Il Governo Draghi ha confermato nuovi aiuti per le famiglie e le imprese: quali sono i bonus ISEE basso da richiedere subito? Affitto, bollette, trasporto, carburanti e molto altro.

Non solo bonus benzina e taglio delle accise, ma anche bonus 200 euro per i lavoratori e i pensionati (compresi i titolari RdC e le Partite Iva), bonus bollette per le famiglie con ISEE basso, bonus abbonamento ai mezzi pubblici per studenti e lavoratori, bonus affitto fino a 3.000 euro. 

L’ultimo provvedimento del Governo vale 14 miliardi di euro e permette di stanziare bonus fino a 3.500 euro per le famiglie con ISEE basso. Ma chi può ottenerli e da quando? 

Ecco l’elenco dei bonus ISEE basso che Draghi ha confermato per il 2022 contro tutti i rincari: aiuti per la famiglia, per le imprese, per i lavoratori e per gli studenti. Ultime notizie.

Bonsu ISEE basso, novità Draghi 2022: tutti i nuovi aiuti per le famiglie!

Nell’ultimo decreto aiuti di maggio, il Governo guidato da Mario Draghi ha promesso nuovi aiuti per le famiglie e le imprese contro tutti i rincari del periodo. Non solo sono stati confermati il bonus benzina e il taglio delle accise sui carburanti fino a luglio, ma anche ulteriori aiuti per tutte le famiglie con ISEE basso.

Tra i nuovi bonus ISEE basso introdotto da Draghi ci sono aiuti fino a 3.500 euro da richiedere subito. Quali? Ecco una lista completa delle novità:

  • Bonus 200 euro per i lavoratori e i pensionati con ISEE sotto 35 mila euro;
  • Bonus bollette retroattivo con ISEE fino a 12 mila euro;
  • Bonus abbonamento trasporti pubblici per studenti e lavoratori;
  • Bonus affitto per tutti;
  • Bonus benzina e taglio delle accise fino a luglio.

Il provvedimento appena approvato vale 14 miliardi di euro, ma Palazzo Chigi – dall’inizio della crisi energetica – ha già stanziato almeno 30 miliardi di euro contro i rincari, senza ricorrere ad alcuno scostamento di bilancio aggiuntivo.

Vediamo nel dettaglio i requisiti, gli importi, i beneficiari dei nuovi bonus 2022: come richiederli e quali sono le scadenze.

Bonus ISEE basso: Draghi regala 200 euro a lavoratori e pensionati!

Draghi regala 200 euro ai lavoratori, dipendenti o autonomi, alle Partite Iva, ai titolari del reddito di cittadinanza, ai disoccupati, e persino ai pensionati. 

Il nuovo bonus 200 euro per i lavoratori e i pensionati è un piccolo contributo contro gli aumenti sul carburante, sulle bollette e sui generi alimentati: verrà riconosciuto per una sola volta (appunto una tantum) ai lavoratori e ai pensionati con reddito sotto i 35 mila euro. 

Stando a quanto anticipato dal Presidente del Consiglio, il nuovo bonus 200 euro dovrebbe raggiungere almeno 28-30 milioni di famiglie, per una spesa complessiva di 6-6,5 miliardi di euro.

Freniamo l’entusiasmo. Mentre per i lavoratori dipendenti è previsto un aumento in busta paga di 200 euro tra giugno e luglio, e i pensionati potranno ottenere il bonus 200 euro sul cedolino di luglio insieme alla quattordicesima; di più difficile applicazione è l’erogazione del bonus per i lavoratori autonomi. Potrebbe essere creato un fondo ad hoc destinato agli autonomi.

Inclusi nel bonus 200 euro anche i titolari RdC, i disoccupati, i lavoratori domestici e le badanti.

Bonus ISEE basso: sconto sulle bollette retroattivo. Chi può ottenerlo?

Confermato fino al 31 dicembre 2022 anche il bonus bollette per tutte le famiglie con ISEE basso: lo sconto è automatico e retroattivo. 

A partire dal 1° aprile, infatti, tutti i nuclei familiari con ISEE fino a 12 mila euro, oppure le famiglie numerose con redditi fino a 20 mila euro, possono ottenere sconti in bolletta fino a 200 euro. Con il bonus bollette Iren, inoltre, lo sconto sale a 747 euro per tutti i nuclei familiari che sfruttano sistemi di teleriscaldamento.

