L’anno dei bonus sembra essere giunto al termine

Dopotutto non potevamo neanche aspettarci che gli innumerevoli bonus previsti per il biennio 2020-2021 sarebbero durati per sempre. 

Tuttavia, vista la situazione generata dalla pesante crisi pandemica legata al Coronavirus, sono stati moltissimi i provvedimenti che il Governo ha deciso di mettere in campo per aiutare i cittadini italiani. 

A volte sembra uno scherzo, ma molti sono stati i bonus relativi alle ristrutturazioni edilizie.

Chissà, magari il fatto di essere stati chiusi in casa per alcuni mesi a causa del lockdown ha fatto sì che le persone volessero rinnovare le loro abitazioni. 

Dunque, il Governo Conte prima ed il Governo Draghi poi sono scesi in campo per fornire ai cittadini gli aiuti economici per ristrutturare le loro abitazioni.

In questo modo si sarebbe ottenuta anche una notevole spinta al mercato edilizio, duramente colpito durante la pandemia. 

Ovviamente conosciamo tutti gli incentivi ai quali stiamo facendo riferimento.

Primo fra tutti il Superbonus 110%, il bonus ristrutturazione edilizia ed il bonus facciate 90%.

Per quanto riguarda il Superbonus 110% esso sta andando incontro ad una vera e propria proroga.

Per maggiori informazioni ti lascio il link all’articolo dedicato: Superbonus 110%: ecco la proroga di Draghi! Cambia tutto!

Ma queste misure verranno prorogate?

Cerchiamo di capire la situazione attuale per poter dare una risposta a questa domanda. 

Come abbiamo detto, in una nota di aggiornamento del Governo si parla di una proroga al Superbonus 110%. Eppure, le altre misure non vengono nominate. 

Quindi non sappiamo il futuro del Bonus Facciate 90%!

Ricordiamo che tale bonus fa riferimento al restauro delle facciate esterne degli edifici. In questo restauro sono compresi balconi, grondaie ed altri interventi che possiamo vedere sul sito dell’Agenzia delle Entrate. 

In questo articolo andiamo a capire cosa possiamo aspettarci per il Bonus Facciate 90% nel 2022.

Bonus Facciate 90%: nessun rinnovo in vista!

Duole ammetterlo, ma sembra non esserci un futuro per il Bonus Facciate 90%. 

Infatti, tale sussidio vedrà la fine il 31 dicembre 2021

Tale bonus è partito con lo scopo di incentivare il settore edilizio che era stato duramente colpito dalla pandemia da Covid-19.

Infatti, attraverso le ristrutturazioni, molte aziende che lavorano nell’edilizia sarebbero tornate sui cantieri. 

Si tratta di una detrazione del 90% delle spese sostenute per gli interventi di risanamento e restauro delle facciate dei palazzi. In questo caso è doveroso fare una precisazione.

Infatti, facciamo riferimento a quelle parti delle palazzine visibili dalla strada. 

Inoltre, nel corso dei mesi tale bonus ha subito degli ampliamenti

Tutto ciò ha incrementato notevolmente l’interesse verso questa misura, che è stata richiesta da molti.

Infatti, si è aperta la possibilità di restaurare anche altre parti delle palazzine, come balconi e grondaie pagando solo il 10% dell’importo

Inoltre, a differenza del Superbonus 110%, in questo caso non esiste un tetto massimo di spesa

Ma se tale misura ha avuto questo successo immenso, perché non rinnovarla?

Per rispondere a questa domanda è doveroso ricordare ciò che è stato sancito tra l’Italia e la Commissione Europea.

Infatti, a seguito della pandemia, l’Europa ha concesso dei fondi all’Italia che il nostro paese deve spendere in base a quanto previsto nel PNRR - Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

Tali fondi continueranno a giungere in Italia ad una condizione: migliorare almeno il 50% degli immobili entro il 2025. Tuttavia non si tratta di miglioramenti estetici, ma di miglioramenti di efficienza energetica.

Perciò, ciò che serve maggiormente al Governo per raggiungere tale obiettivo è il Superbonus 110% e non il Bonus Facciate 90%.

Di conseguenza, il Bonus Facciate 90%, sebbene sia stata una misura molto apprezzata, non aiuterebbe a raggiungere gli obiettivi prefissati con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. 

Pertanto non siamo vicini ad un suo rinnovo.

Bonus Facciate 90%: analizziamolo meglio

Tuttavia, ancora non è detta l’ultima parola. Quindi è bene andare a studiare tale bonus nel dettaglio in modo da conoscere al meglio il suo funzionamento. 

Capiamo quindi a cosa serve il Bonus Facciate 90%

Si tratta di un bonus che va ad intervenire sull’estetica dei palazzi. Infatti, come abbiamo visto, esso si differenzia dal Superbonus 110% proprio per questa finalità. Infatti il secondo ha una finalità differente: l’efficientamento energetico o messa in sicurezza per quanto riguarda la riduzione del rischio sismico.

Torniamo al Bonus Facciate 90%, bonus oggetto del nostro articolo.

Tale bonus consente quindi una sistemazione della palazzina dal punto di vista estetico. Ciò significa che consente di restaurare o risanare le facciate dei palazzi.

Eppure, il Bonus Facciate 90% non si limita a questo.

Infatti, viene utilizzato anche per restaurare i balconi, le pavimentazioni di essi, le ringhiere.

Sottolineiamo anche che sono inclusi tutti quegli interventi utili ad un restauro delle zone visibili dalla strada. 

I lavori possono essere realizzati su edifici già realizzati e finiti. Infatti, il bonus non è previsto per gli edifici in costruzione. 

