Mentre tutti i cittadini italiani sono ancora in attesa di una nuova comunicazione da parte del Governo italiano di Giuseppe Conte in merito ad un nuovo Decreto Ristori quinqus, il quale secondo le anticipazioni dovrebbe prendere il nome di “Decreto Salva Imprese”, la Regione Lazio non perde tempo tanto da comunicare giovedì scorso, 7 gennaio 2021, la pubblicazione del bando “Ristoro Lazio Irap”.

Il nuovo Ristoro Lazio Irap, previsto in seguito all’approvazione della delibera della Giunta Regionale dello scorso 15 dicembre 2020, n. 1000, ha l’obiettivo di erogare tramite un contributo a fondo perduto dei bonus in favore delle micro, piccole e medie imprese, così come anche i liberi professionisti titolari di partita iva, residenti nella Regione Lazio, che risultano essere stati colpiti maggiormente dalla crisi economica, conseguente all’arrivo del Coronavirus sul territorio italiano. 

Così, al fine di attuare delle misure e dei sostegni economici in maniera veloce destinate ad aiutare a risollevare il sistema produttivo regionale, la Regione Lazio ha previsto come data di partenza per la presentazione della richiesta del bonus a fondo perduto già per oggi, lunedì 11 gennaio 2021.

Ecco quindi una piccola guida in cui saranno specificati tutti i requisiti necessari affinché gli imprenditori ed i professionisti con partita iva possano accedere al bonus fino a 25.000 euro a fondo perduto, e quali sono le procedure richieste per poter presentare la domanda per accedervi. 

Bonus 25.000 euro a fondo perduto della Regione Lazio: le novità

In seguito alla deliberazione n.1000, avvenuta lo scorso 15 dicembre 2020 da parte della Giunta della Regione Lazio, è stato pubblicato sul sito ufficiale della Regione, giovedì scorso 7 gennaio, un avviso contenente tutte le informazioni necessarie per poter riconoscere la sussistenza dei requisiti per ottenere il bonus di massimo 25.000 euro a fondo perduto, così come anche le indicazioni in merito alla procedura da dover seguire per la presentazione della domanda. 

In effetti, il bollettino ufficiale della Regione Lazio n. 2 reso noto lo scorso giovedì 7 gennaio 2021, specifica che il fondo di 51 milioni di euro destinato alle imprese sia di piccole che di medie dimensione e ai professionisti che risultano essere titolari di partita iva, saranno distribuite in seguito all’invio di apposita richiesta alla Regione. 

Chi potrà accedere al fondo perduto di 25.000 euro

Il fondo di 51 milioni di euro, previsto dal Ristoro Lazio Irap, è destinato a tutte le micro, piccole e medie imprese, così come anche a tutti i professionisti che sono titolari di partita IVA, che operano all’interno della Regione Lazio, e che risultano essere quindi soggetti passivi dell’imposta regionale sulle attività produttive, nota come IRAP, che svolgono una tra l’elenco di attività che risultano essere state incluse nei decreti Ristori relativi alle zone giallo o che hanno effettivamente dovuto sospendere la propria attività in ottemperanza dei dpcm dell’11 e del 22 marzo 2020. 

Nello specifico, i principali destinatari del fondo perduto dal valore massimo di 25.000 euro sono i pubblici esercizi (quali ad esempio ristoranti, pasticcerie, gelaterie bar), le attività operanti nel settore del turismo (quali strutture ricettive alberghiere e non, tour operator, agenzie di viaggi guide turistiche, ecc.), coloro che svolgono attività di organizzazione di cerimonie, eventi, convegni, fiere, così come acne quelle attività legate al tempo libero o al benessere (centri termali, parchi tematici, discoteche). 

Sono considerati destinatari del fondo perduto della Regione Lazio anche le imprese e i professionisti che operano nel settore della cultura, dunque musei, servizi di biglietteria, ad eccezione dei cinema e dei teatri ai quali sono stati specificatamente destinati due avvisi da parte della Regione. 

Potranno accedere al Ristoro Lazio Irap anche i professionisti e le imprese operanti nel settore dello sport a cui non è stata erogata la misura economica regionale per Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche; le attività di commercio, ingrosso e al dettaglio, che sono state chiuse a causa delle misure restrittive dello scorso mese di marzo 2020, e le attività legate ai servizi alla persona, dunque barbieri, estetisti e parrucchieri.

