Il bonus luce e gas 2022 è ora retroattivo!

Cosa significa? Significa che ora potrai richiederlo anche in merito alle bollette precedenti, così da coprire tutto l'anno in corso.

Questa misura è una delle tante novità del Decreto Aiuti, l'ultima manovra governativa per risollevare le sorti economiche di tutte le famiglie italiane, ancora in crisi per via delle varie crisi che tutt'ora stanno mettendo in ginocchio non solo l'Italia, ma l'Europa intera!

Con questa nuova opportunità non ci sarà più l'ombra della scadenza ad opprimerti, e potrai accedere al bonus luce e gas 2022 sapendo che avrai in conguaglio anche le bollette precedenti.

Purtroppo non si potrà accedere alle nuove misure se non rispetterai i requisiti previsti per l'accesso a questo sconto sulle bollette. Li vedremo meglio ora, assieme alle ultime novità in merito al finanziamento della misura, e della sua estensione fino a fine anno.

Sempre se l'ARERA non porterà ulteriori modifiche sulla bolletta energetica.

Bonus luce e gas 2022 ora retroattivo! Ma cosa significa? E cosa cambia nei requisiti?

Il bonus luce e gas 2022 è uno sconto sulla bolletta energetica previsto solo per coloro che hanno difficoltà a pagarla entro i tempi previsti, o anche solo a pagarla. E' un bonus sociale che è stato reso disponibile fin da ottobre 2021, in vista dei rincari già stimati dall'ARERA.

Purtroppo, a causa della crisi energetica scattata all'indomani della guerra russo-ucraina, i costi della bolletta hanno continuato a salire, portando alla consegna di bollette impossibili, con cifre anche tre volte superiori rispetto ad un anno prima.

Il Governo Draghi ha voluto pertanto estendere la disponibilità e l'accesso a questo bonus sociale prima aumentando il limite reddituale, così da allargare la platea beneficiaria.

E, di recente, rendere il bonus luce e gas 2022 retroattivo. Significa che ora potrai richiederlo anche nel caso in cui ad oggi tu abbia già provveduto a pagare delle bollette senza però aver avuto modo di accedere al bonus sociale.

Come segnalato dal decreto Aiuti, all'articolo 1, comma 2, si potrà beneficiare del  bonus anche se si è provveduto a richiedere l'ISEE e la DSU:

"nell'anno in corso ma in data antecedente all'ottenimento dell'attestazione".

Teoricamente ora potrai richiedere il bonus sociale ARERA anche se hai già provveduto a pagare, anche interamente, le bollette dei precedenti mesi, purché tu abbia comunque provveduto a richiedere e ad ottenere l'attestazione ISEE in corso di validità.

Purtroppo non si potrà accedere alla misura senza aver consegnato il proprio indicatore economico.

Bonus luce e gas 2022: ARERA riconferma i requisiti ISEE anche per la retroattività! Ecco quali sono

Il bonus luce e gas 2022 è disposto esclusivamente per le famiglie in difficoltà. In genere il Governo richiede, trai i vari requisiti, una certificazione attestante la tua situazione economica. A volte può essere la Dichiarazione dei Redditi, nel caso di benefici ed esenzioni fiscali, e in altri casi l'ISEE in corso di validità, nel caso di crediti economici.

Questo è il secondo caso. Per il bonus luce e gas 2022 si potrà beneficiare della retroattività della misura a patto di aver provveduto a richiedere, ed ottenere, l'attestazione ISEE tra il 1 gennaio 2022 e il 31 dicembre 2022.

In pratica l'indicatore di questo anno, anche perché quello dell'anno precedente non ha più valore legale dal 31 dicembre 2021 (salvo proroghe previste per alcune agevolazioni continuative).

Altro requisito per l'accesso al bonus è quello di non superare uno dei seguenti limiti ISEE:

  • 12.000 euro nel caso di nucleo familiare ad unico soggetto;
  • 20.000 euro nel caso di nucleo familiare con almeno quattro figli.

Grazie al decreto Energia è stato possibile innalzare il tetto dai precedenti 8.250 euro agli attuali 12.000 euro, cosa che purtroppo non è stata fatta per il bonus idrico previsto per le bollette energetiche.

