Bonus ISEE basso: confermati gli aiuti per famiglie (e non solo) da parte del Governo Draghi. Ecco come ottenere fino a 390 euro al mese se hai un reddito basso.

Non possiamo negarlo: quella che ci troviamo ad affrontare attualmente è una situazione economica difficilissima.

Dopo circa due anni di pandemia, la crisi Russia – Ucraina non ha fatto altro che rendere le condizioni economiche di molti cittadini italiani anche peggiori.

L’aumento dei prezzi dei beni di prima necessita, ma anche di bollette, benzina e altro, sicuramente non stanno aiutando noi italiani a riprenderci.

E non possiamo dunque non ammettere che, in molti casi, i bonus e le agevolazioni concessi dal Governo possano rappresentare in valido aiuto per tutti.

Esistono, ad oggi, tantissime misure fruibili indipendentemente dal reddito (pensiamo ad esempio a tutti i bonus casa attualmente attivi). Per approfondire le misure accessibili senza ISEE, consigliamo il seguente video a cura di Aiuti dallo Stato.

Tuttavia, com’è ovvio, la maggior parte degli aiuti statali ha la configurazione di bonus ISEE basso. Questo perché l’esecutivo intende farsi carico dei propri cittadini che versano in condizioni economiche non proprio favorevoli.

Vuoi quindi sapere se fai parte dei possibili percettori dei bonus ISEE basso? Scopriamolo insieme. Analizzeremo i bonus ISEE basso attualmente attivi, i loro requisiti e come ottenerli. In tutto, se riuscirai a rispettare le richieste normative, potrai ottenere fino a ben 390 euro mensili.

Ovviamente, oltre a tutte le misure che analizzeremo, si potrà affiancare anche un altro aiuto. Stiamo parlando dell’agevolazione per eccellenza dedicata ai redditi bassi: il Reddito di Cittadinanza.

In questa sede non ce ne occuperemo, concentrandoci solo sui bonus aggiuntivi che puoi richiedere se hai un basso reddito.

Bonus ISEE basso: agevolazioni sulle bollette

Il primo bonus ISEE basso che ti verrà concesso fin da subito riguarda direttamente il caro vita che sta investendo il nostro Paese anche a causa della guerra in Ucraina.

Il conflitto, come tutti ben sappiamo, ha irrimediabilmente innalzato i prezzi delle utenze domestiche. Purtroppo, tutto è aumentato: dall’energia elettrica al gas, passando anche per le utenze legate all’acqua.

Per questa ragione, se hai un reddito non proprio elevato, potrai contare su un bonus ISEE basso che si configura come agevolazione sulle bollette mensili.

Tale agevolazione, che prende il nome ufficiale di bonus sociale, è stata di recente oggetto di modifiche, grazie al Decreto-legge Aiuti.

Innanzitutto, potrai contare sugli aiuti sulle utenze domestiche anche per il secondo trimestre dell’anno corrente.

In secondo luogo, anche se non sei riuscito a presentare il tuo modello ISEE aggiornato in tempo, avrai diritto ad un bonus ISEE basso per le bollette retroattivo.

Questo significa che, anche se dovessi aggiornare adesso il tuo Indicatore della Situazione Economica Equivalente, ti spetterebbero i bonus concessi nel primo trimestre 2022.

Bonus che ti verranno erogati in compensazione sulle prossime bollette di luce e gas.

Per poter ottenere la tua agevolazione sulle bollette, l’unica cosa da fare è appunto aggiornare l’ISEE. Fino alla fine dell’anno corrente, il bonus in questione sarà garantito a tutti coloro che presenteranno un modello ISEE non superiore ai 12.000 euro.

Per quanto riguarda gli importi mensili concessi alle famiglie, invece, non possiamo purtroppo fornirti una cifra esatta, perché il bonus ISEE basso legato alle bollette è variabile.

La sola parte relativa alla luce, ad esempio, per ogni trimestre può variare da 141 euro, fino a 199 euro per le famiglie molto numerose.

L’agevolazione relativa al gas, invece, varia a seconda della tua zona climatica di residenza, che vanno dalla A alla F. La cifra massima trimestrale concessa in zona F equivale a circa 146 euro.

