Ormai tutti sanno che, l’Istituto Nazionale Previdenza Sociale spesso decide di mettere a disposizione una serie di aiuti e di contributi sociali, indirizzati in particolare nei confronti di specifiche categorie di genitori, soprattutto dipendenti e pensionati che appartengono alla pubblica amministrazione e che rientrano in specifiche Gestioni. 

A questo proposito, dopo il Bando Master universitari di I e II livello e corsi universitari di perfezionamento in Italia relativo all'anno accademico 2021/2022 attraverso cui l’Istituto potrà riconoscere un bonus INPS fino a 10.000 euro nei confronti dei figli dei titolari del diritto, è stato pubblicato anche un nuovo bando relativo ad un nuovo contributo sociale. 

In tal senso, il bonus INPS relativo all’assegnazione di borse di studio per soggiorni scolastici all’estero, si va ad affiancare agli altri sostegni economici che il Governo italiano con a capo Mario Draghi ha invece previsto nei confronti di altre categorie di cittadini. 

In questo panorama, è chiaro quindi che per tutti i cittadini che intendono effettivamente fare richiesta per ottenere l’accesso al bonus INPS dal valore di 15 mila euro, sarà necessario comprendere pienamente tutti gli aspetti che si riferiscono ai requisiti nonché alle condizioni che dovranno essere rispettate per poter effettivamente beneficiarie di tale contributo.

Dunque, proprio per questo motivo, nei prossimi paragrafi vedremo nello specifico quali sono tutti i requisiti da rispettare per poter accedere al nuovo bonus INPS da 15.000 euro, che potrà essere richiesto entro il 9 dicembre senza ISEE. Inoltre, saranno anche evidenziale le modalità previste per poter effettuare la domanda correttamente.

Bonus INPS di 15.000€: come funziona e quali sono le novità

Nella giornata del 3 novembre di questo anno, l’Istituto Nazionale Previdenza Sociale ha deciso di pubblicare e rendere noto un nuovo bando che prende il nome di Bando di concorso Programma Itaca 2022/2023, destinato a specifiche categorie di cittadini. 

Nello specifico, si tratta di un bando di concorso volto all'assegnazione e alla relativa erogazione di una serie di borse di studio che si presenteranno sotto forma di bonus INPS che potranno assumere un valore massimo di 15 mila euro.

In questa prospettiva, all’interno del bando di concorso appena citato sono state spiegate ampiamente tutte le caratteristiche ed i meccanismi di funzionamento e di erogazione che caratterizzano questo nuovo bonus INPS, volto a garantire la possibilità ai figli o agli orfani di specifiche categorie di genitori, di effettuare dei soggiorni scolastici all’estero.

Grazie a questo nuovo bonus INPS dal valore di 15.000 euro, gli studenti che frequentato la scuola secondaria di secondo grado, avranno finalmente la possibilità di poter svolgere un percorso di mobilità a livello internazionale. Si tratta di un percorso che è appunto volto alla crescita non soltanto culturale, ma anche umana e sociale, attraverso la frequenza per un intero anno scolastico, quello relativo all’anno 2022/2023, oppure parzialmente, presso delle scuole straniere che sono situate all’estero.

A chi è destinato il nuovo bonus INPS da 15.000€

Il bando di concorso relativo al Programma Itaca 2022/2023, attraverso cui sarà possibile accedere al nuovo bonus INPS dal valore massimo di 15 mila euro, prevede innanzitutto l’esistenza di tre figure differenti, che consentiranno di riconoscere gli effettivi beneficiari del bonus, ovvero titolare del diritto, richiedente e beneficiario.

A questo proposito, secondo quanto previsto dall’articolo 1 relativo al bando di concorso dell’Istituto INPS pubblicato lo scorso 3 novembre, il titolare del diritto corrisponde ad un soggetto che rientra tra le seguenti categorie: cittadino dipendente oppure pensionato che ha svolto attività lavorativa presso la Pubblica Amministrazione. In questo caso sarà necessario che il cittadino sia iscritto alla gestione unitaria relativa alle prestazioni creditizie e sociali.

Inoltre, rientrano nella categoria dei titolari del diritto anche quei pensionati che risultano essere utenti della cosiddetta Gestione Dipendenti Pubblici, compresi anche quei titolari delle pensioni di reversibilità o delle pensioni indirette.

Per quanto concerne, invece, il soggetto beneficiario a cui è destinato il bonus INPS di 15.000 euro, questo comprende uno studente della scuola secondaria di secondo grado, che risulta essere figlio oppure orfano di un soggetto che presenta le caratteristiche del titolare del diritto.

Per chi cambiano gli importi del bonus INPS fino a 15.000€ 

Nello specifico, il bando di concorso prevede l’assegnazione e l’erogazione di ben 1.500 borse di studio, in favore appunto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Tali borse di studio saranno poi ripartite sulla base della destinazione del viaggio e della durata del soggiorno. 

A questo proposito, anche gli importi relativi al bonus INPS potranno cambiare in riferimento al cittadino che richiederà il beneficio e sulla base della destinazione che è stata scelta, che costituirà il luogo presso cui il cittadino proseguirà il suo anno di studi all’estero.