Se ancora non hai provveduto a richiederlo, basta prendere un appuntamento al Centro di Assistenza Fiscale e presentare i seguenti documenti,

  • saldo e giacenza media di tutti i conti bancari/postali al 31 dicembre 2020;
  • Dichiarazione Sostitutiva Unica,
  • Modello 730 o Certificazione Unica,
  • eventuali documentazioni relative alla titolarità di strumenti assistenziali (RDC, NASPI).

Proprio per questi ultimi, se richiedi il bonus luce e gas 2022, avrai maggiori possibilità di averlo, specie se sei beneficiario del Reddito di Cittadinanza o della Pensione di Cittadinanza.

Va detto però che, oltre al disagio economico, il bonus sociale ARERA è previsto anche per chi soffre di un disagio fisico, come ricorda RDC Channel nel suo video Youtube. 

Bonus luce e gas 2022: ecco i requisiti per avere il rimborso della bolletta senza ISEE!

Il bonus luce e gas 2022 prevede due differenti requisiti nel caso in cui lo si richieda per disagio economico oppure per disagio fisico.

Nel primo caso, come abbiamo visto, serve un'attestazione ISEE inferiore a 12.000 euro, massimo 20.000 nel caso di un nucleo familiare numeroso. 

Per chi lo richiede per via di un disagio fisico, non sarà necessario un ISEE in corso di validità, ma solo della certificazione ASL che attesti la presenza di una malattia invalidante.

Perché in questo caso si avrà a che fare con un bonus senza ISEE, ma previsto solo per chi è dipendente da macchinari medico-sanitari. Sono dispostivi ad uso continuativo, se non permanente in certi casi, e che generalmente consumano notevoli quantità di elettricità. Parlo di dispositivi come ventilatori polmonari, carrozzine, sollevatori nonché macchinari per l'emodialisi domestica. 

Per tutti questi macchinari si potrà fare richiesta del bonus sociale ARERA, ma come requisiti principali in questo caso avremo, oltre alla certificazione ASL, anche tutta la documentazione inerente ai macchinari in uso.

In genere tutti questi bonus sociali permettono risparmi che vanno tra i 120 euro, nel caso del rimborso per "disagio fisico", a quasi 200 euro, nel caso in cui si richieda il rimborso per "disagio economico".

E anche di più se si riesce a richiedere la retroattività delle bollette di inizio anno.

Bonus luce e gas 2022: ecco come richiedere la retroattività delle precedenti bollette! 

La grande novità di questi bonus luce e gas 2022 è nel fatto che si possano richiedere anche gli arretrati per le bollette di inizio anno. Basterà fare richiesta al proprio patronato e presentare l'attestazione ISEE per avere diritto agli arretrati anche adesso.

Grazie anche al potenziamento della Manovra di Bilancio 2022, e del successivo Decreto Energia di marzo 2022, gli importi del bonus luce e gas 2022 è salito, come ricorda Repubblica:

  • da 141 euro a quasi 200 euro per la bolletta energetica,
  • a quasi 150 euro per la bolletta del gas,

Si parla di un risparmio medio che va dal 30% per la bolletta della luce, e del 15% per quella del gas.

Però va aggiunto che attualmente non si sa ancora se si potrà beneficiare di questo bonus sociale ARERA proprio per tutto l'anno.

Stando al primo articolo del Decreto Aiuti, sì: stando alla bozza, il bonus sociale ARERA è stato esteso al terzo trimestre del 2022 (luglio-settembre).

Purtroppo è anche stato disposto l'obbligo da parte di ARERA di adottare entro il 30 giugno, cioè all'indomani del terzo trimestre, un provvedimento per la rideterminazione degli sconti.

E' probabile che il Governo Draghi abbia voluto richiedere ad ARERA dei chiarimenti in merito alle attuali erogazioni del bonus luce e gas 2022, e di riconsiderare tutti gli importi e i requisiti ora vigenti davanti alle nuove disposizioni governative.

Davanti a questa prospettiva si può presumere che dal 1 luglio, col nuovo provvedimento, vengano incrementati gli importi del bonus sociale.

Oppure il contrario, ovvero che dal 1 luglio, col nuovo provvedimento, vengano ridotti gli importi per cercare di bilanciare le risorse presenti nella Cassa per i servizi energetici e ambientali.