Inoltre, è necessario che chi intende richiedere il bonus di 25.000 euro a fondo perduto relativo al Ristoro Lazio Irap risulti regolarmente iscritto alla CCIAA e che sia in una situazione di libero e piano esercizio della propria attività.

Quali sono i requisiti per accedere al fondo perduto di 25.000 euro

Come detto in precedenza, potranno accedere al bonus di 25.000 euro a fondo perduto i professionisti con partita iva così come le micro, piccole e medie imprese che operano obbligatoriamente sull’intero territorio della Regione Lazio, che risultano essere stati maggiormente colpiti dalle misure restrittive conseguenti alla prima e alla seconda ondata di contagi da Coronavirus. 

Tra i vari requisiti richiesti per poter accedere al fondo perduto dal valore massimo di 25.000 euro, vi è l’obbligo di non avere alcuna condanna con una sentenza definitiva di tipo penale sia in relazione al titolare stesso dell’impresa (nel caso di un’impresa individuale) che in relazione ad un socio (società in nome collettivo), così come a tutti i soci accomandatari o ai membri del consiglio di amministrazione. 

Inoltre, per poter usufruire del bonus a fondo perduto da 25.000 euro, è necessario che l’impresa o il professionista che effettua la domanda siano in regola con la Disciplina antiriciclaggio e con la Disciplina Antimafia, e che osservino tutti gli obblighi e le norme dell’ordinamento giuridico in merito alla salute e sicurezza sul luogo di lavoro e sulla tutela dell’ambiente. 

Un altro requisito, riguarda la regolarità in merito al versamento dei contributi in favore degli Enti Previdenziali.

Quali sono gli importi del contributo a fondo perduto

Secondo quanto specificato all’interno del bando della Regione Lazio, l’importo relativo al contributo a fondo perduto sarà commisurato all’importo relativo alla seconda (o all’unica) rata dell’acconto IRAP 2020. Questo contributo a fondo perduto può raggiungere il valore massimo di 25.000 euro

Il contributo a fondo perduto sarà concesso entro e non oltre la data del 30 giugno 2021 e potrà essere cumulato con gli altri aiuti e sostengo che sono stati concessi sulla base del Regolamento dell’Unione Europa 1407/2013 del 18 dicembre 2013 e del Regolamento di esenzione (ai sensi del regolamento 651/2014).

Come presentare la domanda per ottenere il contributo a fondo perduto

Come espresso all’interno del bando reso noto dalla Regione Lazio, la Regione ha pubblicato anche un manuale d’uso in cui sono state illustrate le modalità e le procedure da attuare per la compilazione e la presentazione della richiesta per il bonus a fondo perduto, disponibile all’interno del sito web ufficiale della Regione. 

La domanda potrà essere presentata telematicamente a partire da oggi, lunedì 11 gennaio 2021, alle ore 10.00, fino e non oltre alle ore 10.00 del giorno 8 febbraio 2021. Nel caso in cui le risorse regionali previste dal bando risulteranno esaurite prima, la Regione provvederà a rendere nota la chiusura anticipata dello sportello telematico. 

La domanda per poter accedere al bonus di 25.000 euro a fondo perduto dovrà essere compilata esclusivamente online e potrà essere presentata tramite due modalità. Una prima modalità è quella di scaricare la domanda compilata in formato pdf, firmarla digitalmente e caricarla online. In alternativa, la domanda potrà essere scaricata, stampata e successivamente firmata in modalità olografa, e caricata online dopo averla scansionata. 

In entrambi i casi dovrà essere allegata anche la copia del proprio documento d’identità.

Successivamente, dovranno essere allegati anche una serie di dichiarazioni specifiche, quali ad esempio quella relativa al conflitto di interesse o quella delle dimensioni di impresa. Tutte le dichiarazioni che dovranno essere sottoscritte sono disponibili anche all’appendice del bando della Regione Lazio.

La domanda potrà essere considerata inoltrata nel momento in cui si riceverà un email di conferma da parte dell’indirizzo email bandoristorolazioirap@regione.lazio.it.