Rinnovato anche per quest’anno il nuovo bonus giovani 2022 che permette ai ragazzi di età inferiore a 22 anni di ottenere fino a 50 euro a settimana, oppure fino a 100 euro a settimana per coloro che hanno un’età compresa tra 22 e 36 anni. Di che cosa stiamo parlando?

Grazie all’iniziativa di alcuni Comuni italiani, i giovani più volenterosi possono ottenere un contributo in denaro fino a 100 euro a settimana. Per aderire al programma c’è ancora tempo: come fare?

Ecco tutto quello che c’è da sapere sul nuovo bonus giovani fino a 50 o 100 euro a settimana: a chi spetta, come funziona e chi può aderire. 

Bonus giovani: cos’è e come funziona

Spunta un nuovo bonus per i giovani da sfruttare per l’estate: non stiamo parlando del bonus 500 euro per i diciottenni e neppure del bonus centri estivi, ma semplicemente di quello che viene anche chiamato “bonus fatica”. Di che cosa si tratta?

A partire dal 4 luglio 2022 parte la nuova edizione (per il terzo anno consecutivo) dell’iniziativa “Ci sto? Affare Fatica! - Facciamo il bene comune”. Alcuni Comuni italiani premiano tutti i ragazzi tra i 16 e i 22 anni, ma anche i giovani fino a 36 anni, che si impegneranno nel volontariato cittadino. Come?

Si tratta di svolgere piccoli lavoretti per ripulire la città, per rendere accogliente il proprio Comune, o semplicemente per rendere migliore il mondo in cui viviamo. 

A tutti i giovani che parteciperanno all’iniziativa verrà corrisposto un bonus in denaro: si parte da 50 euro a settimana, per arrivare fino a 100 euro a settimana per i tutor.

Bonus giovani, da 50 a 100 euro a settimana: per chi

Chi può ottenere il nuovo bonus giovani da 50 o 100 euro a settimana? La nuova iniziativa di volontariato e non solo è stata promossa dalla Regione Marche, per il terzo anno consecutivo.

A partire dal 4 luglio 2022 e fino al mese di agosto, i ragazzi più giovani e quelli più “grandi” potranno mettersi in gioco per migliorare la propria città. 

Da un lato possono aderire al bonus giovani tutti i ragazzi di età compresa tra i 16 e i 22 anni; mentre dall’altro lato ci saranno dei tutor a disposizione con un’età massima di 36 anni. L’importante è possedere la residenza all’interno dei confini della Regione.

Non è necessario soddisfare alcun requisito per poter aderire al progetto: basta avere tanta voglia di mettersi in gioco e di fare nuove amicizie. I Comuni che hanno aderito sono tantissimi piccoli paesini, alcuni addirittura colpiti dal sisma.

Non si tratta solo di un progetto di volontariato e cittadinanza attiva, ma anche una grande occasione di confronto, amicizia e crescita per tutti i giovani del territorio. Il successo riscosso negli ultimi anni ha spinto la Regione a confermare l’iniziativa anche per quest’anno.

Bonus giovani, 50 o 100 euro a settimana: quali sono le attività

Il progetto “Ci sto? Affare Fatica! - Facciamo il bene comune” prevede lo svolgimento di una serie di attività di volontariato per mantenere una città pulita e per rinnovare diverse zone cittadine lasciate ormai alla deriva. 

Ma quali sono le attività che dovranno svolgere i ragazzi per ottenere 50 o 100 euro a settimana?

Come ha spiegato l’assessore alle Politiche Giovanili della Regione Marche, Giorgia Latini, sono stati stanziati 600 mila euro per i prossimi tre anni. 

I ragazzi che aderiscono a questa iniziativa possono svolgere attività concrete di volontariato, come per esempio la pulizia dei parchi cittadini, ma anche la pittura e messa a nuovo delle panchine comunali, la pulizia delle aree verdi e dei marciapiedi, ecc.

Non solo: sono previsti anche progetti di cittadinanza attiva e cura dei beni comuni: per esempio, la pittura delle aule scolastiche presso scuole medie o elementari, la realizzazione di murales, la tinteggiatura di giostre o staccionate, ecc. 

Il nuovo bonus giovani, che viene chiamato per questi motivi anche “bonus fatica” permette di conoscere nuovi amici e stringere rapporti anche con persone che non frequentano i nostri stessi ambienti.

Un’occasione di confronto e crescita per tutti: ci saranno ragazzi più giovani, appunto dai 16 ai 22 anni, e tutor più grandi, fino a 36 anni, affiancati da “maestri d’arte” in grado di trasmettere le proprie competenze manuali e artigianali.

Bonus giovani, 50 o 100 euro a settimana per tutti: ecco come averli

Ogni partecipante all’iniziativa, al termine del programma, potrà ottenere un riconoscimento economico in denaro per l’impegno profuso nell’iniziativa.

I più giovani, dai 16 ai 22 anni, possono ottenere un bonus da 50 euro a settimana; mentre ai tutor, dai 22 ai 36 anni, è previsto un contributo economico fino a 100 euro a settimana.

I voucher in denaro così ottenuti si potranno utilizzare per effettuare acquisti presso i negozi aderenti: si parla di abbigliamento, libri, materiale scolastico, oggetti per il tempo libero, materiale informatico e altro ancora.

Bonus giovani nelle Marche: come partecipare

Come partecipare al progetto marchigiano di cittadinanza attiva? Le adesioni al programma “Ci sto? Affare Fatica! - Facciamo il bene comune” sono state raccolte sul sito web del Csv Marche a partire dal 3 giugno 2022.

A partire dal 14 giugno 2022, invece, è stata avviata la selezione dei giovani che potranno ottenere il bonus da 50 o 100 euro a settimana per la partecipazione a programmi di cittadinanza e volontariato.