Per accertarti delle esatte cifre che ti spettano, comunque, ti consigliamo di consultare il sito ufficiale ARERA, che viene costantemente aggiornato.

In definitiva, comunque, il bonus ISEE basso per le bollette può superare i 345 euro circa ogni tre mesi; dunque, può eccedere i 115 euro mensili.

Bonus ISEE basso: come ottenere 60 euro aggiuntivi

Altro bonus ISEE basso recentemente introdotto dal Governo Draghi col Decreto Aiuti è un contributo da 60 euro massimi.

L’agevolazione è pensata per coloro che si muovono utilizzando i trasporti pubblici e che, per utilizzo frequente, sostengono i costi di un abbonamento.

La misura, secondo le disposizioni governative, può finanziare fino al 100% delle spese sostenute per il saldo di tale abbonamento a mezzi pubblici, con limite massimo fissato, per l’appunto, a 60 euro totali.

Attenzione al fatto che si tratta di un contributo una tantum: questo significa che potrai richiedere questo bonus ISEE basso una sola volta.

Potrai inoltre accedere al contributo solamente se, nel 2021, l’ISEE familiare dichiarato non ha superato i 35.000 euro.

Stando alle disposizioni normative, potrai utilizzare i 60 euro previsti in forma di buono, che scadrà il prossimo 31 dicembre 2022.

Al momento, comunque, non puoi ancora richiedere il bonus da 60 euro. Dovrai infatti attendere la pubblicazione del decreto attuativo in Gazzetta Ufficiale prima di poter inoltrare la tua richiesta.

Bonus ISEE basso, la terza agevolazione è solo per famiglie

Parlando di bonus ISEE basso, non possiamo non occuparci di un’agevolazione riservata alle famiglie, che potrai dunque richiedere se hai un figlio a carico.

Stiamo parlando dell’Assegno Unico, la misura universale concessa a tutti i genitori (o a coloro che hanno un minore regolarmente a carico).

Anche se si tratta di un aiuto dallo Stato che, in realtà, è accessibile anche senza presentare la propria situazione reddituale, chi presenterà un ISEE basso potrà ottenere cifre decisamente più interessanti.

L’INPS ha infatti previsto un Assegno mensile pari a 175 euro per figlio nel caso in cui l’ISEE familiare non sia superiore ai 15.000 euro.

Al momento, nel caso in cui tu non abbia ancora presentato la tua domanda per ottenere questo beneficio, ricorda che hai ancora diritto a percepire gli arretrati.

La misura è infatti attiva da marzo 2022: per coloro che presenteranno domanda entro la fine di giugno, c’è la possibilità di ricevere anche le mensilità da marzo a maggio non ancora fruite.

Bonus ISEE basso: 40 euro mensili per i beni di prima necessità

Con i bonus ISEE basso fino ad ora analizzati abbiamo già ottenuto un tetto massimo di 350 euro di agevolazioni.

Tuttavia, c’è un’ultima misura, gestita dall’Istituto Nazionale Previdenza Sociale, che consentirà di aggiungere ulteriori 40 euro mensili. In questo modo, potrai ottenere un totale di 390 euro di agevolazioni statali.

Il bonus ISEE basso in questione prende nome ufficiale di Social Card e non è altro che una carta ricaricabile.

Tale carta viene caricata ogni due mesi dall’INPS, ma concede un tetto massimo pari a 40 euro mensili da spendere in beni di prima necessità. In alternativa, con la tua Carta Acquisti potrai anche saldare le bollette domestiche.

Se hai intenzione di richiedere la Card, però, dovrai rispettare dei requisiti molto specifici. Ti verrà infatti concessa solamente se ha a carico un figlio di età compresa tra zero e tre anni, oltre che un ISEE entro i 7.120,39 euro.

Puoi inoltre richiederla se la tua età anagrafica è superiore ai 65 anni.

Se rientri in una delle due categorie sopra descritte, ti basta recarti al più vicino sportello Poste Italiane con un documento ISEE in corso di validità. Sarà Poste S.p.A. a comunicare i tuoi dati all’INPS e a fornirti la Carta nel caso tu sia idoneo alla sua attribuzione.