Bonus giovani under 35 da richiedere entro il 2022. Il governo Draghi ha approvato una serie di benefici a favore dei giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni, ottenibili anche senza ISEE

Oltre al Bonus cultura da 500 euro se ne contano altri ancora poco conosciuti. Vediamo subito di quali si tratta e come averli.

Maggiori informazione sui Bonus senza ISEE richiedibili in tutto il 2022 le trovate nel video YouTube di Mr LUL lepaghediale.

Bonus giovani under 35 senza ISEE: spazio al Bonus Cultura da 500 euro. In cosa consiste?

Apriamo la nostra disamina sui Bonus senza ISEE introdotti dall’esecutivo italiano a favore dei giovani under 35 partendo dal Bonus cultura 2022.

Stiamo parlando di un sussidio che va ad interessare la fascia più giovane della popolazione italiana, quella dei ragazzi che hanno raggiunto la maggiore età nel 2021.

Voluto e introdotto dall’ex Governo Renzi nel lontano 2015, vanta un ventaglio ristretto di fruitori, essendo rivolto esclusivamente ai giovanissimi maggiorenni nati nel 2003.

Sono questi i beneficiari del Bonus cultura senza ISEE attualmente attivo. Ottenere il riconoscimento del contributo di 500 euro è abbastanza semplice. Basta semplicemente registrarsi su 18 App con le credenziali SPID.

Dunque, chi non dispone del Sistema Pubblico per l’Identità Digitale dovrà correre ai ripari attivandolo. Come?

Innanzitutto, occorre munirsi di tessera sanitaria, un documento di identità valido (Patente, Carta d’Identità e così via), un indirizzo mail e un recapito telefonico attivo.

Una volta ottenuto lo SPID si può accedere all’applicazione per richiedere il Bonus Cultura 2003.

Ricordiamo ancora una volta che si tratta di un’agevolazione riservata esclusivamente ai diciottenni, completamente svincolata dal rispetto di condizioni patrimoniali e reddituali. Per meglio intenderci, potrà essere richiesto indipendentemente dall’ISEE. 

Bonus Cultura 2003 senza ISEE 2022: come funziona?

Il contributo si concretizza in un voucher digitale spendibile per l’acquisto di materiale culturale (libri di testo, corsi di lingua e teatro, DVD, CD e abbonamenti a quotidiani on line o cartacei) o nel pagamento dei biglietti di ingresso di concerti, eventi culturali, musei, parchi archeologici, mostre e via dicendo.

La finestra temporale per richiedere l’incentivo è stata attivata lo scorso 17 marzo e rimarrà aperta fino al 31 agosto 2022. 

Una volta ottenuti i 500 euro di voucher, si avrà tempo fino al 28 febbraio 2023 per usufruire dell’intero importo.

Bonus giovani under 35 senza ISEE: dal 2022 arriva l’Assegno Unico sui figli

Veniamo alla seconda agevolazione rientrante nel pacchetto dei Bonus giovani senza ISEE 2022 riservato a chi ha meno di 35 anni di età. In particolare, alle famiglie con figli fiscalmente a carico (maggiorenni o minorenni) entro il ventunesimo anno di età.

Il riferimento è allAssegno Unico e Universale introdotto dal Governo Draghi proprio nel mese in corso.

Stiamo parlando di un sussidio che potrà essere richiesto presentando o meno la certificazione ISEE 2022 all’INPS in fase di domanda. In quest’ultimo caso, però, non si potrà ottenere più del tetto minimo d’importo fissato per la misura.

Il consiglio che sentiamo di darvi e di consegnare sempre l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente per poter spuntare un importo mensile di Assegno Unico più alto.

Il riconoscimento di questo particolare Bonus giovani under 35 avviene solo su domanda. Le istanze vanno inoltrate telematicamente dalla pagina internet ufficiale dell’Istituto Nazionale di Previdenza accessibile tramite SPID, Carta d’Identità Elettronica (CIE) o Carta Nazionale dei Servizi.

Per quanto concerne la scadenza, invece, ricordiamo che le domande per poter beneficiare anche degli eventuali pagamenti INPS di Assegno Unico arretrati partito a marzo 2022 potranno essere presentate entro fine giugno.

