Nella Legge di Bilancio di quest’anno sono stante inserite moltissime agevolazioni destinate ai ragazzi tra i 18 anni e i 35 anni: se rientri in questa fascia d'età, scopri subito quali sono i bonus che puoi richiedere subito!

Finalmente il Governo ha volto lo sguardo ai più giovani, consentendo loro di godere di vantaggiosi bonus e incentivi su moltissimi ambiti sociali: dall’acquisto di una casa all’affitto di una stanza, dall’incentivo per la cultura alla Carta Nazionale Giovani (valida anche su negozi, sport e viaggi), fino ad arrivare alla patente e alla musica.

Ce ne sono davvero per tutti i gusti: vediamo quali sono i bonus giovani 2022 che puoi richiedere se hai meno di 35 anni!

Bonus giovani 2022: incentivi per i ragazzi dai 18 ai 35 anni!

Sono tantissimi i bonus che possono richiedere i giovani che hanno un’età compresa tra i 18 e i 35 anni. Scopriamoli insieme.

I giovani neo maggiorenni, nati nel 2003, dal 17 marzo possono registrarsi su 18app per ottenere il bonus cultura (reso strutturale dalla Legge di Bilancio 2022). E per i giovani fino a 21 anni è ancora possibile richiedere l’assegno universale per ottenere un sussidio mensile dall’INPS.

Da quest’anno è possibile richiedere anche la nuova Carta Giovani Nazionale, destinata ai ragazzi dai 18 ai 35 anni: attivando la card sull’applicazione IO si può accedere a sconti, agevolazioni e bonus in tantissimi ambiti, anche a livello internazionale (viaggi, trasporto, negozi, sport, attività culturali, formazione, stage…).

E ancora: bonus affitto per i giovani fino a 31 anni che intendono locare un’abitazione o una stanza in una città diversa da quella di residenza per studio, lavoro o semplicemente per indipendenza. E per chi invece intende accendere un mutuo per acquistare un immobile, il Governo azzera le imposte e concede la garanzia statale all’80% con il bonus prima casa per i giovani fino a 36 anni.

Confermato anche il bonus patente 2022 per i ragazzi con meno di 35 anni che intendono avvicinarsi alla professione di camionista: una sorta di rimborso spese per il conseguimento del titolo di guida. E novità dell’anno, il bonus psicologo 2022: la misura è destinata ad aiutare giovani e adulti a superare un momento difficile della loro vita.

Ma andiamo con ordine e analizziamo uno per uno tutti questi bonus per i giovani 2022: e tu quale puoi richiedere?

Bonus cultura con 18app per i giovani nati nel 2003

Al compimento dei 18 anni, lo Stato italiano regala ai giovani 500 euro grazie a quello che è stato definito “bonus cultura”. Nato sotto il Governo guidato da Matteo Renzi, questo incentivo intende avvicinare i giovani alla cultura e migliorare le loro esperienze di vita.

Il bonus cultura è attivabile dalla piattaforma di 18app: nel 2022 i beneficiari sono i giovani nati nel 2003, che possono ottenere 500 euro da spendere per le proprie passioni. Una volta effettuata la registrazione di 18app, e ricevuta l’e-mail di conferma, il Portafoglio viene caricato ed è possibile iniziare a spendere il denaro ottenuto in regalo.

Come si possono spendere i 500 euro? Le possibilità dono ampissime: dal cinema al teatro, dalle mostre ai musei, fino ai siti archeologici. E ancora: eventi culturali, concerti, libri, prodotti audiovisivi, abbonamenti a quotidiani e molto altro ancora.

C’è tempo fino al 31 agosto 2022 per richiedere il bonus cultura per i giovani nati nel 2003, mentre per spendere i 500 euro la scadenza è fissata al 28 febbraio 2023.

Carta Giovani Nazionale: bonus, sconti e molto altro!

Un’altra novità di quest’anno è l’introduzione della Carta Giovani Nazionale, una tessera virtuale che si può attivare direttamente dall’applicazione IO in pochissimi minuti per ottenere bonus, sconti e vantaggi a livello nazionale e internazionale.

Nata da un progetto dell’organizzazione EYCA (European Youth Card Association), questa Carta Giovani Nazionale è destinata a tutti i cittadini residenti in Italia che hanno un’età compresa tra 18 e 35 anni. La ministra per la Gioventù Fabiana Dadone l’ha presentata come un'occasione di riscatto del tempo perduto a causa della pandemia.

Ai giovani viene data la possibilità di aderire al circuito e di scoprire tutti i partner e le aziende affiliate all’iniziativa: si possono ottenere in pochi minuti tantissimi sconti per attività culturali, per i servizi di ristorazione, per gli alloggi, per alcuni negozi e per il trasporto pubblico.

Non solo: la Carta Giovani Nazionale consente di accedere a vantaggi anche in ambiti quali bollette, energia, viaggi, tempo libero (concerti, mostre, musei), sport, formazione, opportunità professionali sia in Italia sia in Europa.

Per ottenere i vantaggi nei negozi fisici basterà presentare al venditore la propria tessera virtuale, mentre per gli acquisti online basterà copiare e incollare il relativo codice sconto nell’apposita sezione del sito web.

Bonus affitto giovani fino a 31 anni: come funziona?

Sempre per i giovani dai 20 ai 31 anni, esiste la possibilità di risparmiare sul canone di locazione di un immobile o di una stanza: grazie al bonus affitto giovani si possono risparmiare fino a 2.000 euro per i primi quattro anni dalla stipula del contratto.

Come funziona il bonus affitto giovani? In sostanza, ai ragazzi si applica una detrazione Irpef fino a 2.000 euro sul canone di locazione pattuito, ovvero pari al 20% qualora quest’ultimo superi la soglia limite.