Eppure, come abbiamo capito, c’è aria di tramonto per il Bonus Facciate 90%. 

È bene ricordare però che esiste anche il Bonus Casa che assicura molte delle migliorie previste nel bonus facciate. 

Di conseguenza, mantenere entrambi i bonus potrebbe generare una grande confusione. 

Bonus Facciate 90% e Superbonus 110% a confronto!

Due misure che hanno avuto un notevole successo nel 2021 sono state il Bonus Facciate 90% ed il Superbonus 110%.

Ma cosa rimarrà di tali bonus nel 2022?

Da quanto abbiamo appreso di sicuro il Superbonus 110% dovrebbe rimanere. Tuttavia, non possiamo ancora escludere che rimarrà anche il Bonus Facciate 90%. 

Infatti, per avere una risposta certa a questo dubbio sarà necessario aspettare almeno fino alla Legge di Bilancio per il 2022.

Attualmente la certezza che abbiamo è che il Superbonus verrà salvato. 

Se ancora non abbiamo capito le ragioni, vediamo di spiegarlo nuovamente nel dettaglio.

A seguito della pandemia, l’Europa ha concesso dei fondi all’Italia che il nostro paese deve spendere in base a quanto previsto nel PNRR - Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. 

Tali fondi continueranno a giungere in Italia ad una condizione: migliorare almeno il 50% degli immobili entro il 2025. Tuttavia non si tratta di miglioramenti estetici, ma di miglioramenti di efficienza energetica.

Il Superbonus 110% si occupa proprio di efficientamento energetico e riduzione del rischio sismico, due variabili importantissime per l’Italia. 

È quasi certo che il Bonus Facciate 90% dovrà sparire, ma come abbiamo visto non è ancora detta l’ultima parola.

Infatti, tale bonus potrebbe rimanere, magari con una veste leggermente diversa. 

Per capire cosa intendiamo andiamo a studiare anche il Bonus Casa.

Bonus Facciate 90%: confluirà nel Bonus Casa?

Forse non è ancora detta l’ultima parola per il Bonus Facciate 90%!

Infatti, se il Governo deciderà di far decadere il bonus in questione avremo ancora qualche possibilità per restaurare la nostra casa anche dal punto di vista dell’estetica.

Esatto, esiste il Bonus Casa

Tale bonus ha una differenza importante rispetto al Bonus Facciate 90%, ossia la copertura massima è del 50% con un massimale di 98.000 euro

Tuttavia, dobbiamo considerare che nel documento del Governo che affermava una proroga del Superbonus 110% non è inserito neanche il Bonus Casa.

Quindi cosa potrebbe accadere?

Finiranno le agevolazioni per le case?

Può esserci un grande ritorno: il Bonus Ristrutturazione 36%. In questo caso, il tetto massimo di spesa sarebbe di 48.000 euro

In questo caso, però, non sarebbero incentivate le ristrutturazioni delle parti esterne degli edifici in quanto i costi sono molto superiori al massimale previsto dal Bonus Ristrutturazione 36%.

Tuttavia, come abbiamo detto in precedenza, per dare delle risposte certe dobbiamo per forza attendere la Legge di Bilancio 2022.

Bonus Facciate 90%: quindi non ci sarà un rinnovo?

Il Bonus Facciate 90% ha dato un notevole impulso all’edilizia nel 2020. Infatti, tale settore era stato duramente colpito anche a causa della chiusura dei cantieri. 

Inizialmente il bonus è partito con una detrazione fiscale, per arrivare poi allo sconto in fattura o alla cessione del credito. 

Un notevole risparmio per tutti coloro che hanno deciso di ristrutturare la propria abitazione. Infatti, sappiamo che il costo di tutto ciò non è certo basso.

Eppure, come abbiamo potuto constatare non c’è alcuna indiscrezione che faccia pensare ad un rinnovo del Bonus Facciate 90%. 

Tuttavia, ciò che ci lascia ben sperare è che sono in molti a chiedere la sua estensione, anche all’interno dello stesso Parlamento. 

Infatti, si tratta di una misura che ha avuto degli esiti più che buoni e che ha dato un notevole impulso al settore edilizio dopo i lockdown. 

Bonus Facciate 90%: quali sono le previsioni?

Concludiamo questo articolo con delle previsioni circa il bonus in questione. 

Ovviamente, è doveroso sottolineare che si tratta di ipotesi. Infatti, per avere delle certezze dovremo attendere la Legge di Bilancio per il 2022.

In base a quanto abbiamo detto cerchiamo di tirare le somme.

Infatti, sembra difficile che il Bonus Facciate 90% venga prorogato per come è attualmente. Eppure, anche una sua definitiva cancellazione non sembra essere vista di buon occhio.

Vi è anche una proposta, portata avanti da Forza Italia che chiede una riorganizzazione dei bonus legati al mondo dell’edilizia. 

In questo caso si richiede un’aliquota del 75%. 

Quindi cosa dobbiamo aspettarci per le sorti del Bonus Facciate 90%?

  • Un’ipotesi, seppur abbastanza improbabile, è che tale bonus possa essere prorogato per come lo conosciamo oggi. 
  • Una seconda opzione è proprio quella che Forza Italia richiede, ossia una riduzione dell’aliquota. In questo caso si graverebbe meno sulle casse dello Stato, ma il bonus non sarebbe cancellato.
  • Il terzo scenario, ossia quello che ci auguriamo non si presenti, è la scadenza di tale bonus. 

Come abbiamo detto si potrebbe pensare ad un ritorno del Bonus Facciate 50% o del Bonus Ristrutturazione 36%. 

Per conoscere la scelta definitiva attendiamo la Legge di Bilancio relativa al 2022.