Draghi conferma nuovi 200 euro di bonus famiglia 2022 a tutti coloro che soffrono di difficoltà economica: alcuni lo hanno chiamato bonus estate, altri bonus inflazione, ma si tratta semplicemente di una nuova misura per contrastare gli aumenti dell’ultimo periodo in merito a bollette, carburante e spesa alimentare.

D’altronde, lo stesso premier Mario Draghi, presentando il bonus famiglia 2022 da 200 euro, ha spiegato:

Nel clima di grandissima incertezza che viviamo, il governo fa il possibile per poter dare un senso di direzione, di vicinanza, a tutti gli italiani e le azioni, le decisioni di oggi rappresentano bene questa determinazione.

Servirò davvero a coprire i rincari? E quando arriva questo bonus famiglia da 200 euro per tutti? 

Scopriamo subito tutto quello che c’è sapere su questo nuovo bonus 200 euro per le famiglie con o senza figli, con ISEE basso o alto, a prescindere da altre condizioni: come funziona e come ottenerlo? Ultime notizie, novità, e cosa sapere.

Bonus famiglia 2022: Draghi regala 200 euro a tutti!

In un clima fortemente segnato da rincari e aumenti, il premier Mario Draghi e il Governo hanno confermato un nuovo bonus famiglia 2022: arrivano 200 euro sul conto corrente di tutti i nuclei familiari che si trovano in difficoltà economica. Oltre a questa novità, sono stati confermati anche il nuovo bonus affitto e il bonus trasporti pubblici da 60 euro.

Ma torniamo al bonus famiglia da 200 euro per tutti: sarà davvero elargito a tutti? In realtà, inizialmente la misura prevedeva una platea di circa 28 milioni di italiani, con un reddito inferiore a 35 mila euro. 

Ad oggi, invece, grazie a una serie di aggiustamenti, il nuovo bonus famiglia 2022 è stato esteso anche ad altre categorie di soggetti: potranno ottenerlo almeno la metà dei cittadini italiani. Una bellissima sorpresa per l’estate, ma attenzione al reddito per non dover restituire il regalo a fine anno…

Vediamo subito come funziona il bonus famiglia 2022 da 200 euro per tutti: a chi spetta, come si può richiedere e quando arriva.

Bonus famiglia 2022: a chi spettano i 200 euro?

Non si parla d’altro che di bonus 200 euro per tutte le famiglie, la novità che il Governo guidato da Mario Draghi ha introdotto per i nuclei familiari con o senza figli, con ISEE basso o alto, che vivono in affitto o in una casa di proprietà.

Per ottenere il nuovo bonus famiglia non c’è bisogno di possedere alcun requisito: tutti (o almeno la metà degli italiani) ne avranno diritto, alcuni persino senza presentare la domanda. Per quale motivo?

Il bonus famiglia 2022 da 200 euro è stato introdotto per contenere i rincari e quindi spetterà alle famiglie con disponibilità economiche limitate: il reddito complessivo massimo non deve essere superiore a 35 mila euro. Questo è l’unico requisito che permette di ottenere i 200 euro.

Non avrà importante l’occupazione, la disoccupazione, il lavoro: il bonus 200 euro si applica a moltissime categorie di soggetti. Si stima una platea di oltre 30 milioni di italiani. 

Bonus famiglia 2022 contro i rincari: basteranno 200 euro?

L’obiettivo primario del bonus famiglia da 200 euro per tutti è quello di contenere tutti i rincari sul costo dei carburanti, sulle bollette e sulla spesa alimentare: ma sarà davvero così?

Complice la pandemia di Covid-19 a svuotare le tasche degli italiani, ma anche la guerra in Ucraina che ha inasprito il clima di insicurezza e difficoltà; ad oggi sono tantissimi i nuclei familiari che non riescono a coprire tutte le spese a fine mese. Ma questi 200 euro di bonus famiglia approvati dal Governo saranno davvero la soluzione?

