Ci sono un sacco di bonus INPS giovani che puoi richiedere!

A seguito degli ultimi decreti, il Governo Draghi ha voluto estendere ancora di più i contributi e le agevolazioni per tutti coloro che vogliono mettersi in proprio, chi con la casa, o con l'affitto, o addirittura chi vuole entrare nel mondo del lavoro dopo un lungo periodo di disoccupazione causa Covid.

Tutt'ora, in pieno periodo post Covid, in molti sono ancora a casa, e a causa del conflitto russo-ucraino si ritrovano con le spese alimentari e del carburante praticamente irriconoscibili rispetto ad un anno fa.

Per questo, oltre a questi bonus, il Governo ha voluto varare dei decreti che andassero a supportare proprio i consumi.

Anche perché, va detto, non tutti questi bonus INPS giovani garantiscono dei veri e propri contributi, ma a volte solo detrazioni fiscali o agevolazioni. L'indirizzo del Governo Draghi è quello di alleggerire il carico fiscale, e solo per alcuni casi "dare dei soldi agli italiani", per citare una precedente affermazione del premier Draghi.

Vedremo insieme nel corso dell'articolo quali di questi bonus INPS giovani garantiscono un contributo economico, anche di 2000 euro, e quali invece sono solo agevolazioni fiscali, ottimi quindi come crediti d'imposta per la Dichiarazione dei Redditi.

Bonus INPS giovani 2022: dall'affitto da 2000 euro al mutuo, fino alla Carta Giovani!

I bonus INPS giovani 2022 sono tutte le agevolazioni previste per la popolazione giovanile, ovvero quella attestata nella fascia 18-39 anni, salvo eccezioni dettate dal bando di uno specifico bonus.

L'Istituto previdenziale, in accordo con l'Agenzia delle Entrate, ha disposto ulteriori benefit anche per il 2022, che vanno alle agevolazioni per il lavoro, fino alle agevolazioni fiscali e non per chi ha sottoscritto un contratto d'affitto o un mutuo per la prima casa.

A questo si aggiunge anche l'ultima "famiglia" di agevolazioni disposta dal Governo Draghi, ovvero la Carta Nazionale Giovani, che riassume in sé una serie di proposte, offerte e benefici che puoi richiedere in quanto "giovane". E' disponibile solo per via digitale, accedendo all'app IO, ma lo vedremo meglio dopo.

Va detto però che, a differenza del precedente Governo, Draghi ha voluto disporre più bonus di tipo "fiscale", e meno crediti o benefit economici. Infatti solo alcuni di questi possono permettere dei veri e propri rimborsi, ma la maggior parte possono garantire al massimo dei crediti d'imposta.

Per la cronaca, il credito d'imposta è quello previsto per chi ha uno o più crediti da parte di enti pubblici o fiscali, come può essere il classico caso contribuente-Agenzia. Nella pratica si parla di avere meno tasse a fine anno, non un conguaglio e quindi un rimborso monetario.

Oltre a questi, anche se non di responsabilità dell'INPS, sono previsti ulteriori sconti per chi detiene abbonamenti per i mezzi pubblici, ovvero il famoso bonus 60 euro.

Vediamo intanto in cosa consistono le agevolazioni fiscali sulla casa!

Bonus INPS giovani 2022: agevolazioni fiscali per casa e mutuo fino a 2000 euro! Ecco in cosa consiste

Il bonus INPS giovani 2022 previsto per casa e mutuo sono due rispettivi bonus, che vanno a sostenere i costi del canone d'affitto, o, per chi ha sottoscritto un mutuo per la prima casa, le spese per le imposte.

Il bonus affitto è infatti una copertura del 20% sul canone d'affitto annuo, ma solo per chi ha meno di 31 anni, e solo per chi ha presentato non l'attestazione ISEE, ma la Denuncia dei Redditi.

In questo caso il beneficiario di questo bonus INPS giovani 2022 dovrà avere un reddito lordo non superiore a 15.492 euro. Si può avere diritto al bonus anche se, in caso di coaffittuari, solo uno di questi rientra nei requisiti anagrafici e reddituali.