E se la tua famiglia ha ottenuto l’ISEE in ritardo, non ci sono problemi: grazie alla retroattività, il bonus bollette viene rimborsato anche a tutti coloro che ne avevano diritto per i primi mesi dell’anno.

Confermato anche il bonus elettrico per disagio fisico, per il quale però è necessario presentare l’apposita domanda ad Arera corredata dalla documentazione richiesta.

Bonus abbonamento trasporti pubblici per studenti e lavoratori, ISEE basso

Un’altra novità interessante introdotta dall’ultimo decreto aiuto del Governo Draghi è il bonus trasporto, uno sconto fino a 60 euro sull’abbonamento ai mezzi pubblici per gli studenti e per i lavoratori. Come funziona?

Il Ministro del Lavoro Andrea Orlando, in conferenza stampa, ha fornito pochissimi dettagli sulla norma che introduce questa nuova agevolazione per le famiglie:

È previsto un fondo per un supporto a studenti e lavoratori sui trasporti pubblici che consente uno sconto sugli abbonamenti e questo attenua l’effetto sui salari più bassi.

In sostanza, a tutti i cittadini – studenti o lavoratori – che si spostano sfruttando i mezzi pubblici (autobus, metro, treno), viene elargito un bonus sull’abbonamento. Da un lato, quindi, si intende fronteggiare gli aumenti sui prezzi dei carburanti e favorire l’utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico; dall’altro lato, inoltre, si vogliono sostenere le famiglie con ISEE basso nel sostenimento delle spese di abbonamento al trasporto pubblico.

Non sono chiare le modalità di erogazione del bonus trasporto pubblico: potrebbe trattarsi di uno sconto sull’acquisto dell’abbonamento ai mezzi pubblici, oppure di una detrazione successiva da inserire nella dichiarazione dei redditi, o ancora di uno rimborso di altra natura. 

Solo la versione finale del decreto aiuti e il successivo provvedimento attuativo metteranno ordine sui requisiti e chiariranno le modalità e i tempi per le erogazioni.

Bonus ISEE basso: nuovi contributi per l’affitto fino a 3.000 euro

Il provvedimento di aiuti del Governo Draghi conferma anche nuovi contributi per il pagamento dell’affitto per tutte le famiglie che possiedono un ISEE basso: i bonus possono arrivare fino a 3.000 euro.

Grazie a una norma inserita nel decreto aiuti di maggio, il Fondo nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione è stato rifornito con ulteriori 100 milioni di euro.

Sono previsti sconti fino a 300 euro sul canone di affitto per le famiglie che possiedono un ISEE fino a 15.493,71 euro all’anno, mentre si scende a 150 euro di sconto sull’affitto nel caso di ISEE entro i 30.987,41 euro.

Parallelamente, prosegue il bonus affitto per i giovani under 31 fino a 2.000 euro, con ISEE basso. La detrazione fiscale dall’imposta lorda fino a 991,60 euro spetta sia per l’affitto di un intero appartamento, sia per la locazione di una singola stanza (nel caso di studenti universitari fuori sede). 

Grazie al bonus affitto, i giovani dai 20 ai 31 anni possono ottenere una detrazione del 20% sull’importo del canone di affitto concordato con il proprietario, limitatamente ai primi quattro anni dalla stipula del contratto. Per ottenere la detrazione, però, è necessario possedere un ISEE basso, sotto i 15.493,71 euro.

Infine, la Regione Sicilia ha previsto un bonus affitto con ISEE basso che può raggiungere i 3.000 euro a famiglia.

Benzina, taglio delle accise confermato fino a luglio!

Concludiamo riportando un’altra decisione appena presa dal Consiglio dei Ministri: il Governo guidato da Draghi ha approvato una nuova proroga al taglio delle accise. Fino a quando?

Grazie alla decisione del CdM, lo sconto fino a 30 centesimi sui prezzi dei carburanti (benzina, diesel, GPL) è stato confermato fino al prossimo 8 luglio 2022.

E per gli autotrasportatori (Euro 5 o superiore), invece, è stato introdotto un credito di imposta peri al 28% delle spese sostenute nel primo trimestre 2022 per quanto riguarda il rifornimento di gasolio.