In questo panorama, al fine di comprendere al meglio quale sarà l’importo complessivo che costituirà l’ammontare totale della borsa di studio, è necessario sottolineare che, per quei cittadini italiani che intendono svolgere l’intero anno scolastico presso un istituto situato in un Paese extra-europeo, il bonus INPS assumerà un valore pari a 15.000 euro. Tuttavia, nei casi in cui, si tratti di un soggiorno relativo all’interno anno scolastico 2022\2023 in un istituto secondario situato in un paese europeo, i cittadini italiani potranno beneficiare di un bonus di 12.000 euro. 

L’importo del nuovo bonus INPS destinato a quegli studenti che intendono intraprendere un percorso di studi all’estero, potrà però diminuire nei casi in cui la durata del soggiorno previsto per l’anno scolastico 2022/2023 sia minore a quella di un anno.

A questo proposito, secondo quanto riepilogato all’interno dell’articolo 2 del bando di concorso relativo al programma ITACA, nei casi in cui i cittadini sono intenzionati a trascorrere il periodo di studi in un Paese dell’Unione Europea durante soltanto un semestre, l’importo del bonus sarà pari a 9.000 euro; mentre, scenderà a 6.000 euro, nei casi in cui lo studente frequenterà per un solo trimestre.

Per quanto riguarda, invece, quei soggetti che intenderanno frequentare la scuola in un istituto presente in un Paese extra-europeo durante un intero semestre, il bonus INPS assumerà il valore di 12.000 euro. 

I requisiti obbligatori per accedere al bonus INPS di 15.000 euro

Per tutti coloro che intendono usufruire del bonus INPS dal valore di 15 mila euro, è necessario che i soggetti si accertino di essere in possesso di tutte le condizioni ed i requisiti considerati obbligatori per poter essere ammessi al concorso.

A questo proposito, potranno effettivamente partecipare al concorso tutti quegli studenti che avranno conseguito la promozione durante l’anno scolastico 2020/2021, ed essere iscritti al secondo oppure al terzo anno di una scuola secondaria di secondo grado.

Inoltre, è anche opportuno che lo studente non sia in ritardo con la sua carriera scolastica per più di un anno, dove la durata dei cicli di studio è definita per 5 anni nei casi di scuola primaria, e per 3 anni, per la scuola secondaria di primo grado.

Occorre inoltre sottolineare che tale borsa di studio risulta essere assolutamente incompatibile con altre borse di studio relative allo stesso programma ITACA, vinte durante gli anni precedenti, così come anche al programma SuperMedia o i bandi legati al soggiorno vacanza come Estete INPSieme o il corso di lingue all’estero istituiti per l’anno 2022.

A questo proposito, all’interno del bando di concorso è stato evidenziato che qualora saranno presentate delle domande a favore di studenti che risultano già essere assegnatari delle borse di studio prima citate, l’Istituto Nazionale Previdenza Sociale provvederà a respingerle.

Cosa fare prima di richiedere il bonus INPS da 15.000 euro

All’articolo 1 del bando di concorso INPS, l’Istituto intende specificare anche che il richiedente corrisponde a quel soggetto che potrà effettivamente presentare la domanda di partecipazione al concorso. In tal caso, questo soggetto dovrà corrispondere necessariamente ad una delle seguenti categorie: titolare del diritto, coniuge del titolare (nei casi in cui il genitore titolare è deceduto), l’altro genitore anche se non coniugato al titolare, il tutore del figlio.

Prima di poter effettivamente procedere alla trasmissione e all’invio della domanda per poter beneficiare del nuovo bonus INPS dal valore complessivo di 15 mila euro, sarà necessario che il cittadino risulti essere iscritto alla banca dati dell’istituto.  

Per tale motivazione, nei casi in cui sarà necessario che il soggetto provveda alla richiesta di iscrizione, egli dovrà provvedere alla compilazione del modulo AS150, disponibile direttamente sul portale telematico www.inps.it, trasmettendolo poi tramite PEC, email, fax oppure di personale. 

Come richiedere il bonus INPS di 15.000 euro senza ISEE

Una volta iscritti alla banca dati dell’Istituto INPS, sarà necessario presentare la domanda attraverso l’accesso mediante uno dei sistemi di autenticazione accettati, ovvero Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID), Carta Nazionale dei Servizi (CNS), Carta d’Identità Elettronica (CIE). A tal proposito, il richiedente della prestazione dovrà anche provvedere all’invio della propria Dichiarazione Sostitutiva Unica volta alla determinazione del valore ISEE relativo al proprio nucleo familiare.

Per presentare la domanda, sarà dunque necessario digitare all’interno del motore di ricerca disponibile all’interno del portale online INPS l’espressione “Sostegno per lo studio all'estero (ITACA)”, cliccando successivamente sul tasto relativo all’accesso al servizio. 

Occorre sottolineare, inoltre, che la domanda dovrà essere effettivamente presentata e trasmessa da parte del cittadino richiedente a partire dal giorno 4 novembre alle ore 12 ed entro e non oltre il giorno 9 dicembre 2021, alle ore 12.