Diversamente, il bonus prima casa è garantito anche a chi ha più di 31 anni (purché non più di 36 anni), ma dovrà provvedere a sottoscrivere un mutuo del valore inferiore a 250.000 euro.

Oltre al supporto dell'80% per il mutuo, in caso di insolvenza, potrai contare sull'abbattimento delle imposte di registro o la riduzione dell'IVA.

Per entrambi i casi non si potrà, in alcun modo, avere un contratto d'affitto o un mutuo in residenze di lusso, quali ville, castelli o palazzi signorili, cioè tutte le case per cui è previsto l'IMU anche sulla prima casa.

I famosi "2000 euro" di cui si parlava all'inizio è solo nel bonus affitto, che garantisce fino ad un credito di 2000 euro, o un minimo di 991,60 euro. Diversamente, il bonus prima casa è solo una "famiglia" di esenzioni fiscali.

Anche i restanti bonus sono per lo più detrazioni, tagli alle imposte o sconti.

Bonus INPS giovani 2022: Carta Giovani disponibile solo agli under 36! Ecco come funziona

Il bonus INPS giovani 2022 previsto per chi ha meno di 36 anni non è solo il bonus prima casa, ma anche la Carta Giovani.

Si tratta di una carta digitale, disponibile solo per tutti coloro che hanno nel proprio cellulare l'app IO, l'applicazione per i servizi della Pubblica Amministrazione.

Per avere accesso a questa carta bisognerà non solo scaricarla presso Google Play o Apple Store, ma anche provvedere a collegarla al proprio SPID, cioè il Sistema Pubblico di Identità Digitale.

Se non hai provveduto a richiedere lo SPID presso un qualsiasi provider di servizi (es. Poste Italiane, Aruba, TIM...), non c'è problema. Basterà presentarsi presso uno sportello o direttamente sulla loro pagina web e registrarsi. 

Appena hai a disposizione il tuo SPID, basterà collegarti tramite app IO, e digitare il PIN d'accesso. Una volta dentro, potrai accedere ad una serie di sconti e agevolazioni, in particolar modo su trasporti, alloggi, attività e acquisti. Inoltre può segnalarli la presenza di offerte locali, disponibili presso scuole, imprese o enti situati anche nella tua città di residenza.

Ricordiamo che questo bonus INPS giovani 2022, cioè la Carta Nazionale, sarà disponibile fino al compimento del trentaseiesimo compleanno. Il sistema si aggiornerà automaticamente, non sarà necessaria alcuna comunicazione.

Bonus INPS giovani 2022: agevolazioni per assunzioni e apprendistato!

I bonus INPS giovani 2022 disposti per il supporto all'inserimento nel mondo del lavoro dei giovani sono in realtà delle agevolazioni che spettano non al giovane, ma al datore di lavoro.

Il datore di lavoro può richiedere un'esenzione contributiva fino al 100% per i primi tre anni di lavoro se assume soggetti aventi meno di 25 anni.

Ma questo bonus INPS giovani 2022 riguarderà soltanto chi ha un'azienda con massimo 9 dipendenti assunti, e solo se stipulerà un contratto di apprendistato.

Mentre per chi ha più di 25 anni ma meno di 36 anni, solo per il biennio 2021-2022 il datore di lavoro potrebbe avere uno sgravo fiscale, ma solo se verrà stipulato un contratto a tempo determinato.

Sono entrambi contributi che cercano in qualche modo di stimolare l'assunzione di soggetti che, oltre ad avere meno di 36 anni, si ritrovano loro malgrado nella categoria dei NEET, Neither in Employment or in Education or Training, ovvero chi è disoccupato e senza tirocinio o corsi formativi in corso.

Solo in Italia la percentuale di NEET raggiunge quasi il 24%, una quota terrificante, constatando che la media europea si attesta intorno al 14%.

Oltre a queste agevolazioni, purtroppo l'INPS ha provveduto anche a sospenderne altre, come il famoso bonus INPS vacanze. Fino a poco tempo fa era disponibile un bonus INPS giovani specifico per le vacanze. In realtà è scaduto ufficialmente il 15 aprile 2022

Però di contro ci sono alcune agevolazioni che puoi richiedere. Ti consiglio la lettura di questo articolo a cura di Achiropita Cicala.