Bonus giovani under 31: arriva il Bonus affitto senza ISEE 2022. Ecco la novità 2022

Sei un giovane di età compresa tra i 20 e i 31 anni? Nel 2022 potrai richiedere il Bonus affitto senza ISEE. 

Un’agevolazione voluta dal Governo Draghi per sostenere i giovanissimi che si trovano a fronteggiare i costi del canone di locazione di un immobile o una stanza per i primi quattro anni dalla data di stipulazione del contratto. 

Nello specifico, il Bonus giovani under 31 mette permette ai ragazzi che per motivi di studio, o altre ragioni, sono costretti ad affittare casa in città di ottenere una detrazione fiscale fino a 2.000 euro per i primi quattro anni di stipula dell’affitto.

Anche in questo caso, come il Bonus cultura di 500 euro si ha diritto all’agevolazione a prescindere dall’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE 2022). 

Per quanto riguarda il suo funzionamento si applica una detrazione IRPEF fino a 2.000 euro direttamente sul canone di locazione scaturito da un accordo tra le parti, quindi, uno sconto del 20% qualora quest’ultimo oltrepassasse la soglia massima.

Poche sono le condizioni da rispettare per beneficiare del Bonus affitto under 31 senza ISEE. Innanzitutto, i giovani potranno richiederlo solo se ricadono della fascia anagrafica precedentemente indicata, quella tra i 20 e i 31 anni, in secundis il reddito dichiarato non dovrà superare i 15.493,71 euro annui.

Altro requisito indispensabile riguarda l’immobile su cui si paga l’affitto: per usufruire del Bonus affitto senza ISEE è obbligatoria la residenza del ragazzo presso questo edificio. Allo stesso tempo, dovrà essere difforme del luogo di residenza dei genitori.

Bonus giovani under 35 senza ISEE 2022: ecco la Carta Giovani Nazionale

Altro Bonus riguardante i giovani under 35 è la Carta Giovani Nazionale. Una vera e propria card virtuale individuale che garantisce l’accesso ad una serie di sconti e agevolazioni in qualsiasi settore.

Potrà essere richiesta dai giovanissimi di età compresa tra i 18 e i 35 anni, indipendentemente dall’ISEE 2022, tramite registrazione all’App IO.

Ma come si ottiene il riconoscimento del Bonus senza ISEE implicito nella Carta Giovani Nazionale? 

Niente paura non si tratta di una procedura complicata. Occorre accedere all’App Io tramite SPID, Carta Nazionale dei Servizi, Carta di Identità Elettronica.

Effettuato il primo accesso, basta andare in “portafoglio”, cliccare su “aggiungi” e selezionare “sconti, bonus e altre iniziative”. 

Attivata la Carta Giovani Nazionale under 35 la si potrà utilizzare per usufruire di sconti sull’acquisto di corsi di formazione, abbigliamento, mezzi a mobilità sostenibile, servizi di ristorazione, trasporti e via dicendo.

La card spetta a tutti i giovani dai 18 ai 35 anni a prescindere dall’ISEE.

Bonus prima casa giovani under 36: serve l’ISEE 2022! Ecco in cosa consiste

Concludiamo la nostra panoramica sui Bonus giovani 2022 analizzando l’agevolazione riservata ai cittadini italiani under 36 interessati ad acquistare un immobile (prima casa) mediante la stipulazione di un contratto di mutuo. 

Questi potranno usufruire di un Bonus prima casa sfruttando i vantaggi offerti dalla garanzia statale fino all’80% sul mutuo e di uno “sconto” pari al 50% sulle spese notarili.

L’occasione per i giovani si fa più ghiotta per quanto concerne l’imposta ipotecaria, di registro e catastale, completamente azzerate. 

Sul fronte requisiti da rispettare per godere del Bonus prima casa giovani under 36 non si ravvisano vincoli stringenti. 

Tutti i cittadini di età inferiore a 36 anni potranno accedere all’agevolazione, purché il mutuo non superi i 250 mila euro. In aggiunta, l’immobile non dovrà appartenere alle categorie catastali “immobili di lusso”.