A distanza di oltre un anno dallo scoppio della crisi del coronavirus, si continua a guardare con interesse ai numerosi bonus approvati dalGoverno Conte prima e poi dall'Esecutivo Draghi.

Tra i tanti ce n'è uno in particolare che prevede pochi requisiti di base per la partecipazione e il cui pagamento è atteso a breve.

Bonus cashback: pochi giorni alla fine del 1° semestre

Si tratta del bonus cashback che dopo la fase sperimentale durata dall'8 al 31 dicembre 2020, ha visto partire l'1 gennaio 2021 la fase ordinaria.

Il programma è articolato sulla base di tre semestri di riferimento, il primo dei quali vedrà la sua conclusione a giorni, visto che comprende il periodo tra l'1 gennaio e il 30 giugno 2021.

Il secondo semestre partirà l'1 luglio  e si concluderà il 31 dicembre 2021, mentre il terzo trimestre andrà dall'1 gennaio 2022 al 30 giugno 2022.

Come detto poc'anzi, mancano ormai pochi giorni alla chiusura del primo trimestre, terminato il quale partiranno i rimborsi di quanti hanno partecipato al programma nel primo periodo di riferimento.

Bonus cahback: fino a 150 euro senza ISEE. I requisiti per averlo

Come è noto il cashback di Stato è accessibile a tutti i cittadini residenti in Italia, a patto che siano maggiorenni e che siano iscritti all'IO della pubblica amministrazione.

La partecipazione al programma non è condizionata alla situazione reddituale del partecipante, visto che per l'accesso al bonus cashback non è richiesta la presentazione dell'ISEE.

L'adesione al programma cashback prevede un rimborso del 10% per ogni pagamento effettuato nei negozi fisici, a patto che la transazione avvenga con uno strumento elettronico e non in contanti.

Tra le forme di pagamento ammesse troviamo la carta di credito, il bancomat, app tipo Satispay o Google Pay e così via.

Per ogni transazione è riconosciuto un rimborso del 10% fino ad un massimo di 15 euro per ciascuna operazione, quindi per pagamenti che superano i 150 euro saranno attribuiti comunque al massimo 15 euro.

Per fare un esempio, se in un negozio fisico spendi 250 euro pagando con uno strumento elettronico, il cashback riconosciuto sarà di 15 euro.

Nell'arco del semestre di riferimento, il tetto massimo che ciascun partecipante potrà accumulare come cashback sarà pari a 150 euro, a fronte quindi di una spesa complessiva di 150 euro.

Per maturare il diritto al rimborso del 10% per ciascuna transazione, è necessario che nel trimestre sia effettuato un minimo di 50 transazioni.

Bonus cashback: super premio di 1.500 euro. Come averlo?

Se questa è la soglia minima per ottenere il cashback alla fine dei sei, non c'è un limite massimo, anzi più operazioni saranno registrate sull'app IO e maggiori saranno le probabilità di vincere il Super cashback.

Si tratta del super premio da 1.500 euro che sarà riconosciuto a 100.000 partecipanti al programma cashback che avranno effettuato il maggior numero di transazioni.   

Alla data del 23 giugno, dall'app IO si apprende che è pari a 658 il numero minimi di transazioni per accedere a questa speciale classifica dei primi 100.000 utenti che potranno aggiudicarsi i 1.500 euro in più.

Si tratta di una classifica temporanea che cambia di giorno in giorno e che fino al 30 giugno prossimo potrà subire variazioni anche di un certo rilievo.

Chi non riuscirà ad aggiudicarsi il super cashback di 1.500 euro potrà comunque fare affidamento sul bonus che arriverà ad un massimo di 150 euro, a seconda delle spese effettuate nel primo semestre 2021.

Bonus cashbach: accredito diretto sul conto corrente. Ecco quando

Il bonus sarà accreditato direttamente e automaticamente sul conto corrente del partecipante, a patto che quest'ultimo indichi nell'app IO entro il 30 giugno 2021 l'Iban del conto su cui ricevere i rimborsi maturati alla fine di ogni periodo.

Come si legge sul sito della Consap, che gestisce per conto del Ministero dell’economia e delle finanze i rimborsi per gli acquisti effettuati e gli eventuali reclami per mancato o inesatto accredito dei rimborsi, l'erogazione del bonus cashback avverrà entro 30 giorni dal termine del periodo di riferimento.

In altre parole, i bonifici potranno partire potenzialmente già dall'1 luglio 2021, mentre il termine ultimo entro cui effettuare i pagamenti è quello del 30 agosto 2021.