In realtà, una stima recente di Unimpresa in merito ai rincari, ha dimostrato che i 200 euro regalati dal Governo ai cittadini riusciranno a coprire appena il 10% delle spese. Come spiega l’associazione:

Con l’inflazione al 6,5% già adesso – scrive in un comunicato – ogni famiglia dovrà spendere circa 1.950 euro l’anno in più.

Sicuramente i 200 euro del bonus famiglia non sono da gettare, ma non costituiscono nemmeno un intervento risolutivo della situazione. Secondo il presidente di Unimpresa, occorrono interventi più strutturali e duraturi nel tempo.

Bonus famiglia 2022: come richiedere i 200 euro

Come si presenta la domanda per ricevere il nuovo bonus famiglia da 200 euro per tutti? Moltissimi cittadini potranno ottenere il beneficio in automatico, senza la necessità di presentare alcuna richiesta. 

Un po’ come avviene per il bonus bollette esteso e diretto, anche il bonus famiglia da 200 euro viene corrisposto in automatico direttamente dal proprio datore di lavoro, per la maggior parte degli aventi diritto. 

Un’altra buona parte di cittadini, invece, dovrà presentare l’apposita richiesta all’INPS, ma seguiranno una serie di circolari nelle quali verrà chiarita la modalità di presentazione delle domande e i tempi utili per inviare le istanze.

Bonus famiglia 2022: quando arrivano i 200 euro?

Infine, chiariti i requisiti, i beneficiari, le modalità di richiesta del nuovo bonus famiglia arriviamo alla domanda finale: quando arrivano i 200 euro?

Il Governo – nella prima conferenza stampa di presentazione del decreto aiuti – aveva fatto riferimento a una sorta di “tempi tecnici” per poter garantire i pagamenti. Tuttavia, siamo già in grado di delineare quali siano le date di erogazione del nuovo bonus famiglia, per lo meno a grandi linee.

Alcuni nuclei familiari potranno ottenere il beneficio già nel corso del mese di giugno 2022, ben prima dell’inizio dell’estate e delle vacanze; mentre altre famiglie potrebbero ricevere i 200 euro nel mese di luglio.

Bonus famiglia 2022: chi dovrà restituire i 200 euro a fine anno?

C’è poi la buia ipotesi di dover restituire i 200 euro di bonus famiglia a fine anno: per quale motivo? 

Il meccanismo è lo stesso previsto per il bonus integrativo di 100 euro (ex bonus Renzi): se una famiglia, a fine 2022, scopre di aver conseguito un reddito superiore a 35 mila euro e quindi di non rientrare tra i beneficiari dei 200 euro di Draghi; potrebbe essere costretta a restituire le somme fruite indebitamente.

Il problema – se così lo possiamo chiamare – è che il bonus famiglia da 200 euro viene calcolato sulla base del reddito conseguito nel 2021 (nella maggior parte dei casi), ma non tutti i nuclei familiari potrebbero rispettare le attese. Se dovessero essere conseguiti redditi superiori, i 200 euro andrebbero restituiti alle casse dello Stato.

Bonus famiglia 2022: penalizzate i cittadini e i nuclei familiari monoreddito

Purtroppo, uno dei tanti problemi emersi nell’ambito del nuovo bonus famiglia da 200 euro è il fatto che il provvedimento – così come è stato approvato – sembrerebbe penalizzare i nuclei familiari con un solo reddito (monoreddito appunto). Per quale motivo?

Facciamo un semplice esempio. Se una famiglia composta da un solo genitore, magari anche con figli a carico, possiede un solo reddito pari a 37 mila euro all’anno, non avrà diritto a ricevere i 200 euro da Draghi. Paradossalmente, invece, una famiglia con due genitori che lavorano e con figli a carico, in possesso di un reddito annuale inferiore a 35 mila euro per ogni genitore, avrà diritto a ben due bonus 200 euro, per un totale di 400 euro.

Purtroppo, mentre la famiglia monoreddito arriva a fine anno con un reddito pari a 37 mila euro e senza bonus; il secondo nucleo familiare riportato nell’esempio avrà un reddito pari al doppio e potrà godere di 400 euro di bonus governativi.

A sottolineare questa grave discriminazione è stato un articolo pubblicato dal sito web di affatiitaliani.it.