendo stato un bonus molto chiacchierato e discusso, soprattutto perché considerato un flop “provvisorio”, il bonus estate dell’estate 2021 è in realtà ancora quello della scorsa estate 2020. 

Questo voucher il cui importo, in base alla numerosità della famiglia richiedente, varia dai 150 ai 500 euro massimo, potrà essere speso fino a giugno 2022. Ma solo da coloro che ne hanno fatto richiesta entro la fine di dicembre 2020.

Questa estate 2021 però presenta delle novità interessanti rispetto alla stagione estiva scorsa: i beneficiari del bonus vacanze potranno spenderlo in più strutture dunque non saranno costretti a usarlo presso un’unica struttura e tutto in una volta. Potranno dilazionarlo e “conservarne” una parte da spendere fino all’inizio dell’estate prossima.

Inoltre ci si potrà anche rivolgere a delle agenzie di viaggio per farsi aiutare a programmare al meglio la propria vacanza grazie al bonus. Un’occasione dunque da non perdere per vivere al meglio le ferie tanto attese e, mai come quest’anno, tanto desiderate!