L’Istituto Nazionale Previdenza Sociale ha comunicato finalmente tutte le indicazioni e le informazioni di carattere operativo utili per ottenere già dal mese di dicembre i pagamenti per il nuovo bonus INPS attraverso cui sarà possibile ricevere 40 euro al giorno per tre mesi. 

In questo senso, si parla di una vera e propria indennità che il Governo italiano precedentemente capitanato dall’attuale leader di Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, ha deciso si attuare al fine di sostenere quelle famiglie e quei lavoratori che sono stati più duramente colpiti dalle conseguenze derivanti dal Coronavirus.

Dunque, all’interno del seguente articolo vedremo tutte le caratteristiche e le peculiarità che effettivamente contraddistinguono questo nuovo bonus da 40 euro al giorno per tre mensilità, approvato in seguito alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge di Bilancio 2021.

In tal senso, nei prossimi paragrafi, saranno quindi riportate e approfondite tutte quelle informazioni e quelle indicazioni che l’Istituto Nazionale Previdenza Sociale ha reso note attraverso la pubblicazione della recente circolare numero 173.

Chi può accedere al nuovo bonus INPS di 40 euro al giorno

Come specificato anche all’interno del testo pubblicato attraverso la circolare INPS numero 173 resa nota soltanto pochi giorni fa, il 19 novembre, nell'apposita sezione del portale istituzionale INPS, è necessario chiarire innanzitutto quali sono le categorie di persone e di cittadini italiani che effettivamente potranno accedere al beneficio dei 40 euro al giorno, attraverso l’apposita procedura predisposta.

In questo senso, per quanto riguarda la categoria di beneficiari del bonus, questa comprende tutti quei cittadini lavoratori che rientrano nella categoria di lavoratori marittimi, in ottemperanza delle disposizioni che sono state ampiamente espresse e specificate all’interno del testo relativo all’articolo 115 del cosiddetto Codice della Navigazione.

A questo proposito, è anche necessario sottolineare che rientrano in questa categoria non soltanto i cittadini lavoratori che svolgono la propria attività lavorativa su imbarcazioni adibite e predisposte alla pesca lagunare, o nelle acque interne oppure alla pesca marittima.

Effettivamente, possono accedere al nuovo beneficio INPS anche i soci lavoratori che rientrano nelle cooperative della piccola pesca e che dispongono delle condizioni e dei requisiti che sono stati indicati all’interno della legge numero 250 pubblicata in data 13 marzo 1958.

Inoltre, potranno anche effettuare la richiesta per poter ottenere l’erogazione del bonus INPS dal valore di 40 euro al giorno per tre mesi, anche quei cittadini lavoratori che risultano avere le condizioni riferite alle categorie lavorative di armatori oppure di proprietari armatori, così come anche i pescatori autonomi. Tuttavia, è necessario che in ogni caso queste categorie di lavoratori non risultino essere iscritte a forme previdenziali obbligatorie oppure titolari di pensioni.

Le condizioni di accesso al bonus INPS di 40€ a giornata per tre mesi

Sulla base delle disposizioni contenute nell’articolo 1 in riferimento legge numero 178 del 30 dicembre, e nello specifico nel comma 316, è possibile risalire anche ad una serie di requisiti di accesso al bonus INPS di 40 euro a giornata.

In tal senso, è necessario che i lavoratori che rientrano nelle categorie appena citate nel precedente paragrafo provvedano a dimostrare di aver effettivamente subito un calo del proprio reddito lavorativo, per motivazioni e cause riconducibili alla situazione epidemiologica del Coronavirus. Questa riduzione dovrà essere pari almeno alla percentuale del 33 per cento, rispetto all’anno 2019, ovvero durante il periodo in cui non vi era il Covid-19.

Gli aspetti peculiari del nuovo bonus di 40€ a giornata 

Sulla base delle disposizioni che sono state inserite ed ampiamente spiegate dalla nuova circolare INPS numero 173, è possibile risalire anche alle peculiarità e alle caratteristiche che effettivamente contraddistinguono il bonus INPS da 40 euro a giornata per tre mensilità.

In tal senso, per quanto concerne le categorie di cittadini lavoratori di cui si è parlato nel paragrafo precedente, questi potranno dunque accedere alla misura a sostegno, che potrà essere percepita per una durata massima di novanta giorni, quindi ben tre mesi complessivi.

A questo proposito, è chiaro che si tratta di un trattamento economico di fondamentale importanza per i lavoratori marittimi che potranno così ottenere ogni giorno un importo netto pari a 40 euro, che si riferisce al periodo legato al primo semestre di questo anno in corso, ovvero durante il periodo compreso tra il primo gennaio ed il 30 giugno del 2021.

Occorre però sottolineare che tutti i cittadini che accederanno a tale sostegno economico con gli accrediti pari a 40 euro al giorno per tre mesi, non potranno poi fare domanda ed ottenere i pagamenti legati agli assegni per il nucleo familiare oppure ad altre tipologie di contribuzione figurativa.