Per poter accedere al bonus affitto, però, i ragazzi devono rientrare nei limiti di età previsti e devono dimostrare di possedere un reddito non superiore a 15.493,71 euro all’anno. L’abitazione oggetto di locazione deve risultare l’effettiva residenza dei giovani, e deve essere diversa dalla residenza dei propri genitori.

Bonus prima casa giovani under 36: come ottenerlo?

E se invece una coppia punta all’acquisto di una casa e all’accensione di un mutuo, ecco che spunta il bonus prima casa per i giovani in nostro aiuto. Se hai meno di 36 anni puoi ottenere la garanzia statale fino all’80% sul mutuo, oltre all’azzeramento delle imposte ipotecaria, catastale e di registro, e alla riduzione del 50% sugli oneri notarili.

Come avvenuto per il bonus affitto giovani, anche il bonus prima casa prevede dei requisiti di accesso specifici. Per poter ottenere la garanzia statale il valore del mutuo (NON quello della casa) non deve essere superiore a 250 mila euro, mentre l’immobile oggetto di vendita non deve appartenere alle categorie di immobili di lusso. 

Inoltre, il richiedente non deve avere un’età superiore a 36 anni e non deve possedere un reddito superiore a 40 mila euro.

Le agevolazioni sull’acquisto della prima casa per i giovani sono limitate nel tempo: per ottenere il bonus è necessario richiederlo entro la scadenza, attualmente fissata al 31 dicembre 2022.

Bonus patente per giovani fino a 35 anni: 2.500 euro per tutti

Tra le numerose novità per i giovani c’è anche il bonus patente 2022: introdotto da decreto Milleproroghe, questa agevolazione consente ai giovani con meno di 35 anni di ottenere fino a 2.500 euro di rimborso per le spese sostenute per il conseguimento del titolo di guida dei mezzi pesanti e le relative abilitazioni professionali.

L’obiettivo della misura è duplice: da un lato favorire l’avvicinamento dei più giovani al mondo del lavoro; dall’altro lato sopperire alla mancanza di camionisti che si è verificata in Italia, affinché il trasporto di merci su gomma possa essere garantito a livello nazionale.

Dunque, se siete alla ricerca di lavoro e non avete ancora compiuto 35 anni, potete richiedere il bonus patente e ottenere un rimborso fino all’80% delle spese sostenute per il conseguimento del titolo di guida CQC e le relative abilitazioni, limitatamente al periodo compreso tra il 1° luglio 2022 al 31 dicembre 2026.

Bonus psicologo 2022: un sostegno per ragazzi, giovani e adulti

Dopo numerose petizioni e richieste, il Governo ha approvato il bonus psicologo 2022 – chiamato anche bonus salute mentale – destinato ai ragazzi, ai giovani, ma anche agli adulti che hanno bisogno di sostenere un percorso psicologico per superare un periodo difficile della propria vita.

La pandemia ci ha cambiati sia nelle abitudini sia nei comportamenti: siamo stati costretti a rimanere a casa, lontano da amicizie e affetti, a lavorare in smart working senza contatto diretto con i colleghi e non abbiamo avuto modo di coltivare le nostre passioni, qualunque esse siano.

Ecco quindi che il Governo ha introdotto il bonus psicologo, destinato a tutte le famiglie con un ISEE non superiore a 50 mila euro. L’incentivo permette di ottenere un voucher del valore di 600 euro da spendere per le sedute dallo psicologo. Si stima la possibilità di pianificare almeno 12 incontri.

Assegno unico e universale fino a 21 anni: come richiederlo

E a partire dal 1° gennaio 2022 è possibile richiedere l’assegno unico e universale per i giovani dai 18 ai 21 anni: se rientri in questa fascia d’età puoi presentare tu stesso la domanda all’INPS.

Il nuovo bonus per i giovani permette ai ragazzi fino a 21 anni di ottenere un assegno mensile dall’INPS dall’importo variabile: da 25 euro al mese (per chi possiede un reddito alto o per coloro che non presentano l’ISEE), fino a 85 euro al mese (per chi possiede un reddito basso). L’erogazione avviene tramite bonifico bancario all’indirizzo IBAN indicato in sede di domanda.

Per ottenere l’assegno unico e universale, però, il giovane deve rientrare in una delle seguenti occupazioni: studente (scuola dell’obbligo o università), lavoratore con reddito inferiore a 8.000 euro (ancora a carico dei genitori), stagista, disoccupato ma iscritto al centro per l’impiego, impegnato nel servizio militare.

A partire da marzo 2022 prendono il via i pagamenti dell’assegno unico 2022, ma è ancora possibile presentare la propria domanda all’INPS, ricordando che per le richieste inviate fino al 30 giugno 2022 vengono corrisposti anche gli arretrati, mentre successivamente si ottengono solo le mensilità successive al mese di presentazione della domanda.

Bonus musica fino a 1.000 euro per i giovani

Infine, esiste un bonus musica per i giovani che non tutti conoscono: di che cosa si tratta? Il bonus musica consente di ottenere una detrazione fiscale pari al 19% delle spese sostenute, fino a un massimo di 1.000 euro per i ragazzi dai 5 ai 18 anni che frequentano un corso di musica e non solo.

La detrazione spetta ai genitori dei giovani che frequentano il conservatorio, agli iscritti agli istituti di alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM), alle bande, ai cori o alle scuole di musica riconosciute dalla Pubblica Amministrazione.

Per poter ottenere il bonus musica, però, è necessario possedere un indicatore ISEE non superiore a 36 mila euro. Non esiste un modulo per la richiesta del bonus musica, in quanto la detrazione va inserita nella dichiarazione dei redditi annuale.